rule britannia

Bare Knuckle: boxe a mani nude nel Regno Unito

Dagli archivi, il nostro documentario sul mondo torbido e violento della boxe a mani nude inglese.
31 maggio 2017, 9:43am

"Bare knuckle" è un'espressione dotata di un significato profondo nell'immaginario collettivo delle isole britanniche. Queste due parole, e l'idea di lotta a mani nude, evocano un universo sempre presente ma sommerso e inafferrabile fatto di giubbotti, camper, cani, teste rasate, nasi rotti, bracciali d'oro, balle di fieno e pub dall'aria losca. È il mondo di Lenny McLean, Roy Shaw, Bartley Gorman, "Big" Joe Joyce e Cliff Fields, e anche quello di Charles Bronson, prima che si spalmasse di burro e attaccasse un guardia carceraria. È un mondo che non perdona la debolezza, e che crede che prendersi a pugni con i guantoni non sia altrettanto divertente.

Basta guardare alla voce True Crime (o Snatch) su Amazon o ai commenti dei video di lotta per capire il fascino innato esercitato dal mondo della BKB (Bare Knuckels Boxing). Lennox Lewis, Joe Calzaghe, Amir Khan e gli altri avranno anche una collezione di cinture e trofei, oltre a qualche comparsata a Ballando con le Stelle e scandali di droga alle spalle, ma il torbido mondo della boxe a mani nude rimane molto più affascinante. Ed è per questo che VICE UK ha voluto girare un documentario sull'argomento.

Guarda il documentario completo qui - Bare Knuckle: boxe a mani nude nel Regno Unito, e leggi l'articolo qui.