FYI.

This story is over 5 years old.

Design

Questi architetti hanno pensato un "grattacielo vivente" in simbiosi con la natura

Come gli Ent del Signore degli Anelli, ma per viverci dentro.
30.4.14

Immagini via eVolvo

Esistono giardini verticali alti quanto grattacieli, ma il design di “Re-Silience”, in concorso per la eVolvo Skyscraper Competition, porta il concetto di verde ad un altro livello. La costruzione è stata proposta dai cileni Diego Espinosa Figueroa e Javiera Valenzuela Gonzalez ed è pensata per creare la struttura trattando biomassa e terreno come “una cosa sola”.

Tutto nasce dall'osservazione di forme naturali come i nidi d'ape, le barriere coralline e i nidi di formiche. Il progetto prevede un sistema energetico basato su un impianto geotermico e pannelli solari, un sistema idrico che raccoglie pioggia e acqua dal sottosuolo, e delle piattaforme per collegare i piani principali alle capsule abitabili. La struttura non solo sarebbe fatta di terra, ma, guardando i disegni, sembra che il grattacielo semi-cavernoso avrebbe anche le pareti coperte di muschio.

Pubblicità

Ovviamente si tratta solo di un progetto, ma immaginatevi di vivere in un complesso residenziale che è davvero un tutt'uno con la natura. Certo, la muffa sarebbe una presenza costante, ma non sareste mai a corto di aria fresca. Qui sotto potete dare uno sguardo ad alcuni schizzi di “Re-Silience”:

h/t Yanko

@zachsokol