Le prime rivelazioni di Kendrick Lamar sul suo prossimo album

K Dot ha parlato un po' delle sue idee per il quarto LP in un'intervista con T Magazine.
02 marzo 2017, 10:40am

Il terzo album di Kendrick Lamar To Pimp a Butterfly è diventato un classico immediatamente dopo la sua uscita a marzo 2015. Da allora, i fan cercano febbrilmente indizi del suo seguito. Ma come ben sappiamo, visto il modo di operare di TDE, non si sono fatti grandi progressi in quel campo. Per nostra fortuna, Kendrick è finito sulla copertina dell'ultimo numero di T Magazine insieme a Beck e Tom Waits. Nell'intervista contenuta all'interno, ha fornito un po' di informazioni sulle possibili tematiche del suo prossimo album.

In questa conversazione, alla domanda su che cosa gli stesse passando per la testa, Kendrick risponde: "Sto pensando ai miei fratelli minori. Uno è più grosso di me, ha 22 anni. Un altro ne ha appena compiuti 11. La mia famiglia". Prosegue: "Penso che oggi, per dove siamo arrivati negli ultimi mesi, mi concentrerò esclusivamente sul tornare alla mia comunità e alle altre comunità in tutto il mondo dove si sta lavorando alla base. To Pimp a Butterfly dava un nome al problema. Ora mi trovo a non voler più indicare il problema", ha detto. "In questo momento stiamo escludendo un elemento molto importante dalle nostre vite: Dio. Nessuno ne parla perché è quasi in contrasto con quello che sta succedendo nel mondo quando si tratta di politica, di governo e di sistema".

Kendrick ha anche detto che questo album sarà "molto urgente" e ha chiesto all'intervistatore se avesse dei bambini, al che lui ha risposto che ha una figlia. A quel punto Kendrick ha detto: "È questo che mi passa per la testa come autore. Un giorno, potrei avere una bambina. Ed è a una bambina che penso in particolare, che coincidenza che tu abbia una figlia. Diventerà grande. Sarà una bambina che adoro, l'amerò per sempre, ma arriverà a quel punto in cui incomincerà ad avere delle esperienze. E dirà o farà cose che tu potresti non approvare, ma è la realtà e tu sai che lei è destinata a spingerti fino a quel punto. E fa paura. Ma devi accettarlo. Devi accettarlo e devi avere le tue soluzioni per capire come gestire queste cose e come agire".

Poi ha proseguito: "Quando dico 'la bambina', l'analogia è quella di accettare il momento in cui lei diventa grande. Amiamo le donne, amiamo stare con loro. A un certo punto potrei avere una bambina che cresce e mi parla del suo rapporto con una figura maschile—cose che la maggior parte degli uomini non vogliono sentire. Imparare ad accettarlo e a non scappare da ciò, è così questa sensazione che voglio da questo album".

Sfortunatamente, al giornalista non è stata concessa l'opportunità di ascoltare neanche un frammento del materiale. Leggi l'intervista completa in inglese qui.

Foto: Screengrab di un'altra intervista da YouTube.

Segui Noisey su Twitter e Facebook.