FYI.

This story is over 5 years old.

Cultura

La più grande fan dei Beatles

Non è questione di sapere tutte le canzoni a memoria o avere qualche cimelio.
18.2.13

Lo zio ritardato di mia moglie, Lonnie, parla a malapena, ma se mettete una canzone dei Beatles canterà ogni singola parola. Non importa quale—le conosce tutte. A causa di questo suo amore per i Beatles, per Natale e in occasione del suo compleanno tutta la famiglia gli regala dei pezzi da collezione che riguardano i Fab Four. Ha tonnellate di cimeli: libri, magliette, bambole, dischi, tazze, stampe di fotografie, bobblehead e via dicendo.

Quello che non ha, tuttavia, è un tatuaggio dei Beatles sul buco del culo. (E tutti i tatuatori dovrebbero sentirsi sollevati per questo, perché Lonnie non sa pulirsi. Fortunatamente negli anni ha cominciato a farsi la doccia dopo ogni volta che va in bagno.)

“Recensisco” dischi su BurningAngel.com più o meno come “recensisco” i porno per VICE. Di recente ero sul sito e sono rimasto allibito di fronte a una ragazza di nome Zarrah Angel e al suo tatuaggio. È raro che mi entusiasmi per un tatuaggio. Forse al volgere del secolo potevo essere più propenso a dare una seconda occhiata, ma nel 2013 ho visto abbastanza ancore, teschi e cuori da far sopravvivere un gatto durante le sue sette vite. Eppure il tatuaggio di Zarrah ha attirato la mia attenzione—o meglio, il suo ano ha attirato la mia attenzione, e per caso ho notato le parole “Let it Be” tatuate appena sopra.

Cavolo! Le piacciono i Beatles addirittura più quanto piacciano a Lonnie, ho pensato. Improvvisamente ho sentito di dover intervistare la nuova stellina del porno/cam girl per chiederle qualcosa a proposito della lunga e tortuosa strada che porta a tatuarsi l’ano. Ho preso un aereo per LA qualche giorno dopo la sua prima scena di doppia penetrazione così da poter discutere insieme per ore su chi fosse meglio: Lennon o McCartney. Purtroppo, la conversazione è stata piuttosto breve.

* Cliccate qui per accedere a una galleria di fotografie dell’ano di Zarrah davvero NSFW.

VICE: Quando ti sei appassionata ai Beatles?
Zarrah: In realtà non mi piacciono così tanto. Questo tatuaggio è stato solo un’idea divertente. Non ha nulla a che fare con i Beatles.

Hai un tatuaggio con scritto “Let it Be” sull’ano e non ti piacciono i Beatles???
Non ho niente contro i Beatles, conosco qualche loro canzone, ma non sono una grande appassionata.

Allora perché ti sei fatta tatuare “Let it Be” sull’ano? Non ti piace il sesso anale?
No, mi piace il sesso, assolutamente. L’ho fatto perché ero ubriaca e mi era sembrata un’idea divertente, anche perché un mio amico mi ha detto che l’avrebbe fatto gratis. Ci ho pensato un paio di giorni e poi mi sono detta, “Ma sì, mi farò un tatuaggio sul buco del culo con scritto 'Let it Be' con un calabrone che vola via!”

Ma non è scritto come lo farebbe un calabrone. Perché?
Non lo so. È buffo. È fico. Mi piace. È unico.

Ma, ma, ma—
Sembra che tu sia deluso dal fatto che non sono fan dei Beatles e che non c’è chissà che significato dietro.

Pensavo che fossi la più grande fan dei Beatles al mondo!
Non lo sono affatto!

Se fossi stata una fan dei Rolling Stones ti saresti fatta “Let It Bleed”?
No, mi sarei fatta la lingua dei Rolling Stones.

Capita mai che ti sanguini l’ano?
No. Non che io sappia. La mia vagina invece sanguina.

L’altro giorno hai fatto la tua prima scena di doppia penetrazione anale—niente sangue?
No, anche io lo temevo. Mi chiedevo, “È sano? È giusto? Dovrei farlo?” Ma Joanna Angel ha detto che andava bene, quindi andava bene. Cercavo semplicemente di fare bella figura con Joanna, ecco tutto. Nella mia testa mi dicevo, “Ciao. Sono Joanna e sono una troia.” E ha funzionato.

Tua madre e tuo padre sanno che hai la scritta “Let it Be” tatuata sull’ano?
Non lo so. So che mia madre è a conoscenza del mio tatuaggio sull’ano, ma non credo sappia cosa rappresenti.

Come fa a saperlo? L’ha visto?
Gliel’ho detto io. Le ho detto semplicemente che avevo un tatuaggio sull’ano. Non ho un filtro e a volte dico cose che non dovrei dire.

Non è sempre lei ad aver scoperto accidentalmente che lavori nel porno?
Già. Ho lasciato un contratto di Burning Angel nel nostro scanner e quando sono tornata a casa mi ha chiesto di parlarne.

Allora, com’è stato farti tatuare l’ano?
Faceva davvero molto male. È il tatuaggio più doloroso che abbia mai fatto; ma è stato rapido quindi non è stato così terribile. Faceva molto male nella fenditura tra le chiappe. Una volta arrivato sulle natiche non era così tremendo.

Tecnicamente non è proprio sull'ano. È un paio di centimetri sopra.
Sì, è tra le chiappe, sopra l’ano.

Perché non ti sei fatta tatuare proprio l’ano, se volevi fare una cosa a effetto?
Perché ci stava bene. Sinceramente non riuscivo a capire dove stessero facendo il tatuaggio. Io pensavo fosse più vicino all’ano, ma è figo comunque.

So che qualcuno ci si è fatto tatuare LOVE STINKS.
Sì, io ho visto una ragazza che aveva la scritta BUTT SLUT che partiva dall’ano e arrivava fino davanti, su quella parte tra la vagina e il buco del culo. Ma io sono la vera ragazza con l’ano tatuato. L’ho fatto prima che fosse una cosa figa. Su internet c'è un video di un’altra ragazza che si fa tatuare l'ano,  sembra completamente ubriaca. L’ha fatto apparire come qualcosa di cattivo gusto. Penso che ci sia scritto il nome del suo ragazzo e se l’è fatto fare a una convention di tatuaggi, completamente sbronza, di fronte a un mucchio di persone.

Credo che scompaia se lo fai proprio sull’ano, dato che lo si usa così tanto.
Sì, quindi io l’ho fatto nel posto giusto, è così apposta.

Già, durerà per sempre e un giorno potrai mostrarlo ai tuoi figli.
In effetti è ancora un tatuaggio molto vivido, anche dopo tre anni. È stato fatto abbastanza bene.

Ti capita che la gente voglia fare amicizia con te solo perché hai un tatuaggio sull’ano?
Probabilmente. Ci sono persone che vogliono fare amicizia con me perché sono favolosa. Un sacco di gente vuole essere mia amica perché faccio porno.

Lavori anche via webcam. Quanto costerebbe farti ascoltare i Beatles mentre giochi con il tuo ano?
Se mi paghi sono d’accordo.

Quanto? La canzone “Let It Be” dura quattro minuti e tre secondi. Quanto faresti pagare uno spettacolo di quattro minuti in webcam?
Guarda, per te probabilmente 50 dollari. Per gli altri 100. Che sono un po’ tanto per soli quattro minuti di giochetti anali, ma la vita è dura quando hai un tatuaggio sull’ano: tutti vogliono vederlo. Nei locali mi capita di farlo vedere per bere gratis. Capita che io sia molto ubriaca, e che i miei simpaticissimi amici dicano, “Sì, è una pornostar e ha un tatuaggio sull’ano!” Allora tutti si incuriosiscono e a me non importa, quindi lo mostro.

È mai successo a un matrimonio?
No, non sono mai stata a un matrimonio.

A un bat mitzvah?
Mai stata a un bat mitzvah.

Una festa di pensionamento?
Casa di mia nonna conta? È strano?

L’hai fatto vedere a tua nonna?
No! Mia nonna non sa nemmeno che ho una croce rovesciata sul petto. Probabilmente le verrebbe un attacco di cuore e morirebbe. È super cristiana. Mi dà sempre degli opuscoli sulla Bibbia.

È per questo che te la sei fatta? Per essere una ribelle?
No. Avevo 18 anni e pensavo che una grossa croce al contrario mi avrebbe dato un aspetto da vera metallara. Ora non vedo l’ora di farne qualcosa per renderla carina, in modo da poter indossare delle magliette senza essere guardata male dagli ottantenni. Ma il mio tatuaggio sull’ano lo terrò per sempre. È fantastico. E lo sarà ancora anche quando avrò 80 anni e il mio ano avrà 15 emorroidi.

Altro da Chris Nieratko:

Sogni d'infanzia che si avverano: Star Wars XXX

Kimberly Kane