Pubblicità
Questo articolo è stato pubblicato più di cinque anni fa.
Stuff

Il preservativo perfetto

Abbiamo chiesto ai nostri professionisti del porno preferiti come lo vorrebbero.

di Aleks Eror
04 aprile 2013, 8:37am


Due preservativi felici, via

È molto difficile andare d'accordo con i preservativi. In effetti, credo sia molto difficile andare d'accordo con qualsiasi cosa ti soffochi l'uccello, imponga una barriera di gomma tra i felici strusciamenti di una coppia, demolisca ogni parvenza di spontaneità sessuale e, in generale, renda il sesso meno divertente. Certo, è sempre meglio che rischiare una malattia venerea o una gravidanza, ma in ogni caso, i preservativi sono una cosa tremenda, e vi sfido a dire il contrario. 

Urrà, quindi, per Bill Gates, il qualecome forse avrete saputo—sta facendo pendere una carota da 100.000 dollari davanti al naso di chiunque riesca a rendere un po' più piacevole l'incappucciamento. Pur sapendo che nel corso dell'ultimo secolo molte industrie sanitarie hanno speso ben più di 100.000 dollari alla ricerca di protezioni più piacevoli, Gates spera comunque che il suo premio in denaro stani il Popov del profilattico.

Non sono né un inventore né uno scienziato, quindi le mie idee in proposito non sono granché (se non per l'implausibile "facciamone uno piccolo solo per la punta"). Ma sono un sognatore, e sogno il giorno in cui mi godrò alla grande il sesso sicuro. Ho pensato di chiamare qualcuno che ha fatto del sesso il suo lavoro—e che quindi passa in compagnia dei preservativi gran parte del proprio orario d'ufficio—per cercare qualche consiglio utile affinché il sogno comune a me e Bill diventi realtà.


Rio Lee, pornostar e dominatrice. 

VICE: Ti piacciono i preservativi?
Rio Lee: Ovviamente, perché mi proteggono da brutte malattie; però non mi piacciono quando fanno ammosciare un ragazzo. Sono una stronza egoista a letto—esisto solo io—quindi è un bel problema se un'ammosciata rovina tutto. Se si trovasse il modo di creare un preservativo che procurasse un'erezione continua, sul tipo del Viagra, sarebbe fantastico. 

Cosa ne dici di immergerlo in una soluzione di Viagra, così che il passaggio sia diretto? 
Penso che potrebbe essere doloroso, ma sono anche una dominatrice, quindi per me potrebbe andare bene. Mi raccomando però, voglio fare del buon sesso, quindi non mi va che gli si stacchi la pelle.

Credi che un profilattico riuscirà mai a rendere il sesso protetto migliore del sesso non protetto?
Be', con le moderne tecnologie dovrebbero riuscirci, no? Ma dove diavolo sta il "piacere extra" in quei preservativi stimolanti, quelli con le nervature? Davvero, spiegatemelo. A questo punto, tanto vale mettere dei piselli surgelati sotto il preservativo.

Quindi, a parte piselli e spugnature di Viagra, quali sono le tue idee per migliorare i profilattici?
Prima di tutto, Bill Gates, se stai leggendo quest'intervista, sappi che tutte le idee sono sotto il copyright Miss Rio Lee. Comunque, direi di puntare su qualcosa di simile ai Fleshlight. Quando un ragazzo ha l'erezione fa scivolare l'uccello dentro al sex toy che, mentre lo tira fuori, lo ricopre di una sottilissima pellicola di latex, così è bello che pronto e protetto.

Credi che tutta questa storia del preservativo perfetto sia una mossa di mercato di Bill Gates per diventare un sex symbol e sottrarre la fetta del mercato giovane alla Apple?
Bill Gates? Sexy? Forse lo fa per questo, ma credo che un nuovo preservativo abbia più appeal tra i salutisti e professionisti—i ragazzi vogliono solo fare sesso, non gli importa se hanno o non hanno un preservativo. In ogni caso, quali che siano le sue motivazioni, se riuscirà a fare qualcosa per migliorare la vita sessuale mia e di milioni di altre persone, e la salute dell'intera società, tanto di cappello.

Master Dave, escort gay.

VICE: Qual è la tua posizione nel dibattito sul preservativo?
Master Dave: Mi piacciono i preservativi. Significano sesso sicuro e li uso sempre, sia sul lavoro che nella vita privata.

Visto che sei un esperto, cosa faresti per migliorarli?
Bisognerebbe foderarli con della pelliccia e dotarli di una chiusura lampo. La penetrazione diventerebbe forse più difficile, ma un modo lo si trova sempre—ad esempio usando più lubrificante.

Credi che usare un preservativo diventerà più piacevole che fare sesso non protetto?
Non ci ho mai pensato. Non ho mai fatto sesso non protetto.

Mai?
Mai. Neanche una volta.

Con quante persone sei stato a letto?
Ho perso il conto molto tempo fa, forse con 400 o 500. Non lo so—però sono stato sposato tre volte.

Credi che Bill Gates, con quest'ultima trovata, stia cercando di reinventarsi come sex symbol?
Non credo proprio. Sono dell'idea che sia un filantropo, che investa i suoi soldi in ogni genere di iniziativa benefica.

Faresti sesso con Bill Gates?
No. Non è il mio tipo.


James Deen, pornostar. Foto per gentile concessione di James Deen.

VICE: Ehi James, cosa odi dei preservativi?
James Deen: Nulla. Li trovo fantastici. Penso che siano molto comodi e che, grazie alla tecnologia moderna, siano la migliore soluzione per fare sesso sicuro. La soluzione più sicura in assoluto è l'astinenza, seguita dalla masturbazione, ma comunque anche masturbandoti puoi farti male, se ti infili strani oggetti o sei troppo eccitato e violento nel farlo.

Quindi secondo te non inibiscono?
Non cambiano poi molto quello che senti. Quelli a cui non piacciono devono solo superare il problema. Ho fatto tantissimo sesso con il preservativo e altrettanto senza, e posso assicurare che la differenza è minima, almeno per i ragazzi. Non posso parlare per le signore, ma in generale ho sentito lamentarsi più loro che i maschi. Ma se ti fai distrarre così tanto da un profilattico significa che forse non hai poi così voglia di farlo.

Questa è un'ottima contro-argomentazione.
Non vedo nulla di male nel preservativo. È l'alternativa migliore per chi fa sesso occasionale. Se vai in un locale per rimorchiare, devi assolutamente usarlo. L'altra opzione è incontrarsi, fare il test, aspettare tre giorni, e poi fare sesso.

Già, immagino che l'attesa rovini il momento molto più che un preservativo.
Già, è come dire, "Ti scoperò a sangue... fra tre giorni."

Allora cosa proponi per migliorarli?
Mi impegnerei innanzitutto a innalzare il livello di protezione oltre l'attuale 80 e rotti percento. È comunque buono—le possibilità di prendere l'HIV sono piuttosto scarse—ma, e non sono un dottore, sia chiaro, il virus dell'HIV è molto più piccolo dei pori di un preservativo, quindi in teoria potrebbe comunque passarci attraverso.

Cosa pensi dell'idea di Bill?
Se Bill Gates vuole mettere in palio 100.000 dollari, dovrebbe donarli alla ricerca sull'AIDS e l'HIV, o all'educazione, così la gente imparerebbe che non deve fare sesso non protetto con un partner occasionale. I preservativi vanno bene così come sono. Finché non salterà fuori un'alternativa migliore, sono dalla loro parte. Quindi perché non usare quei soldi per eliminare alla radice la ragione per cui usiamo i profilattici?

Eppure eri contrario alla Measure B, la legge che obbliga gli attori porno a usare i profilattici, o sbaglio?
È un altro discorso, la Measure B non fa proprio niente per la sicurezza. Quello che non mi va bene è che viola il mio diritto alla libertà di parola e il Primo Emendamento, che mi riconosce il diritto di produrre contenuti protetti dalla costituzione—che, secondo il volere della Corte Suprema, includono anche la pornografia—secondo il mio pensiero.

Per esempio, giro un film in cui una coppia sta cercando di avere un figlio. Ci provano e ci riprovano, ma lui non riesce a metterla incinta, e lei comincia a fare sesso con gli amici di lui cercando di rimanere incinta. Come puoi fare un film del genere se tutti usano i preservativi? Compromette la mia visione e i miei obiettivi artistici. Va bene se mi dici che il porno non è arte, ma il punto è che io ho uno scopo ed è nei miei diritti girare il prodotto come meglio credo. 


Mina, escort.

Qual è il tuo rapporto con i preservativi, Mina?
Mina: Non mi piacciono, ma capisco che sia imprescindibile usarli. Con i clienti li uso sempre, e per il sesso con partner fissi ho un impianto contraccettivo sottocutaneo.

Perché non ti piacciono?
Probabilmente perché devi fermarti per poterli mettere; interrompono la passione. Inoltre hanno un pessimo sapore, anche quelli aromatizzati, e mi sembra che creino una barriera, anche quando qualcuno sta dentro di te.

Hai qualche storia disastrosa da raccontare sui preservativi?
Sì! Avevo cominciato a uscire con questo ragazzo che insisteva a usare quelli più economici, ma continuavano a rompersi e ogni volta dovevo andare a farmi dare la pillola del giorno dopo. La relazione non è durata molto. Personalmente, compro quelli più resistenti. Non mi interessa tanto il mio piacere, piuttosto non voglio prendere malattie. 

L'uso del preservativo potrà mai essere meglio del sesso non protetto?
Non credo. Devi comunque fermarti per indossarlo; è questo il problema.

E se in qualche modo riuscissero a mettersi da soli?
Suppongo che potrebbe andar bene, a patto che siano supersottili ed extra resistenti.

E se emettessero suoni e fossero interattivi?
Se devo essere sincera, credo che un preservativo parlante sarebbe troppo strano. Non ci avevo mai pensato, ma grazie per l'immagine. La prossima volta che ne userò uno mi tornerà in mente.

Quindi, visto che non ci sono alternative migliori, pensi che Bill Gates ci stai prendendo in giro tutti quanti con questa sorta di caccia al pene selvatico?
Credo che ci stia prendendo in giro, perché il sesso non protetto è il massimo, ti fa vivere appieno le sensazioni—non può esserci niente di meglio. Non puoi ottenere nulla di simile con una barriera.

Faresti mai sesso con Bill Gates?
No! È solo un uomo con un sacco di soldi. Se mi pagasse molto, lo farei. Essendo Bill Gates, uno se lo aspetta. Inoltre non è l'uomo più attraente del pianeta, ma non so, c'è di peggio—probabilmente per 2.000 o 3.000 dollari si potrebbe fare.

Sicuramente ti sarà capitato molto di peggio nel tuo lavoro, no?
Eccome. Il peggiore pesava all'incirca 160 chili e aveva uno skullet. Hai presente lo skullet?

No, cos'è?
È un taglio di capelli, tipo il mullet, solo con i capelli lunghi sulle spalle e il cranio rasato.

Che schifo.
Aveva anche le tette più grosse delle mie.


Altri esperti sul tema:

Kimberly Kane

Joanna Angel