Droga

La app finanziata da miliardari che viene usata per vendere droga

Come gli spacciatori inglesi hanno scoperto Wickr, una app di messaggi criptati usata da politici e dirigenti di grandi aziende.
1.2.18
Le risposte automatica che ho ricevuto da uno spacciatore su Wickr. Screenshot dell'autore

I siti di compravendita sulla darknet sono una versione illegale di Amazon: ci si può comprare un sacco di roba vietata, dai fucili d'assalto alle carte di credito clonate, a droghe di ogni tipo—ed è per quest'ultima categoria che sono diventati celebri. Stando al Global Drugs Survey 2017, un quarto dei consumatori inglesi ha comprato almeno una volta droga sulla darknet.

Il primo e più famoso di questi siti è stato Silk Road, chiuso dall'FBI nel 2013 e rimpiazzato da Silk Road 2.0, a sua volta rimpiazzato da AlphaBay, Hansa e Dream. Quest'ultimo esiste ancora, ma AlphaBay e Hansa sono stati chiusi lo scorso luglio e da allora il mercato delle droghe online è cambiato profondamente. Ma non nel modo previsto dalle autorità.

Pubblicità

La chiusura di questi siti ha costretto molti spacciatori a spostarsi su un'altra piattaforma: l'app di messaggistica criptata Wickr. Su r/DNMUK—un subreddit dove spacciatori e acquirenti discutono delle droghe in vendita sulla darknet—60 delle ultime 100 recensioni riguardano droghe comprate usando Wickr. Fino a quattro mesi fa non c'era alcuna menzione dell'app in tutto il forum. Johnnie*—un cliente che ha usato Wickr "qualche volta"—mi ha raccontato come ha iniziato. "Come tutti l'ho letto sul forum. Ho aspettato di capire se era sicuro e se la roba arrivava, e arrivava."

Ma cos'è Wickr? Da quanto appena detto si potrebbe pensare a un'app creata da studenti universitari con il sogno di diventare dei signori della droga—e invece è tutt'altro. Creata nel 2012 a San Francisco, Wickr è un'app di messaggistica che consente comunicazioni protette tra "team di lavoro e aziende." In un'era in cui l'hacking è un pericolo sempre dietro l'angolo, Wickr è nata per tutelare la sicurezza dei dati sensibili delle aziende. E dunque non ha avuto difficoltà a trovare finanziatori.

Tra l'altro, la lista dei suoi finanziatori è interessante: c'è Jim Breyer, il primo grosso finanziatore di Facebook, che ha dato all'app 21 milioni di sterline nel 2014; Gilman Louie di In-Q-Tel, una società di investimenti collegata alla CIA; Thor Halvorssen, CEO di Human Rights Foundation; Richard Clarke, ex consulente antiterrorismo del governo degli Stati Uniti; Erik Prince, fondatore della controversa società di sicurezza privata Blackwater.

In pratica Wickr—scaricabile gratis dall'App Store e da Google Play—è una versione molto più sicura di WhatsApp. Ma a differenza di WhatsApp ti consente di attivare un'impostazione per cui i messaggi rimarranno visibili solo per un certo lasso di tempo prima di scomparire e li protegge con un sistema di crittografia estremamente sicuro. In più la app nasconde tutte le informazioni su mittente e ricevente, aggiungendovi numeri e lettere a caso e mischiando il tutto più volte con un algoritmo. Tutte le informazioni vengono cancellate, rendendo di fatto inutile per la polizia sequestrarti il telefono. Ed è perfettamente legale. Anche se l'azienda non incoraggia in nessun modo l'uso della app a fini di spaccio, non è difficile capire perché gli spacciatori abbiano cominciato a usarla.

Un panetto di cocaina con scritto "TOP PRODUCTO COLOMBIANO". La foto si trovava in una cartella su Imgur collegata alla risposta automatica dell'account Wickr di uno spacciatore.

Nathan*, un utente che ha comprato droghe su Wickr più di dieci volte, mi ha detto che gli sembra "relativamente sicura." "È una sensazione, più che qualcosa di basato sui fatti," mi ha detto, "ma dato che è un'app di messaggistica, non una specificamente progettata per attività illecite, credo sia meno controllata. E se anche uno spacciatore fosse compromesso, comunque non penso che le quantità che compro io siano di particolare interesse per la polizia, che probabilmente mi lascerebbe stare concentrandosi su pesci più grossi. Forse pecco di eccesso di fiducia?"

L'uso di Wickr da parte degli spacciatori è cosa nuova, ma se si cerca in giro sui forum di settore si trovano riferimenti all'app che risalgono anche al 2015. L'estate scorsa, per esempio, il famoso spacciatore di Xanax HulkedBenzoBoss aveva cominciato a vendere tramite l'app. Prima del suo arresto ,HulkedBenzoBoss era considerato il miglior spacciatore di droga sulla darknet di tutta la Gran Bretagna: grazie ai prezzi bassi e alle consegne precise e tempestive si era costruito un impero da svariati milioni di sterline. Probabilmente la sua decisione di passare a Wickr ha contribuito a rendere famosa la app tra gli spacciatori.

Pubblicità

Bob*, uno spacciatore che ho contattato su Wickr, mi ha detto che "è quello che vogliono i clienti. Il rischio che ci prendiamo noi è sempre grosso, quindi non avvertiamo molte differenze, anche se probabilmente io preferirei usare Tor. Wickr è un po' un mondo sconosciuto."

Le transazioni ("direct deal" in gergo) funzionano così: si contatta uno spacciatore sul suo account Wickr chiedendogli il listino prezzi, si contratta un prezzo e si paga in Bitcoin o con altre criptovalute, si dà il proprio indirizzo e si aspetta qualche giorno l'arrivo del pacco. In tutto, ci vogliono pochi minuti.

"Risparmi tempo," mi ha detto Johnnie. "A volte quando paghi in Bitcoin su Dream il pagamento ci mette un po' a essere registrato, a volte anche giorni, il che è frustrante. Con l'app si salta l'intermediario, trasferendo il denaro direttamente allo spacciatore."

"È molto più conveniente," mi ha detto Nathan. "I mercati della droga sulla darknet sono difficili da navigare, lenti e pieni di virus. Inoltre il mio computer non supporta Tor, per cui posso usare solo il telefono e molti di questi siti non sono ottimizzati per la navigazione da mobile. Qui invece basta registrarsi, mandare qualche messaggio ed è fatta."

Dati i nomi degli investitori, non è affatto strano che Wickr sia ampiamente usato dalle grandi aziende. Ha fatto scandalo, qualche mese fa, il suo uso da parte dei dirigenti di Uber: anche se l'uso di app di messaggistica che non conservano i messaggi è legale, le aziende hanno l'obbligo di conservare ogni informazione che possa essere ritenuta rilevante in caso di future cause. E Wickr è usato anche dai politici: dopo lo scandalo dell'hacking che ha coinvolto i Democratici americani nel 2016, diversi politici hanno cominciato a usare l'app per comunicare. Oggi, a giudicare dalla quantità di post su r/DNMUK che contengono la parola "Wickr" accanto a nomi di droghe, sembra che l'app sia definitivamente passata da strumento di comunicazione per i potenti della terra a piazza di spaccio virtuale.

Ovviamente ci sono anche dei contro, quando si tratta di comprare droga su Wickr: a differenza dei siti di compravendita della darknet, sull'app non c'è alcun modo di recensire la qualità della droga. Inoltre, le truffe sono ovunque.

Nonostante questo, la quantità di utenti e spacciatori che prima usavano la darknet e adesso sono migrati su Wickr è già considerevole, e probabilmente non farà che aumentare. "Sarà il nuovo modo di spacciare su internet," mi ha detto Nathan, "per via della sua facilità e del fatto che su reddit puoi trovare un sacco di recensioni su spacciatori e prodotti. Inoltre hai come la sensazione di conoscere la persona con cui contratti, un po' come se stessi scrivendo a un amico per organizzare il sabato sera, e non a uno sconosciuto per fare qualcosa di illegale."

Di fronte a tutto questo, cosa può farci Wickr? Non so dire se l'azienda abbia effettivamente intenzione di agire in qualche modo per arginare il fenomeno: ho provato a contattarli diverse volte ma non ho mai ricevuto risposta. Ma considerando che l'intera app ruota attorno alle stesse caratteristiche che stanno sfruttando gli spacciatori, credo sia difficile che possa fare qualcosa.

*I nomi degli intervistati sono stati cambiati per proteggere la loro identità.