Pubblicità
Music by VICE

Le 50 canzoni italiane del 2019

Quali sono le migliori canzoni italiane del 2019? Abbiamo fatto una playlist che ha dentro di tutto per darvi la risposta, che va dal rap al pop all'indie all'itpop all'elettronica.

di Redazione
27 dicembre 2019, 10:22am

Fotografie promozionali

Ciao, abbiamo preparato una lista di 50 pezzi che ci sembra raccontino bene l'anno che abbiamo appena passato. Sono le migliori canzoni italiane del 2019? Non necessariamente. Non è una classifica, è più un riassunto cronologico di pezzi che ci sono sembrati importanti, significativi o anche solo, semplicemente, belli. Stanno anche tutti in una playlist su Spotify.

Lungo il corso della lista trovate anche dei link ad articoli e video che abbiamo fatto quest'anno. Qua trovate invece la stessa cosa, ma con le canzoni internazionali. Pronti? Via.

Franco126 - "Ieri l'altro"

Il pezzo più strappalacrime, scarno e meglio riuscito di Stanza Singola. È un ricordo d'infanzia di un amico scomparso—come ci ha detto Ugo Borghetti, "Io non so se ce la farei a cantare 'Ieri l'altro' senza piagnere." Ed è il pezzo che chiude il piccolo documentario che abbiamo girato con Franco a Roma.

Gomma - "Fantasmi"

"Fantasmi", ci ha detto la persona che l'ha scritta, è un pezzo che parla di sentirsi inadeguati in mezzo alle persone, di senso di colpa. È il manifesto di un album cupo, opera della maturità di una belle band con le chitarre ancora più promettenti d'Italia.

Gianni Bismark - "Università (feat. Franco126)"

Il pezzo che tira fuori il succo amaro che sta dentro a quel melograno ammaccato dalla vita che è il rap di Gianni Bismark.

Mahmood - "Soldi"

Come abbiamo già detto, "Soldi" di Mahmood, Dardust e Charlie Charles è la vittoria della nostra generazione musicale nel tempio della tradizione musicale italiana. Tutto qua.

Achille Lauro - "Rolls Royce (feat. Boss Doms & Frenetik&Orang3)"

Come si reinventa una carriera e ci si crea un nuovo linguaggio nello spazio di neanche tre minuti.

Giorgio Poi - "Stella"

La musica di Giorgio Poi è, in quell'ampio campo chiamato itpop, una delle poche che sono riuscite a crearsi un sound e una voce uniche. "Stella" ne è un manifesto.

Mace & Ckrono - "Vroom Vrau (feat. MC Bin Laden)"

Due dei producer e DJ più forti d'Italia vanno in Brasile e fanno una hit baile funk con uno degli MC più forti del mondo. Ci sembra abbastanza, no?

C'mon Tigre - "Mono No Aware"

Otto minuti di svisate senza alcuna geografia per concludere il ritorno di uno dei collettivi più difficili da inquadrare della storia recente d'Italia? Cantato in un inglese più che credibile? Per noi è sì.

Massimo Pericolo - "Sabbie d'oro (feat. Generic Animal)"

Il pezzo che ha dimostrato all'Italia intera che Massimo Pericolo non era solo calci in faccia e fanculo la scuola, mi fumo la droga. "Ha messo d'accordo tutti", come ci ha detto lui stesso nel suo episodio di People Versus.

Lazza - "Re Mida"

Il 2019 è stato l'anno in cui Lazza è diventato qualcosa di più di "un rapper con le punchline" o "il rapper che suona il pianoforte". "Re Mida", la traccia che dà il titolo al suo album, è il suo fiore artistico che sboccia.

72-HOUR POST FIGHT - "LOST MY"

Di un pezzo come "LOST MY" e dell'album da cui è tratto la musica italiana aveva proprio bisogno—ibrido tra elettronica, jazz e black music, ipnotico, strumentale.

PSICOLOGI - "Polvere da sparo"

Il fuoco dei diciott'anni, la voglia di spaccare tutto e non arrendersi alla nullafacenza, un ritornello memorabile. La meglio gioventù.

Zyrtck - "MAJIME"

Una piccola sorpresa del SoundCloud rap italiano—Zyrtck dice così tante cose e le dice in un modo così memorabile che non importa neanche il contenuto.

Yonic South - "Wild Cobs"

C'è tutta una scena con le chitarre iper bella tra Brescia e Mantova. Si costruisce attorno a termini come "garage" e "psichedelia", e "Wild Cobs" degli Yonic South è la sua espressione più coinvolgente e riuscita finora.

Coma_Cose - "MANCARSI"

Con "MANCARSI", singolone riuscito alla perfezione di HYPE AURA, i Coma_Cose hanno portato all'apice la loro poetica fatta di milanesità, vita urbana, amore mezzo spensierato, nostalgia, giochi di parole e sorrisi. Sarà bello vedere che cosa si inventeranno adesso.

Quentin40 - "Botti"

La realizzazione della promessa che era "Thoiry", e l'opportunità di lasciarsi finalmente dietro il peso di quella grande hit. È con brani come "Botti" che Quentin40 dà lezioni di stile, scrittura e cuore.

MYSS KETA - "LE RAGAZZE DI PORTA VENEZIA REMIX (feat. Elodie, Priestess & Joan Thiele)"

E chi l'avrebbe mai detto che dopo anni di gavetta tra via Lecco e via Melzo, tra le file delle ragazze di Porta Venezia sarebbero entrate così tante persone? Nessuno, ed è per questo che questa canzone è qua—a riconoscere un progetto più che riuscito.

Tauro Boys - "Ready For War (feat. Knowpmw)"

Gli ibridi tra pop punk, emo, SoundCloud Rap e trap sono arrivati anche in Italia, e "Ready For War" è la cosa migliore che hanno generato finora.

Radical - "Navicella"

A volte non serve reinventare la ruota per fare un pezzo memorabile. Basta avere l'orecchio per la melodia e partire per lo spazio.

Izi - "Dolcenera"

Il rap che si fa cantautorato senza perdere nemmeno un grammo del peso emotivo dell'originale, la Genova del passato e quella del presente che si incontrano.

Venerus & MACE - "Love Anthem, No 1"

Quest'anno Venerus ha fatto tutto il possibile per portare un modello di R&B diverso dal solito in Italia—e ci è riuscito molto bene, come dimostra "Love Anthem, No 1".

Caterina Barbieri - "Arrows of Time"

Un'introduzione al mondo di Caterina Barbieri e alla sua pratica strumentale, puro suono da ascoltare a occhi chiusi.

Ketama126 - "SCACCIACANI (feat. Massimo Pericolo)"

L'incontro tra Brebbia e Roma, tra Love Gang ed Emodrill, tra due delle persone che sono diventate sinonimo di autenticità nel rap italiano—con una produzione di classe di Crookers e Nic Sarno a metterci un fiocchetto sopra.

Pippo Sowlo - "Re: Inoki"

Il Drake della capitale voleva dissare Inoki, ma poi si è reso conto di essere un cojone e ha fatto un pezzo e girato un video incredibile. Se non ridi ascoltandolo sei morto dentro.

CoCo - "Vorrei"

Quando CoCo parla come in "Vorrei" apre finestrelle sui desideri che non abbiamo la forza di tirare fuori dal cervello prima e dalle corde vocali poi. Tanto meglio se lo fa un beat tanto accogliente quanto dispettoso come questo di Geeno.

LIBERATO - "NIENTE"

I lieti fini sono una noia, nelle storie d'amore, ed è per questo che "NIENTE" di LIBERATO è così forte. Dopo balli, tira e molla, dichiarazioni, canti e grida, resta solo il suono di un respiro solo, stanco, arreso.

Pufuleti - "Cicogna"

"Carabinieri anticloro / Dal Mount Wasabi con il mio figliolo / Duemila anni fa venne sull'onda come un pizzaiolo / Superfico, Pufuleti donnaiolo / Contro santi, senza miracoli / I miei ragazzi mi portano a Napoli". Una cosa unica per il rap italiano, e neanche viene dall'Italia.

Madame - "17"

La riconferma del talento cristallino di Madame dopo l'exploit di "Sciccherie", il pezzo che ci fa stare tranquilli sul suo futuro creativo.

Tommy Toxxic aka Goya - "Morto a dicembre"

Un notturno riuscito alla perfezione. Su un beat pachidermico di NIKENINJA, Goya lascia libera la mente e la penna, si giostra tra interlocutori reali e immaginari, si guarda dentro senza ben sapere che cosa troverà ma con un cattivo presentimento.

MACHETE - "Yoshi (feat. Fabri Fibra)"

Quest'anno MACHETE ha sfornato hit su hit—scegliamo "YOSHI" perché ci sembra quella che ha messo d'accordo tutti, ma tutto il Mixtape da cui è tratta si meriterebbe di stare qua.

FSK SATELLITE - "UP"

La sezione gabber è un nuovo classico del rap italiano? Staremo a vedere, ma intanto questa gloriosa produzione di Greg Willen è stata trattata benissimo dalla FSK, che ha cristallizzato il suo valore nel glorioso grido "I SOLDI NON CI BASTAN / LA DROGA NON CI BASTA / PRIMO PENSIERO È MAMMA / SECONDO FSK".

Stormzy - "Vossi Bop (Remix) [feat. Ghali]"

La più grande collaborazione Italia-UK di sempre.

Aya Nakamura - "Pookie (feat. Capo Plaza) - Remix"

Una delle poche tracce che quest'anno è stata nelle orecchie di tutti per un sacco di tempo. Fortuna vuole che sia una hit, e il momento di connessione Francia-Italia più riuscito dai tempi di Sfera ed SCH.

Sick Luke - "Since A Little Kid"

"Since A Little Kid" è davvero semplice, ma davvero ben fatta. Cloud rap da manuale, puro miele per le orecchie, e uno dei pochissimi pezzi rap italiani in inglese davvero riusciti.

GIALLORENZO - "RASTA CHE FA LE FOTO"

Non è scontato fare dischi con le chitarre con riferimenti inediti per la tua nazione. E poi farli così piacevoli all'ascolto da poter convincere anche gli occasionali. E unire le canzoni in un concept ben fatto. E scriverci pure una fanzine. E fare un pezzo come questo, tutto saltelli e balzi al cuore.

Night Skinny - "Mattoni (feat. Noyz Narcos, Shiva, Speranza, Guè Pequeno, Achille Lauro, Geolier, Lazza, Ernia, Side Baby, Taxi B)"

La posse track dell'anno, coronazione della gloriosa fotografia dello stato della scena nel 2019 che è Mattoni di Skinny, un generatore di punchline e meme.

Don Joe - "Cos'è l'amore (feat. Ketama126 & Franco126)"

Un sogno che si realizza per ogni romano—le due voci principali della Love Gang insieme al Califfo, il tutto orchestrato da uno dei producer storici dell'hip-hop italiano.

Tommy Dali - "'99"

La voce che si spezza, la nascita di una nuova speranza dell'R&B in Italia, un pezzo che potrebbe anche non dire niente da quanto lo dice bene—solo che lo dice, eccome.

Marracash - "Quelli che non pensano (feat. Coez)"

Già è molto bello che Marra abbia riesumato un classico del rap italiano. Poi è ancora più bello che ci abbia scritto sopra un testo lucido, brutale e spietato su tutto il brutto del mondo, dei nostri tempi e dell'Italia. Ne parla anche nell'episodio di Noisey Personal, se non l'avete visto.

wuf - "Maiden"

Non è facile spiegare perché un pezzo lo-fi hip-hop è meglio di un altro, ma wuf sembra avere qualcosa in più nel marasma di producer senza nome che massaggia il cervello collettivo di internet. "Maiden", note di pianoforte sorrette da un fischio tremolante, ne è un buon esempio.

Abby 6ix - "Jail of Milan 2"

Di solito i sequel non sono efficaci come gli originali, ma Abby 6ix è riuscito a ricreare la magia dell'originale e a farci credere, con il suo flow brillantemente monocorde, che davvero in Barona si può crescere come ad Harlem.

Enzo Dong - "Limousine (feat. Tedua)"

"Ci eravamo promessi di stare insieme alla fine di tutto." Vi ricordate quanto sembrava tutto puro tre anni fa, quando Enzo e i ragazzi della Nuova Scuola erano all'inizio delle loro avventure? Un pezzo come questo, realizzato e ascoltato oggi, è da brividi, e il migliore di Enzo finora.

Tutti Fenomeni - "Valori Aggiunti"

Un capolavoro del nuovo Tutti Fenomeni, un ragazzo che ha una scrittura di quelle che escono di un po' dai confini in cui tutti, in un gioco di imitazioni reciproche, abbiamo deciso di disegnarci attorno. "Voglio incidere solo dischi brutti / Così sarò sicuro di piacere a tutti", come dice lui. "Andiamo a fare il mondo bello."

Lil Jolie - "Farsi Male"

Il primo pezzo non su SoundCloud di una delle voci più malinconiche e dolorose del SoundCloud italiano—e, giustamente, è davvero molto malinconico e doloroso. E ben fatto, grazie anche alla produzione di Close Listen e alla penna di Vipra.

Geolier - "Yacht (feat. Luche)"

Un padre e un figlio, artisticamente parlando, che si ritrovano sulla stessa traccia. Emanuele, il debutto di Geolier, è pieno di momenti emozionanti ma è in questo che si sente il testimone del rap campano passare di mano in mano.

Paky - "Rozzi"

Lo street rap esiste ancora, gli inni di quartiere e di città esistono ancora. Tutto qua.

maggio & Tanca - "Raffreddore"

Invece di un emo rapper che fa il verso agli americani, abbiamo un emo rapper con il suo grande amico chitarrista e producer che prende ispirazione dal nostro, di emo, e ci fa pezzi convincenti e laceranti e bellissimi come questo.

tha Supreme - "m12ano (feat. Mara Sattei)"

Questo pezzo è qua perché è il più semplice di 23 6451—due fratelli, melodia, una storia come tante. Un momento di equilibrio nel turbine di innovazione che è la musica di tha Supreme.

Vegas Jones - "Follia del Mattino"

Vegas e Boston George hanno pubblicato La Bella Musica quasi dal nulla, e l'hanno fatto così in fretta che non abbiamo fatto a tempo a organizzarci per renderci conto di quanto sia una conferma del valore della loro coppia artistica. Ah, e "Follia del Mattino" è un titolo bellissimo.

Andrea Laszlo De Simone - "Immensità (Suite)"

25 minuti che sembrano usciti da quando la musica italiana non doveva fare le canzoni ironiche di tre/quattro minuti su tutti i più noiosi stereotipi sulle città, le relazioni, quelle cose lì.

Segui Noisey su Instagram, Twitter e Facebook.

Tagged:
Noisey
2019
canzoni rap 2019
migliori canzoni 2019