FYI.

This story is over 5 years old.

Stuff

Tutti i tipi di amici che puoi avere a vent'anni

Secondo uno studio, il nostro cervello è in grado di intrattenere relazioni sociali con un massimo di 150 persone. Abbiamo deciso di catalogare i vari tipi di amicizia che esistono per capire quanto sono importanti per noi.
19.5.15

Secondo uno studio dell'antropologo inglese Robin Dunbar, gli esseri umani sono in grado di intrattenere rapporti sociali con un massimo di 150 persone. Sarebbe questo il massimo numero di relazioni sociali che il nostro cervello è in grado di gestire. Per cui, in teoria, non si possono avere più di 150 amici—anche se Facebook sembra dirci che non è così.

Quello che lo studio di Dunbar non considera, tuttavia, sono i diversi tipi di rapporti che intratteniamo con le altre persone. Per questo motivo, abbiamo deciso di catalogare i diversi tipi di amici che ognuno di noi ha, così da farci un'idea precisa di cosa significano per noi e come dovremmo comportarci nei loro confronti.

Pubblicità

I vecchi amici

I vecchi amici sono la parte più importante e fondamentale della vostra cerchia di amicizia—sono il cuore e il centro della vostra rete sociale. Alcuni li conoscete fin dall'asilo, altri li avete conosciuti a scuola, con altri ancora siete cresciuti sviluppando un legame sulla base del fatto che abitavate nello stesso posto. Fanno parte della vostra vita fin da sempre e sono presenti nei vostri primi ricordi—conoscono le vostre famiglie, le vostre abitudini, le vostre paure. Ogni volta che vi siete trovati in una situazione ridicola o imbarazzane, eravavate insieme a loro. Ora siete diventati adulti e avete messo un po' a posto la vostra vita, ma quando eravate dei ragazzini problematici e casinisti loro erano lì.

Ora arriva la parte brutta: a un certo punto, le vostre strade si separeranno. È normale. Ci saranno anche dei momenti in cui vi sembrerà che il vostro rapporto sia morto, momenti in cui penserete che il vostro legame si sia dissolto nel nulla. Ma non è così. I vecchi amici ci sono sempre, e per un semplice motivo: perché sono i vostri vecchi amici e perché, in fondo, voi vi ricorderete sempre chi siete e da dove venite.

I migliori amici

Magari siete stati fortunati, e i vostri migliori amici sono anche i vostri vecchi amici. Ma, più probabilmente, i vostri migliori amici li avete conosciuti più tardi, in quel periodo in cui dopo aver sviluppato una personalità abbastanza formata avete iniziato a circondarvi di persone più o meno simili a voi.

Alcune persone hanno un solo migliore amico, e considerano gli altri come degli amici molto stretti. Altri hanno una cerchia di migliori amici. In ogni caso, questi amici sono il motivo per cui il vostro telefono vibra di continuo, quelli che vi chiamano "stronzo" e "merda" in modo affettuoso, quelli con cui dividete le sigarette e a cui consigliate i gruppi.

Pubblicità

Sono la vostra squadra, le persone che vedete più spesso. Probabilmente avete anche un gruppo di Whatsapp che vi riempie di notifiche in cui postate battute e immagini divertenti.

Gli amici delle feste

Sono amici in un senso un po' particolare del termine, dato che il tempo passato insieme è sempre e solo di un tipo. Vi vedete ogni tanto, li apprezzate per la durata di una serata, vi fate dei selfie imbarazzanti con loro, ma in realtà non sapete nemmeno cosa fanno nella vita. Potete consideravi fortunati se sapete—grazie a Facebook—come fanno di cognome.

Sono relazioni basate su quel clima di compiacenza che si crea tra persone che si trovano insieme a festeggiare la stessa cosa. Ma il semplice fatto di andare alle stesse feste e ascoltare la stessa musica non è abbastanza per intrattenere un rapporto più profondo. Comunque sia, non dovreste forzare la situazione: godeteveli per quello che sono, va bene così.

I finti amici

Ci sono due tipi di falsi amici. Alcuni sono innocui: non vi piacciono e voi non piacete a loro, ma siete entrambi troppo ben educati per ammetterlo. Così simulate un rapporto di amicizia, anche se non sapete perché lo state facendo. In ogni caso, nessuno dei due vuole rivelare all'altro la terribile verità—e per questo, ogni volta che vi incontrate, concordate di vedervi "per un caffè" perché "avete un sacco di cose da dirvi." Anche se sapete entrambi fin da subito che, ovviamente, quel caffè insieme non lo prenderete mai.

Il secondo tipo di falso amico è più insidioso. È una persona a cui avete dato confidenza, che sfrutterà la vostra apertura nei suoi confronti e vi mentirà guardandovi negli occhi. Più tardi vi scriverà un messaggio strappalacrime in cui vi chiede scusa, perché oltre che uno stronzo è anche un codardo. Lo perdonerete e qualche mese dopo la storia si ripeterà. Da questa variante del falso amico, però, si può imparare qualcosa. E dopo averlo imparato, li si può escludere completamente dalla vostra vita—e per "escludere" intendo proprio in tutti i sensi, anche bloccandoli su Facebook.

Pubblicità

Gli amici dell'università

Sono i vostri compagni nella sofferenza e nella preoccupazione, a volte sulla vostra stessa lunghezza d'onda, a volte un po' meno. Se li incontrate fuori dal contesto universitario li presentate ai vostri amici dicendo "è un mio compagno di corso."

Comunque, nella maggior parte dei casi gli amici dell'università sono brave persone che condividono i vostri stessi interessi. Le lunghe giornate di corsi e l'odio comune verso la segreteria, la burocrazia e i professori soporiferi creano tra voi e loro un sentimento di comunità molto forte, per cui cercate di essere buoni con loro. E magari, ogni tanto, vedetevi anche dopo le lezioni.

Gli amici di comodo

Gli amici di comodo sono quelle persone gentili e cortesi che tutti voi conoscete e che tutti voi sfruttate proprio in virtù di questa loro intrinseca bontà. Vi riparano gratis il cellulare e vi danno passaggi in auto. In cambio non vogliono niente più che la vostra amicizia—cosa che non avranno mai davvero, perché voi li apprezzerete sempre solo in virtù della loro utilità.

Rimbalzate tutti i loro inviti a farvi una birra insieme senza sentirvi minimamente in colpa. Poi, quando vi si rompe il computer, li chiamate e chiedete timidamente, "Ma non è che…" E certo che loro possono, perché si considerano vostri amici. A parte tutto, si meriterebbero più amore da parte vostra—o almeno un messaggio di auguri quando compiono gli anni.

Pubblicità

Gli amici di internet

Per quanto riguarda gli amici di internet, la cosa più interessate è il modo in cui siete arrivati a conoscerli: li avete stralkerati per mesi su Facebook, poi vi siete trovati "per caso" a commentare lo stesso status con battute salaci, loro vi hanno aggiunti agli amici e poi si è consumato il classico "massacro" di mi piace. A un certo punto avete iniziato a parlarci, a commentarvi le cose a vicenda e alla fine avete deciso di conoscervi anche nella vita reale.

Da quel momento, il vostro rapporto con loro può evolvere in due modi. Il primo: nella realtà l'amico di internet è molto meglio che su internet e diventate ancora più amici. Vi fa vedere le sue foto delle vacanze e voi vi fingete sorpresi, quando in realtà conoscete a memoria ognuna di quelle immagini perché il suo Instagram è la vostra Bibbia. Quando poi sul suo Instagram ci finite voi, in una foto con l'hashtag #soulmates e un filtro retrò, capite che quella persona è passata dal livello di "amico di internet" a quello di "migliore amico."

Il secondo modo in cui la situazione può evolvere, però, è quello in cui è molto più probabile che evolva. L'amico di internet nella realtà non è simpatico e brillante come i suoi post su Facebook sembravano suggerire, e conoscerlo è una mezza delusione. Se questo è il caso, ricordate che potete sempre diventare scopamici.

Gli scopamici

Quella degli scopamici è una categoria complessa, probabilmente la più difficile di tutte da analizzare. Nel migliore dei casi, uno scopamico (o una scopamica) è una persona con cui, a parte occasionali rapporti sessuali, non avete alcun legame di amicizia. Purtroppo, questo caso è più un'eccezione che non la normalità—e da questo derivano un sacco di conseguenze spiacevoli.

La maggior parte delle scopamicizie nascono da un sentimento non ricambiato di uno dei due scopamici, e date queste premesse è ovvio che possono solo finire male. Il sesso con gli amici dell'università o con gli amici delle feste è sempre imbarazzante, sia perché i diretti interessati dopo sono costretti a rivedersi in un contesto sociale in cui devono comportarsi come se tra di loro non fosse successo niente, sia perché le altre persone che fanno parte di quell'ambiente sanno tutto e devono comportarsi come se non sapessero niente.

Per quanto riguarda i migliori amici, invece, in genere non diventano quasi mai scopamici, perché si conoscono troppo bene per provare attrazione sessuale l'uno per l'altro. Ma se dovessero diventarlo, ci sono ottime possibilità che uno dei due inizi a provare dei sentimenti per l'altro e che la cosa finisca male.

In conclusione: gli scopamici migliori sono sempre e comunque quelli con cui non si ha in comune niente a parte il sesso.

Morale

Gli amici sono una cosa bellissima, e senza di loro la vita sarebbe molto noiosa. Socializzare, frequentare i propri amici e mantenere vivi rapporti è un processo importante e continuo. Tutti noi conosciamo persone senza le quali non saremmo quello che siamo: i nostri amici hanno un impatto sulle nostre vite molto maggiore di quanto pensiamo. Che siano amici di comodo o scopamici, non dobbiamo darli mai per scontati. Se litigate, cercate di spiegarvi e di comunicare. Anche se a volte la solitudine può essere piacevole, stare da soli per tutta la vita è una cosa che non augurerei a nessuno. Se non ci fossero gli amici, bisognerebbe conoscerli.