Attualità

Uscirà un remake di 'Mamma ho perso l'aereo' pieno d'erba

Nessuno ha ancora smentito la presenza di Macaulay Culkin in 'Stoned Alone,' quindi possiamo ancora sperarci.
Foto di Reynolds via Carlos Alvarez/Getty Images. Poster via IMDB.

Mamma ho perso l'aereo è un capolavoro e questo è fuori discussione. Ha tutto quello che serve: c'è Joe Pesci, ci sono le trappole fatte in casa e se ci pensi bene, anche una vaga propaganda destrorsa. Senza dubbio è uno dei migliori film di Natale di sempre, forse insieme a Die Hard. Eppure, nonostante tutto, manca ancora qualcosa per renderlo davvero epico: tonnellate di marijuana.

Ma per fortuna, ci pensa Ryan Reynolds a risolvere questo dramma.

Pubblicità

Questa settimana, Fox ha annunciato che Reynolds produrrà una specie di remake del grande classico natalizio, ma in versione R-rated (vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da adulti) e ancora più "stupefacente". Dopo Home Alone, riferisce Deadline, il film si intitolerà Stoned Alone. In questa nuova versione della commedia natalizia tradizionale il protagonista ha circa 20 anni, coltiva marijuana e all'inizio del film, indovinate un po', perde l'aereo per una vacanza sulla neve e rimane a casa a strafarsi di canne. Purtroppo per lui, però, dei ladri prendono di mira la villetta che credono disabitata, e il resto della storia, be', lo conoscete.

"Del tutto in botta e con tutte le paranoie del caso, il protagonista cerca di fermare l'intrusione dei malintenzionati per difendere il suo castello," continua Deadline.

Ok, non si tratta esattamente del reboot per bambini che potevamo aspettarci dalla saga, non c'è più Macaulay Culkin (o almeno non ancora), e la pellicola potrebbe benissimo scadere nel trash come per la terribile parodia di Die Hard. Con Ryan Reynolds, che ha già stravolto la figura del supereroe tradizionale in Deadpool, insieme a Augustine Frizzell alla regia (Never Goin' Back), Stoned Alone ha tutte le carte per ottenere ottimi risultati.

Di sicuro, sarà meglio di quel tentativo di remake di Clue. In quel caso era davvero impossibile migliorare l'originale.