FYI.

This story is over 5 years old.

Donald Trump ha mandato un elicottero a prendere Pitbull per convincerlo a votarlo

Donald Trump sa che l'approvazione di Pitbull è fondamentale per avere voti in Florida e ha deciso di risolvere la cosa con un elicottero.
12.7.16

Immagine via Wiki Commons

Probabilmente nessun analista politico lo avrebbe mai potuto prevedere ma Pitbull—l'uomo pelato qua sopra che Wikipedia chiama "rapper" e ha apparentemente prodotto dieci album solisti di successo negli ultimi dodici anni—è diventato una figura centrale nella corsa alla presidenza americana. Già qualche mese fa Jeb Bush e i democratici si sono combattuti il suo supporto. Perché? Bé, Armando "Pitbull" Pérez, che è nato e vive tuttora in Florida (stato cruciale per le sorti delle elezioni data la sua incertezza politica), è molto, molto apprezzato dalla popolazione latina locale e non solo, e recenti proiezioni prevedono che attorno al 2050 un terzo della popolazione statunitense sarà proprio di estrazione latina. Morale: l'approvazione di Pitbull è preziosa, e può portare voti. Nel 2012 Armandino aveva infatti dichiarato che avrebbe votato per Obama: e com'è andata? Eh? EH?

Pubblicità

Con Jeb fuori dai giochi, sta a Donald Trump cercare di beccarsi il supporto di Pitbull, che ha dimostrato un grandissimo spirito imprenditoriale nelle sue campagne per vendere birre, profumi personalizzati, rivitalizzare la Kodak e promuovere il gioco d'azzardo in collaborazione con Playboy. Insomma, Trump capisce e apprezza chi è capace di brandizzare la propria persona, e magari in un altro universo al suo posto ci potrebbe essere stato proprio Pitbull, e tutte le sue aziende non sarebbero andate in bancarotta, e lui stesso sarebbe molto, molto più umano e simpatico.

L'unico problema è che Trump ha avuto un sacco di uscite razziste contro la comunità latina, che non è probabilmente il miglior modo per guadagnarsi la fiducia e/o il voto di un'icona latina come Pitbull (che l'anno scorso aveva infatti annunciato che non avrebbe più alloggiato nella catena di hotel gestita da Trump). Ma il Donaldone non può certo accettare una risposta semplice come "no". E ha quindi deciso di risolvere la cosa con un elicottero.

"A dire il vero ho incontrato Trump", ha dichiarato recentemente Pit a Vanity Fair. "Ha mandato un elicottero a prenermi per portarmi nel suo resort di West Palm Beach. Mi piace vedermi a quattr'occhi con le persone per capirle e discuterci, e insomma, lui sa cosa vuol dire cadere e rialzarsi… con tutte le volte che è andato in bancarotta—bé, è normale rispettare certi lati della sua persona. Ma non penso si rendesse conto di quello che stava dicendo [quando ha detto quelle cose sui messicani], e non c'è niente che si rifiuterebbe di dire per poter restare sotto i riflettori. Più è stravagante più lo mettono in TV."

A quanto pare, Pitbull sembra una persona molto più ragionevole e coerente di Trump. Se Kanye West dovesse decidere di non mantenere la sua promessa di candidarsi alla presidenza nel 2021 sappiamo già a chi rivolgerci per portare un po' di onestà e divertimento nelle alte sfere della politica mondiale.

Il nuovo album di Pitbull si intitola Climate Change e uscirà in agosto. Curiosamente, si chiama come un fenomeno che Donald Trump crede sia stato orchestrato dai cinesi.

Segui Noisey su Facebook:

Noisey Italia