Il sottosegretario alle Infrastrutture non sa chi è il ministro delle Infrastrutture

È il video più bello della legislatura? Parliamone.

|
20 giugno 2018, 11:11am

Armando Siri è un senatore della Lega. I giornali lo citano in quanto consigliere economico di Salvini, ideologo della flat tax e per avere sulla spalle una condanna per bancarotta fraudolenta. Di recente ha cominciato un nuovo lavoro come sottosegretario nel "governo del cambiamento" al ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Il primo atto rilevante nel suo nuovo incarico è arrivato ieri, mentre era ospite a Tagadà su La7. Per gioco la conduttrice Tiziana Panella ha chiesto agli ospiti in studio di indovinare l'identità di un ministro partendo da alcuni indizi: un computer, una divisa militare. Dopo il secondo indizio il senatore PD Franco Mirabelli prova a dare la soluzione: "È Toninelli."

Subito dopo viene inquadrato Siri, che piuttosto contrariato dice: "Ma non è ministro Toninelli."

Improvvisamente, il silenzio. Siri viene ripetutamente inquadrato. Questa l'interessante conversazione che segue:

"Non è ministro," ripete Siri.
"Come non è ministro Toninelli?"
"Non è ministro Toninelli," ribatte Siri.

"Perché era Carabiniere, solo per questo," spiega Mirabelli giustificando la sua risposta.
"Non è ministro Toninelli. So che..." insiste Siri.

La conduttrice interdetta chiede: "È ministro Toninelli?" ottenendo la risposta affermativa da Mirabelli. "Certo che è ministro, è alle Infrastrutture."

"No alle Infrastrutture c'è... c'è..." continua Siri.

Faccia incredula di Tiziana Panella.

"C'è Toninelli," ripete Mirabelli.

Silenzio. Dopodiché Siri ammette l'errore. "Ah, sì, Toninelli. Scusa, mi sono confuso." La spiegazione data da Siri è che si era confuso vedendo la divisa della polizia, "perché Toninelli non era in polizia ma era carabiniere." La cosa esilarante in tutto questo è che Siri è sottosegretario ALLE INFRASTRUTTURE E AI TRASPORTI. In pratica Toninelli è il suo capo. Ma bisogna capirlo, è la sua prima settimana di lavoro.

Potete gustarvi quello che per ora è il video migliore della legislatura qui sotto.


Altro da VICE
Vice Channels