crimine

La sanguinosa storia d'amore tra le reginette di bellezza e i narco-boss messicani

Il direttore di Miss World Messico, la competizione di bellezza più importante del paese, è stato ucciso a colpi di pistola lo scorso fine settimana, ed è solo l'ultimo di una serie di casi simili, spesso a movente passionale.
09 agosto 2016, 7:25am
Photo via la page Facebook de Miss Mexique

Il direttore di Miss World Messico, la competizione di bellezza più importante del paese, è stato ucciso a colpi di pistola lo scorso fine settimana — appena dopo avere incoronato la nuova reginetta nello stato di Sinaloa.

La premiazione è avvenuta sabato pomeriggio a Culiacan, la capitale della regione controllata dall'omonimo cartello del narcotraffico governato fino a qualche mese fa da El Chapo.

Poche ore dopo la cerimonia, il cadavere di Hugo Rubén Castellanos Jiménez - che aveva 35 anni - è stato ritrovato nel bagagliaio di una Jeep Cherokee rubata.

Le autorità non hanno ancora diffuso dettagli né parlato esplicitamente di un collegamento tra i due eventi, tuttavia i concorsi di bellezza in Messico sono da tempo collegati al mondo del commercio di droga.

Leggi anche: Sean Penn ha trascorso una notte con El Chapo 'bevendo tequila e mangiando tacos'

In questo filone Sinaloa, lo stato che ha dato i natali a moltissimi trafficanti famosi, vanta una lunga tradizione: di solito, tuttavia, le vittime dei concorsi sono però i partecipanti, non i direttori.

María Susana Flores Gámez, al tempo Miss Sinaloa, venne uccisa nel 2012 durante una sparatoria tra l'esercito e alcuni sicari. Benché non sia mai stato chiarito perché la donna si trovasse sulla scena dello scambio a fuoco, sembra che Flores fosse la fidanzata di un importante membro di un cartello locale.

Nel 2008 le forze dell'ordine arrestarono un'altra Miss Sinaloa in carica, eletta stavolta all'interno della competizione Miss Universo: Laura Zúñiga Huizar venne fermata insieme al marito, tra i capi del cartello di Juarez. Venne tenuta in prigione per 40 giorni prima di essere liberata per insufficienza di prove.

Lo stesso Joaquín "El Chapo" Guzmán, ex leader del cartello di Sinaloa, sposò Emma Coronel, la vincitrice di un concorso di bellezza locale nel 2017, quando la ragazza aveva 18 anni. Non è chiaro quanto la votazione sia stata influenzata dal gigantesco party che El Chapo organizzò in suo onore poche ore prima della votazione decisiva.

Nel 2016 gli omicidi nella regione sono in aumento. Diversi clan del narcotraffico si stanno fronteggiando per prendere il controllo della regione dopo l'arresto di El Chapo avvenuto a gennaio, sei mesi dopo la sua fuga da un penitenziario di massima sicurezza avvenuta nel 2015.

Leggi anche: El Chapo farà causa a Netflix se non avrà voce in capitolo nella serie tv sulla sua vita


Segui VICE News Italia_ su Twitter, su Telegram e _su Facebook

Segui Nathaniel Janowitz su Twitter: @ngjanowitz