In questo videogioco vivi di merda come un vero miner di Bitcoin

Impazzire per riuscire a pagare la bolletta della luce è divertente — quando è solo per gioco.
8.3.18
99 Game Studio

Minare bitcoin può essere redditizio, ma è un'impresa costosa da intraprendere. Tra le bollette della corrente elettrica salatissime, il prezzo delle schede grafiche che va alle stelle e le migliaia e migliaia di euro spesi per mantenere i sistemi di raffreddamento, diventare un miner spesso è più un problema che un'attività redditizia. Come se non bastasse, i mercati sono talmente volatili che chiunque si avvicini al mercato in questo momento potrebbe spendere migliaia di euro e finire per non ricavarne nulla. Per questo, c'è chi vuole vedere che cosa si prova a essere un miner senza dover investire un mucchio di soldi che potrebbero volatilizzarsi da un giorno all'altro. Fortunatamente, un nuovo videogioco presto disponibile su Steam è nato per soddisfare questa curiosità: Bitcoin Tycoon — Mining Simulation Game.

Immagine: 99 Game Studio

Sviluppato dalla casa di Shanghai 99 Game Studio, Bitcoin Tycoon-Mining Simulation Game permette ai giocatori di esplorare la vita di un miner di bitcoin senza dover affrontare le sue frustrazioni in prima persona. È ambientato nel 2014 e il giocatore veste i panni di uno dei primo appassionati a lanciarsi nell'estrazione di criptovalute. Il giocatore dirige le sorti della carriera del protagonista, costruisce un rig e fa esperienza diretta delle ”miserie della vita da miner.”

Il lancio del gioco è in programma per maggio 2018. Gli sviluppatori promettono che avrà una trama solida, il contributo di elementi casuali allo sviluppo della storia, la possibilità di personalizzare tanto il vostro impianto di mining quanto la vostra abitazione e quella di intraprendere diversi tipi di carriera. 99 Game Studio farà interagire i giocatori con altri miner per compiere percorsi di vita ramificati che possono terminare con il diventare un mega trader o semplicemente nel vivere in una ”casa che cade a pezzi, tanto nessuno ti giudicherà.”

Seguici su Facebook e Twitter.