Pubblicità
Munchies

Tutte le ricette dei fan di Star Trek per preparare un gagh disgustoso

La ricetta della cucina Klingon a base di vermi vivi sembra impossibile da replicare sulla terra, eppure i fan più accaniti non si arrendono.

di Mark Hay
27 settembre 2018, 3:08pm

Foto via Memory Alpha Wiki

Preparare il vero gagh è praticamente impossibile.

Il gagh è una prelibatezza della cucina tradizionale Klingon, una specie extraterrestre dell'universo fantascientifico di Star Trek. Il piatto consiste in un cumulo di vermi, vivi e tremolanti, che i Klingon adorano divorare mentre si contorcono. Come tutti i piatti presenti nella saga, anche il gagh è pensato per apparire alieno e assolutamente diverso rispetto a qualsiasi cibo umano. Alan Sims, attrezzista responsabile degli oggetti di scena, descrive la cucina della saga nel libro di ricette Star Trek Cookbook come "cibo mostruoso" che ti fa venire voglia di vomitare.

Nell'intera saga, gli esseri umani trovano il gagh un piatto misterioso e inavvicinabile, e i cuochi al di fuori dell'universo Klingon farebbero difficoltà a trovare i giusti vermi per prepararlo. Nel nostro universo, quello reale, in cui gli ingredienti (quei vermi, ad esempio) nemmeno esistono, pensare di riprodurre la pietanza sembra del tutto impensabile.

Eppure, questo non ha impedito ai più accaniti fan della saga di provare e riprovare a perfezionare un gagh terrestre, così come molte altre specialità, come la zampa di pipius, il cuore di targh e il fegato di bok-rat—tutte parti del corpo di specie animali aliene. Sin dagli albori dell'internet, pagine e pagine sono state dedicate al tema, in cui i fan più appassionati condividono ricette e suggerimenti.

Foto per gentile concessione di Paul Carreau

Ma perché i fan di Star Trek si ostinano nel cercare di riprodurre queste pietanze di fantascienza, vi chiederete voi. Tra tutti i cibi presentati nella saga, i piatti della cucina Klingon sono quelli più interessanti e memorabili per i fan, come ci spiega Cassandra Reeder, “Geeky Chef.” Di queste ricette si parla più spesso e visivamente colpiscono più dei cibi delle altre galassie, che siano le classiche ricette vegetariane dei Vulcaniani, o i cibi più familiari dei Bajoriani.

Il gagh è tra i piatti più celebri della tradizione Klingon, e quello citato più spesso nella saga. Come osserva Reeder, è spesso utilizzato come test per mettere alla prova la debolezza umana e la capacità di adattarsi a una nuova cultura aliena.

Quattro tipi di gagh, in diversi episodi di Star Trek. Screenshot via Memory Alpha wiki

Per questo motivo, Reeder ha voluto inserire la ricetta del gagh nel suo libro di ricette; lo show online Sci Fi Dining presentava il piatto nella prima puntata. E persino due ristoranti di Ottawa, davanti a una richiesta per un evento a tema, hanno cercato di riprodurre la deliziosa ricetta a base di vermi.

Il cibo è una costante nella saga di Star Trek, gli spunti quindi sono davvero infiniti. Ma spesso, mi dice Reeder, i piatti non sono descritti nel dettaglio, ma vengono usati per raccontare qualcosa di quella particolare razza aliena. Pare che gli autori avessero anche la pessima abitudine di modificare costantemente il gagh, tra un'apparizione e l'altra, dando vita a ben 51 tipi diversi di gagh, per varietà, consistenza, colore e sapore.

I fan di Star Trek possono consultare il libro di ricette ufficiale, Star Trek Cookbook, scritto dall'attore Ethan Phillips, il cuoco della USS Voyage, Neelix, che descrive le ricette ufficiali ispirate allo show. Ma molti fan sono scettici nei confronti del libro e dei suoi contenuti. Ad esempio, nel libro il gagh è fatto con semplici udon sbollentati su un letto di lattuga.

"Non rappresenta affatto il gagh che conosciamo!" dice Kristen Wright, che fino a tre anni fa pubblicava ricette a tema Star Trek sul suo Tumblr Food Replicator. "E molte altre ricette contenute nel libro sono così. Il cibo è una componente importante per replicare l'universo della saga, ma le ricette in Star Trek Cookbook non sono fedeli all'universo fantascientifico."

Nel libro, Sims spiega alcuni dei trucchi di scena che ha usato per riprodurre il gagh. Ma per i fan i suggerimenti non sembrano abbastanza interessanti, in quanto Sims si ispira soprattutto ai cibi orientali. Secondo quanto scrive nel libro, infatti, avrebbe semplicemente messo insieme del cibo asiatico "esotico", sconosciuto al popolo occidentale e l'avrebbe chiamato "cibo mostruoso."

La soluzione più ovvia al dilemma sarebbe servire veri vermi crudi e chiamarli gagh, e la stessa cosa si potrebbe fare con le zampe di pollo o il cuore di un animale di grossa taglia, che potrebbero benissimo essere scambiati per zampe di pipius o cuori di targh. Eppure, nonostante ci siano diverse popolazioni nel mondo che mangiano vermi, anche i più coraggiosi di loro spesso si rifiutano di mangiarli crudi e vivi. Quindi a meno che il vostro piatto non sia puramente decorativo, forse questa non è la soluzione migliore. Nonostante le difficoltà, i fan di Star Trek non si arrendono, anzi continuano a cercare nuovi modi e nuove soluzioni.

Un tentativo di gagh, con spaghetti e barbabietole, via Wikimedia Commons

"Riprodurre il cibo Klingon, e altre ricette dei film, è un grande progetto culinario di ricerca," ha detto Adam Zolkover, chef non professionista e fan di Star Trek che nel 2014 ha tentato di riprodurre il gagh. Ha usato brodo di funghi e alghe e l'ha fatto solidificare con dell'agar agar all'interno di cannucce flessibili per ricreare dei credibilissimi vermicelli gommosi e saporiti. "Ho riguardato gli episodi importanti, preso appunti su come erano presentati i cibi e poi ho cercato delle tecniche per riprodurre delle versioni commestibili."

La mancanza di una guida ufficiale permette ai fan di reinventare ogni ricetta e arricchirla a modo proprio. Per esempio, molti vegetariani preparano gagh vegetariano. Ma a prescindere dai gusti personali di ognuno, la difficoltà principale è conciliare l'aspetto del piatto e il fatto che sia effettivamente commestibile, se non gustoso. "Cerco di mantenere un certo equilibrio tra autenticità, gusto e difficoltà di preparazione," dice Reeder parlando del suo approccio a ogni ricetta.

I fan che sono interessati solo all'estetica e non si preoccupano del gusto, possono anche accontentarsi della ricetta del gagh contenuta nel Cookbook ufficiale, o delle altre ricette a base di fagiolini, noodles di alghe o germogli di mungo. Chi invece ci tiene a provare un gagh saporito potrebbe usare delle larve, oppure radici di zenzero sbucciate e imbevute in una soluzione di acqua e polvere di cacao, la variante proposta da Mark Mandel in occasione di un evento tra fan.

Ma nonostante gli approcci diametralmente opposti, i fan si supportano i vicenda e sono molto collaborativi. Parte del divertimento nella community è proprio quello di esplorare le interpretazioni degli altri appassionati e approfondire così la propria conoscenza.

Un tentativo di gagh, dal blog Twice Cooked. Foto per gentile concessione di Adam Zolkover

"Mi piace che ci siano tanti gagh diversi," dice Zolkover. "Ogni chef ha un approccio visivo e un'estetica culinaria tutta sua; è straordinario vedere la personalità di ognuno riflessa nella creazione della ricetta di Star Trek."

Non è difficile immaginare perché i fan della saga si spingano nell'esplorazione in modo così intraprendente: è un modo per partecipare attivamente, piuttosto che rimanere semplici spettatori passivi. "Il principio è lo stesso di chi fa cosplay, come me," dice Paul Carreau, tra i primi fan di Klingon ad avere ricreato la warnog, la birra Klingon, a una convention a Toronto nel 1998.

"In questo modo anche i fan si sentono parte dell'universo di Star Trek."

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram

Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali di VICE? Iscriviti alla nostra newsletter settimanale.