VICE News

Cosa prevede e come funzionerà la 'militarizzazione' della Francia durante gli Europei

Questa settimana prenderanno il via gli Europei di calcio. E tra allarmi terroristici, scioperi e maltempo, si stima che 8 milioni di tifosi presenzieranno all'evento.
8.6.16
Screenshot via paris.fr

Questa settimana, con la partita Francia-Romania allo Stade de France, prenderanno il via gli Europei di calcio. Si stima che 8 milioni di tifosi - inclusi 2 milioni e mezzo muniti di biglietto - presenzieranno all'evento.

Le forze dell'ordine locali, ovviamente, stanno mettendo a punto misure di sicurezza straordinarie a protezione delle dieci città ospitanti, dopo che gli attacchi alla capitale del 2015 hanno aggravato le già forti preoccupazioni in termini di minaccia terroristica.

Pubblicità

Come non bastasse questo clima agitato, peraltro, martedì scorso le autorità ucraine hanno arrestato un cittadino francese sospettato di pianificare attacchi in Francia durante il torneo.

Inoltre, la competizione rischia di essere interrotta anche da scioperi e proteste contro la contestatissima riforma del lavoro, e dal clima poco clemente che negli ultimi giorni ha causato allagamenti in diverse regioni del paese.

Parlando alla stampa, il 25 maggio scorso, il ministro degli Interni Bernard Cazeneuve ha fatto riferimento alla "continua minaccia terroristica" che aleggia sulla Francia, promettendo che oltre 90.000 persone - inclusi ufficiali delle forze dell'ordine, guardie di sicurezza privata e volontari - saranno mobilitate a protezione degli stadi.

I numeri, infatti, continuano a salire: dopo aver ipotizzato un piano iniziale di composto da 42.000 poliziotti - da impiegare durante le partite -, il capo della polizia di Parigi ha annunciato lunedì che altri 3.000 poliziotti saranno di guardia durante la manifestazione.

Ci sono anche 5.200 uomini del personale di sicurezza civile, mobilitati per l'evento, inclusi 2500 vigili del fuoco e 300 artificieri. Quasi 10.000 soldati dell'Operation Sentinel – inaugurata nel gennaio 2015, in seguito agli attacchi allo Charlie Hebdo – saranno inoltre inviati a monitorare i luoghi di interesse, assieme ad altri 13.000 agenti di sicurezza privati e 1000 volontari del primo soccorso.

Pubblicità

In questi ultimi tempi, il personale delle forze dell'ordine ha preso parte a quasi 30 esercitazioni preparatori. Martedì, quasi 450 poliziotti e volontari del primo soccorso hanno preso parte alla simulazione di un attacco terroristico a Lione – una delle città in cui si svolgeranno le partite: ai poliziotti è stato chiesto di rispondere a un finto attacco suicida e a una sparatoria, nel mezzo di una folla formata da circa 180 comparse.

Screenshot via paris.fr

Tutti gli stadi che ospiteranno partite durante il torneo saranno circondati da un cordone di sicurezza. Lo scorso mese, alla finale di Coupe de France tra l'Olympique Marsiglia e il Paris-Saint Germain allo Stade de France erano stati individuati alcuni problemi di sicurezza. La partita era stata vista come l'opportunità per gli ufficiali francesi di testare il proprio piano prima dell'Euro 2016.

Il quotidiano francese Le Monde aveva riportato "folle di persone ai cancelli," e "bombe fumogene e artigianali introdotte nell'arena."

Nel suo discorso del 25 maggio, Cazeneuve ha riferito che avrebbe incontrato i rappresentanti della federazione calcio francese (FFF) e gli organizzatori di Euro2016 lunedì per discutere delle mancanze del piano sicurezza e per "imparare la lezione."

Cazeneuve ha aggiunto nuovi obiettivi per la sicurezza, dopo la partita, incluso il limite al sovraffollamento, migliori controlli e uscite di sicurezza.

Un altro problema per il governo è quello di riuscire a sorvegliare le "fan zone" del torneo – aree apposite, all'interno delle città ospitanti, dove gli amanti del calcio possono seguire le partite su maxi schermi, e che verranno monitorate tramite CCTV e controllate rigorosamente.

Pubblicità

In una lettera pubblicata la scorsa settimana dal settimanale francese Le Point, il capo della polizia di Parigi Michel Cadot ha suggerito di chiudere l'area tifosi della capitale – situata sul Champ de Mars, vicino alla Torre Eiffel – durante le partite. Cadot sostiene che sarà difficile riuscire a separare tifosi di squadre avversarie, e che il consumo di alcool potrebbe aggravare le tensioni.

"Il signor Cazeneuve mi ha dato la risposta che speravo," ha detto il capo della polizia a AFP, aggiungendo che il ministro ha promesso di rinforzare la sicurezza nei luoghi interessati.

Nonostante il rifiuto a chiudere completamente le aree tifosi, Cazeneuve ha concesso alle autorità di adottare misure più drastiche – inclusa la chiusura delle aree tifosi – in caso di minacce specifiche.

Al di là delle minacce terroristiche, gli ufficiali francesi si stanno preparando ad affrontare l'invasione di hooligan. Per far fronte al problema dei tifosi turbolenti, la polizia francese si alleerà con 180 poliziotti provenienti da 23 paesi che partecipano a Euro 2016.

Cazaneuve ha annunciato martedì che quasi 50 di questi ufficiali saranno di stanza al Centro internazionale di cooperazione di polizia. Gli altri saranno spiegati con le unità mobili nelle altre città ospitanti.

Leggi anche: Cosa sta succedendo in Francia con la riforma del lavoro


Segui VICE News Italia su Twitter, su Telegram e su Facebook