Droga

Come non avere a che fare con gli spacciatori, secondo alcuni spacciatori

Un consiglio: se non puoi permetterti l'erba, non comprarla.

di Caroline Thompson
17 marzo 2017, 7:59am

Illustrazioni di Brandon Celi.

Come ormai tutti sappiamo in gran parte del mondo l'erba è ancora illegale, e questo significa che per procurarsela si fa necessario avere interazioni frequenti con uno spacciatore—categoria di cui abbiamo parlato diffusamente in relazione al ritrovamento del vostro numero sulla loro rubrica, alle loro tecniche, ai loro rapporti personali o fotografandone i biglietti da visita e intervistandoli a proposito della loro clientela (a Milano e a Roma, per esempio).

Se volete sapere come funziona la legislazione sulle droghe in Italia e cosa succederebbe in caso di legalizzazione della cannabisinvece potete andare qui.

Oggi invece abbiamo parlato con alcuni spacciatori di Chicago dei do&don'ts delle interazioni con la clientela.

NO

Odio profondamente quando la gente vuole trattare. Costa quello che costa. Se non puoi permettertela, non comprarla. Accetto solo contanti. C'è ancora un numero sorprendente di persone che cercano di pagarmi in moneta. Se devi mettere insieme i centesimi per pagare, forse non dovresti proprio comprare erba!

Non è che non faccio sconti. Li faccio ai miei amici, ovviamente, e li faccio a chi compra grosse quantità, come tutti i commercianti. Alcuni danno per scontato che dopo aver comprato da me per un po' di volte avranno uno sconto fedeltà. E se, certo, lo faccio, lo faccio ai miei termini. Non me lo chiedere, sono io che lo tirerò fuori quando avrò deciso che te lo meriti. Non vai in un ristorante in cui sei stato più volte chiedendo uno sconto. Se hanno un programma fedeltà te lo faranno sapere, e se vogliono che torni ti faranno uno sconto.

Passando alla comunicazione, mi interessa più la chiarezza che la discrezione. Per come la vedo io, l'erba diventerà comunque legale presto, e io non vendo grandi quantità. Direi che i miei clienti sono più paranoici di me. Alcuni usano parole in codice per l'erba che conoscono solo loro, e io finisco per non capire di cosa stiano parlando. C'è gente che chiama un'oncia "una cipolla", quindi ricevo messaggi che dicono, "Ciao, mi dai una cipolla?" Ma di che cazzo parli, zio? Dimmi cosa vuoi, e ti procuro quello che ti serve. 

Infine, non starmi tra i piedi dopo la transazione. Mi piacciono le conversazioni piacevoli, ma facciamole durare non più di due minuti. E non fumerò con te, a meno che tu sia mio amico, quindi non rimanere solo perché speri che ti offra dell'erba gratis dopo avertela venduta. Vai a fumarti la tua. —Sam, 29 anni

PROPRIO NO

Il servizio che offriamo ha un sacco di regole, e si basa interamente sulle referenze, che sono il bene più prezioso. In pratica, hai bisogno di tre persone che garantiscano per te, e spesso per motivi di sicurezza la parola di qualcuno perde completamente di valore. Se sei abbastanza fortunato per diventarne membro, attieniti alla prima regola del Fight Club: non parlare del Fight Club. Niente post su Reddit, Facebook, Twitter o altri social. Non dare il mio numero ai tuoi amici. Finirai sulla lista nera.

Su questa stessa linea, abbiamo il tuo numero e il tuo indirizzo nel nostro database. Non ordinare da casa d'altri, o finirai sulla lista nera. E ci finirai anche se ti fai portare erba a casa mentre hai una festa in corso. Non fare lo stupido. 

E non cercare di fregarci con il pagamento. Offriamo tre qualità, se non puoi permetterti altro compra quella più scadente. Ci sono volte in cui ti daremo comunque erba migliore, se ordini quella più scarsa ma noi siamo già in giro con l'altra, ma non succede spesso. Non cercare di fregare il sistema, o dovrai tornare a chiedere agli amici di amici se sanno dove trovare dell'erba. —Josh, 28 anni

DAVVERO, NO

Dato che sono una donna, tutti pensano che sia più debole, ma onestamente i miei clienti non mi spaventano affatto. Il problema più grande che ho avuto è sempre stato quello delle donne che diventano ossessionate da me. Davvero! Una ragazza una volta voleva così tanto essere mia amica che mi comprava chili d'erba e mi portava anche gioielli vintage in regalo. Era molto dolce, ma dopo un po' è diventata fastidiosa. Se non sto facendo l'amica, non mi stare addosso. 

A proposito—molti mi chiedono se possono avere erba a credito, e mi fa incazzare. Non lo permetto a nessuno, a meno che siano amici intimi. Perché poi la gente pensa di poter aggiungere roba al conto senza mai saldarlo. Se glielo permettessi, continuerebbero all'infinito. 

Non chiamarmi a ore strane. Di notte dormo come tutti gli altri, e non mi piace per niente essere svegliata da quattro chiamate perse e 16 messaggi disperati. Ho depennato alcune persone che l'hanno fatto. E non scrivermi in continuazione. A volte sono di fretta, o sono fuori città, e per qualche giorno non rispondo. Se di venerdì ti dico che sono fuori fino a lunedì sera, scrivermi di sabato, domenica e lunedì mattina non cambierà nulla. Che è quello che ti direi se decidessi di risponderti, ma non mi va. 

A seconda della droga, sì, probabilmente so dove la puoi prendere, ma non ti manderò dal mio spacciatore, e meno che tu sia un mio amico e stiamo andando a una festa insieme. In questioni di spaccio diverse dall'erba, non voglio entrarci.—Lilly, 21 anni

NON SCHERZIAMO

Preferisco essere contatto in orario d'ufficio, sia in settimana che nel weekend. Al momento è il mio unico lavoro, ma comunque ho una vita. Non sei contento se il tuo capo o i tuoi clienti ti chiamano di martedì notte, no? Quindi non capisco perché dovrei rispondere io. 

Non chiedermi se puoi pagare in altri modi, o dopo. Non puoi. Contanti o niente. Ancora più importante, non chiedermelo dopo che mi hai chiesto un sacco d'erba e sono venuto a portartela. Mi hai fatto perdere tempo, e non vorrò mai più farti favori. 

E infine, sii paziente. So che ho il coltello dalla parte del manico. Posso dire che sarò lì entro 20 minuti, ma so anche che posso metterci quanto voglio, visto che l'erba ce l'ho io. Non aspettarti che arrivi in orario, e non riempirmi di messaggi per sapere dove sono. Arrivo quando arrivo. — Antonio, 26 anni

Tutti i nomi sono stati cambiati. 

Segui Caroline Thompson su Twitter.