FYI.

This story is over 5 years old.

Siamo atterrati su una cometa che fa musica

...e qui sulla terra lo stiamo già remixando.
13.11.14

Un'immagine della cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko, via

Che la cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko approvi o meno la colonna sonora di Vangelis commissionata dall'ESA, questo proiettile spaziale sta producendo una sua musica: “il Plasma Consortium di Rosetta (RPC) ha scoperto una misteriosa “canzone” che la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko sta cantando nello spazio,” ha annunciato l'ESA. “Non ce lo aspettavamo e stiamo lavorando per capire le cause fisiche di ciò che sta accadendo,” ha spiegato Karl-Heinz Glaßmeier della Technische Universität di Braunschweig.

I suoni sono stati rilevati non appena la sonda Philae si è trovata a circa 100 km di distanza dalla cometa, grazie alla strumentazione di bordo: nonostante la musica della cometa avesse la bassissima frequenza di 40-40 millihertz, non udibile dall'orecchio umano, il compositore tedesco Manuel Senfft ha deciso di musicarla per il SoundCloud dell'ESA.

E alcuni artisti si sono già cimentati in remix di questa composizione cosmica. Come il mash-up R&B di Flawless, una ballata spaziale degna di Interstellar 5555 dei Daft Punk. O la club music di Renovatio, che ci ricorda tanto il Plastikman degli esordi. O il pezzo rallentato dell'80% di RainbowShadow, che sembra essere uscito direttamente dalla colonna sonora di Solaris.

È possibile che la musica della cometa non sia altro che un insieme delle “oscillazioni nel campo magnetico della cometa,” ma ciò non toglie il fatto che i messaggi sonori di 67P/Churyumov–Gerasimenko siano davvero affascinanti.