FYI.

This story is over 5 years old.

Stuff

Intervista alla pornostar più amata al mondo

Secondo le classifiche di PornHub, Lisa Ann è la pornostar più amata al mondo. L'abbiamo incontrata per chiederle che effetto fa.
13.1.14

Lisa Ann

Qualche tempo fa, PornHub ha diffuso quella che si può descrivere come una classifica delle abitudini pornografiche del pianeta terra, dalla quale si deduce che la maggioranza di quanti guardano video porno è d'accordo su tre cose: che è più rassicurante masturbarsi con un video con attori provenienti dal tuo stesso paese, che "teen" e "milf" sono le uniche due varietà anagrafiche accettabili e che Lisa Ann è l'attrice porno più ammirata di internet.

Pubblicità

La star americana, che si è fatta conoscere interpretando Sarah Palin in Who's Nailin' Paylin?, è la pornostar più cliccata al mondo e, nel caso dell'Inghilterra, anche la seconda chiave di ricerca. C'è un modello di Fleshlight che prende il suo nome, è apparsa come "Prostitute #2" nel nuovo GTA ed è stata acclamata da Fox News come una delle persone più potenti dell'industria del porno.

Ho chiamato Lisa Ann per sentire come ci si sente ad essere la porn star più amata al mondo.

Risultati di ricerca in varie città inglesi; in quasi tutti appare Lisa Ann.

VICE: Ehi Lisa, congratulazioni. Immagino sapessi già di essere la pornostar più famosa al mondo, giusto? Non avevi bisogno che te lo dicessero le classifiche.
Lisa Ann: È interessante, sono sorpresa. Dimostra che ho una carriera solida. Quando hai un momento fortunato nella tua carriera pensi sempre che poi ne seguirà uno meno felice. Ma il successo per ora è stato duraturo e divertente. Spesso la gente mi ferma per strada per chiedermi una foto, e mi verrebbe da dirgli 'Ma sono solo io!'

Cosa pensi piaccia tanto del tuo lavoro?
Non lo so! Quando guardo le scene delle altre ragazze penso "Wow, lei è davvero più brava di me." Non so perché io piaccia così tanto alla gente. Non sono molto scatenata in confronto alle altre ragazze. Quindi nessuno ti ha detto perché i tuoi video sono i più visti?
Dovrei chiederlo ai miei follower su Twitter, ma poi suonerei troppo narcisista. Sono una persona come tutti, sai. Mi sveglio ogni giorno, salgo sulla bilancia e spero di pesare un po' meno del giorno prima.

Pubblicità

Hai qualche idea per porno di nicchia per soddisfare tutti i tuoi fan nel mondo?
Ci ho pensato stamattina… cosa dovrei fare? Forse dovei cominciare a studiare i programmi in tv dei vari paesi e pensare a cosa fare per avvicinarmi a quei fan. Sto anche pensando di trovare degli agenti fuori dagli Stati Uniti per organizzare degli incontri. Devo iniziare a girare un po' ora che sono così famosa!

Dalla classifica non si può sapere, ma quale pensi sia il tuo film preferito dai fan?
Non saprei. In realtà direi quelli con le MILF. Parliamone. Ci sono un sacco di universitari che guardano porno con donne più grandi.

Lisa Ann in Who's Nailin' Paylin?

Sì, così pare, almeno dai risultati di PornHub.
Sto scrivendo un libro in cui ripercorro un po' la cronologia. Attorno al 2005 la gente ha iniziato a parlarne, ma è nel 2006 che è davvero esploso. Si è subito creata una nicchia, internet seleziona alcune scene e all'improvviso tutti guardano le MILF. Il 2008 è stato l'anno in cui ho interpretato la Palin. Tutte queste cose si sono sommate e hanno continuato a crescere.

Ti piace essere la MILF più amata al mondo?
Adoro girare scene MILF, sono divertenti. Mi piacciono di più rispetto a quelle delle attrici più giovani. Quando sei giovane ti danno da fare scene aggressive, mentre non ha senso che un diciottenne sia aggressivo con una donna di 41 anni. Divento io la parte dominante. È confortante, perché sono io che ho il controllo della scena. Mi piace come funziona, e mi piace anche un po' il fattore intimidazione. Penso sia carino.

Pubblicità

Che aspetto pensi abbia il tuo fan europeo medio?
Me lo immagino amante dello sport, perché tutti sanno che lo sono anche io. È una cosa che ho in comune con i miei ammiratori, e che è argomento di conversazione sul mio account Twitter. Quindi sì, potenzialmente amante dello sport… e del porno.

Sport e porno. Una percentuale irrisoria, praticamente. Stiamo parlando della maggior parte della gente con una connessione internet?
Sono abitudini salutari! E ora è tutto molto più accessibile, grazie a internet. Quando eravamo piccoli dovevamo curiosare nei nascondigli segreti dei nostri genitori in cerca di vecchie riviste, mentre ora è tutto più semplice e la gente si sente anche più libera di parlarne. I ragazzi non si vergognano di dire "Chi è la tua pornostar preferita?" In un certo senso è una cosa molto salutare, perché riescono ad ammettere di masturbarsi di fronte ai loro amici senza che questi li prendano in giro. Vent'anni fa non ne avremmo parlato, è un'evoluzione interessante.

I dati inglesi dicono che occupi il secondo posto nelle ricerche di Pornhub. Hai mai visto un porno inglese?
No. Devo studiare su PornHub, credo.

È un genere con produzioni molto scarse, dovresti dargli un'occhiata. Un video di scambisti di Swansea potrebbe andare bene nella San Fernando Valley?
Sì, mi piacerebbe, penso sicuramente che ci sia un mercato.

Ottimo, mi documenterò. Secondo i dati di PornHub, le chiavi di ricerca più diffuse negli Stati Uniti sono "teen", "creampie" and "MILF". Perché pensi che gli americani abbiano una passione particolare per questi tre termini?
Credimi, non vuoi saperlo. Non vorresti pubblicare la mia risposta.

Invece sì.
Gli Stati Uniti sono pieni di pedofili! Tutti vogliono venire dentro la loro ragazza, ma hanno paura di metterla incinta. E tutti vogliono una MILF perché vogliono fare sesso con qualcuno che per una volta sappia cosa sta facendo. La storia dei pedofili è orribile, lo so, ma c'è un comico negli Stati Uniti, Bill Burr, che fa uno show chiamato To Catch a Predator in cui ironizza sul fenomeno. È davvero diffuso.

Pubblicità

Capito. Per finire: visto che sei stata eletta come un'autorità del porno, qual è il futuro dell'industria secondo te?
Sai, siamo a un punto molto interessante, qui a LA si parla molto di preservativi e della crisi sanitaria dell'industria. Siamo a un momento di svolta. Credo che nel momento in cui la gente accetta un cambiamento e va avanti, dopo tutto fila liscio. Capisco i pro e i contro di girare del porno con i preservativi, e capisco benissimo come si sentano gli attori e le case di produzione. Non penso che sarà mai una cattiva idea pubblicizzare l'uso del preservativo nel mondo perché, perché così facendo, usandolo, sempre più giovani capiranno che nonostante il condom si possa fare del gran sesso. Ora invece pensano che il sesso nei porno sia migliore perché non usiamo preservativi. Ma non capiscono che il sesso appare sotto quella luce solo perché siamo attori.

È in corso una transizione, ma il porno non se ne andrà. La gente ama il porno! Magari guardo un film non-porno terribile e dico ai miei amici "La versione porno di questo sarebbe fighissimo." Ci sono commedie romantiche con un sacco di scene diverse ma tutte senza senso, e ogni volta che le vedo penso di dare al tutto un senso e dico tra me e me, "dopo questa scena, lei esce dal locale e fa sesso con tutti i ragazzi." È molto più divertente guardare i film in questo modo.

Altro sul tema:

Japorn - Chisato Shouda

Valentina Nappi, la pornonerd contro le femministe