londra

Cosa sappiamo finora sugli attacchi di Londra

Tutto quello che c'è da sapere sull'attentato: com'è andata, chi sono i sospetti, cosa sta succedendo a Londra in queste ore.
22.3.17
Grab via Twitter

Tra le 15.30 e le 16.00 italiane di mercoledì 22 marzo c'è stato un attacco nei pressi del palazzo di Westminster, sede del Parlamento britannico a Londra.

Un'auto—una Hyundai i40 di colore scuro—ha investito diversi pedoni lungo il ponte di Westminster, prima di schiantarsi contro un cancello che delimita l'area del Parlamento.

L'uomo sarebbe poi sceso dall'auto con in mano un coltello, e dirigendosi verso il Parlamento avrebbe aggredito un poliziotto all'interno del perimetro della struttura, prima di essere ucciso dagli agenti di sicurezza.

Pubblicità

For non-Londoners, here is where the — Jeremy Gaunt (@reutersJeremyG)March 22, 2017

I morti accertati al momento sarebbero quattro: si tratta dell'assalitore, del poliziotto, di un cinquantenne e di una quarantenne. Al momento si parla di circa 40 feriti, 29 dei quali ancora ricoverati negli ospedali cittadini.

Una donna caduta nel Tamigi al passaggio dell'auto dell'attentatore sarebbe stata recuperata viva, ma le sue condizioni sarebbero gravi.

A car crashed into fencing after ploughing into people on Westminster Bridge, helicopter pictures live on — Catrin Nye (@CatrinNye)March 22, 2017

Il nome del presunto assalitore non è stato ancora diffuso per non ostacolare le indagini. Associated Press, nella giornata di mercoledì, ha diffuso una foto di un uomo a terra circondato dalla polizia fuori da Westminster, ma non ci sono ancora conferme ufficiali.

Molti media (italiani compresi) l'avevano scambiato erroneamente per un ex portavoce di un'organizzazione islamica messa al bando nel 2005, Abu Izzadeen, che però si trova attualmente in carcere.

Intanto la polizia starebbe battendo al tappeto diverse aree del paese: al momento si parla di 7 arresti a Birmingham, a nord-ovest della città.

Scene outside Parliament — Nick Eardley (@nickeardleybbc)March 22, 2017

A Westminster, dove era in corso una seduta del Parlamento, i lavori sono stati sospesi per poi riprendere regolarmente il giorno dopo.

Pubblicità

Il Primo Ministro inglese Theresa May ha definito l'attacco "disgustoso e depravato": ha lodato "il coraggio eccezionale della polizia e delle forze di sicurezza," e ha confermato che l'attentato è stato compiuto da un solo uomo.

La polizia si sta occupando dell'episodio seguendo le procedure tipiche di un attentato terroristico—come confermato dal profilo Twitter della Metropolitan Police di Londra:

Incident in — Metropolitan Police (@metpoliceuk)March 22, 2017

Allo stato attuale, il governo ha deciso di non alzare il livello di minaccia terroristica, che quindi resterà classificato come "severe"—ossia molto probabile—e non "critical", che è il grado superiore e si utilizza in caso di attacco imminente.

[Questo è un articolo in aggiornamento. Ricarica la pagina per seguire gli sviluppi.]


Segui VICE News Italia su Twitter e su Facebook