FYI.

This story is over 5 years old.

Ho chiesto a dei geologi se l'Antropocene è reale

A quanto pare, definire questa epoca geologica è una missione ardua.

Circa 11.500 anni fa, gli abitanti neolitici del bacino del Mar Morto in Israele hanno iniziato a darsi all'agricoltura, alla deforestazione e all'addomesticamento di pecore e capre, aumentando il tasso di erosione locale di tre o quattro volte rispetto a prima.

Alcuni ritengono che la scoperta, pubblicata dai ricercatori del Dead Sea Drilling Project dell'Università di Tel Aviv, suggerisca che l'Antropocene — un'epoca ufficiosa dove l'intervento umano è considerato tra i fattori principali di cambiamento sulla terra — sia iniziato proprio 11.500 anni fa.

Pubblicità

Ma i geologi non se la bevono.

La International Commission on Stratigraphy — l'organo governativo della geologia — non ha ancora definito l'Antropocene come epoca formale (ovvero un capitolo della storia della Terra che distingue uno strato di rocce e fossili da un altro). Ma dal 2009, l'Anthropocene Working Group interno alla ICS lavora con l'obiettivo di derminare se sia il caso di ufficializzare la cosa.

Shmulik Marco, il geologo che ha guidato il team del bacino del Mar Morto, crede nell'Antropocene come concetto, ma ha detto che è necessario compiere ulteriori ricerche prima di poterlo designare ufficialmente come epoca.

"La nostra ricerca si limita al bacino del Mar Morto." mi ha detto in una email. "Altri posti potrebbero rivelare tempistiche e pattern di impatto diversi. Per cui davvero, non è il momento — non è giusto determinare un periodo geologico globale sulla base di un singolo sito o anche di un paio."

Anche la ICS è in disaccordo con l'idea di un Antropocene vecchio di 11.500 anni.

Stando a Jan Zalasiewicz, un paleontologo e convocatore dell'Anthropocene Working Group della ICS, è importante distinguere la parola "antropogenico," — che individua qualsiasi influenza avuta dalle persone sulla Terra — da "Antropocene," che si riferisce a un limite geologico riconoscibile.

"L'Antropocene è spesso interpretato con il significato di "significativamente antropogenico," mi ha detto Zalasiewicz. "In contesti archeologici, per esempio, va bene. Ma l'Antropocene in senso geologico e stratigrafico è tutt'altra faccenda."

Pubblicità

Stando a Zalasiewicz, al momento l'Anthropocene Working Group concorda nel dire che l'epoca sia iniziata intorno al 1950. Al tempo, non solo abbiamo cominciato a produrre radiocarbonio e plutonio, ma abbiamo anche creato plastica, anidride carbonica e rifiuti elettronici in proporzioni senza precedenti. Il risultato è una differenza che ha lasciato il segno nei registri geologici della Terra.

La nostra immondizia non è diventata solo un problema archeologico, ma anche uno geologico.

Quando i geologi definiscono le epoche, cercano fattori che condizionano la composizione delle rocce e dei sedimenti. Questi fattori sono in genere il riscaldamento o raffreddamento della Terra e il ringrandirsi o rimpicciolirsi dei ghiacciai. Nel caso caso dell'Antropocene, molti dei fattori che condizionano le rocce sono di origine umana.

In altre parole, la nostra immondizia non è diventata solo un problema archeologico, ma anche uno geologico.

Se da un lato il Working Group è concorde nello sviluppare una proposta per definire ufficialmente l'Antropocene come epoca, non tutti i suoi membri sono d'accordo sui dettagli.

Erle Ellis, un ecologista e membro dell'Anthropocene Working Group della ICS, crede che l'Antropocene sia iniziato prima degli anni Cinquanta, ma non è certo che questa epoca abbia gli stessi confini fisici che separano le altre — come il periodo Triassico da quello Giurassico.

"Qual è la definizione di trasformazione umana sulla Terra?" mi ha chiesto via Skype. "Ci sono così tanti processi in ballo. Sappiamo quali risulteranno essere quelli più importanti, di qui a 10.000 anni? A questo punto, penso che sia difficile dirlo. Penso che siamo troppo vicini in senso temporale, e che la presenza degli elementi di definizione non sia ancora comprovata del tutto."

Ellis ha anche detto che, pur credendo che una grossa fetta dei membri dell'Anthropocene Working Group siano a favore di una definizione formale dell'Antropocene, dubita che l'intera comunità geologica possa trovare le prove geologiche a sostegno di questo processo di ufficializzazione.

Zalasiewicz mi ha detto che l'Anthropocene Working Group invierà una proposta per definire l'Antropocene come epoca formale nel corso dei prossimi due o quattro anni.

"In realtà, tutti i confini geologici sono costrutti umani — prendiamo decisioni su dove porre i confini più pragmatici utili e riconoscibili," ha detto Zalasiewicz. "Molte di queste definizioni geologiche non coincidono con i grandi cambiamenti sistematici della Terra. Ma nel caso dell'Antropocene, lo fanno senza dubbio."