FYI.

This story is over 5 years old.

Il video in cui un giovane Kanye predice il futuro

La prova definitiva che Kanye è un profeta e lo Yeezianesimo è l'unica religione.

Kanye West—protagonista assoluto di tutti i siti di news, delle lineup dei maggiori festival e delle conversazioni più o meno profonde sulla fuorezza dei rapper miliardari degli ultimi cinque anni—non è sempre stato l'uomo che conosciamo ora.

Oramai siamo abituati a una realtà in cui, qualsiasi cosa Kanye faccia, sia solo una delle tante sfaccettature del suo famoso genio creativo. Ecco perché il ragazzo si può permettere di ballare sul palco vestito come qualcosa tra uno Yeti di piume e un lupo mannaro e nessuno si scompiglia più di tanto, perché è Kanye. A volte però riaffiora qualcosa che ci ricorda del passato umile del nostro Yeezy, di quando era solo un uomo, non ancora una divinità della musica, ma c'era già qualcosa in lui che ci faceva sospettare lo sarebbe diventato.

Pubblicità

Siamo diventati abbastanza abili a scovare video di Yeezy, e oggi vi presentiamo questo reperto che vede Kanye prima di The College Dropout, prima che Kim cedesse alle sue avances, prima che nascesse la sua religione.

La giovinezza di Kanye non era un limite alla sua infinita saggezza e preveggenza, e lo possiamo vedere dalla lucidità con cui le sue parole predicono esattamente il futuro: "Ho imparato a fare beat incredibili. Ora mi sto concentrando sul rap e giuro che diventerò il migliore, cazzo […] Diventerò il numero uno, spero."

Ci ricordiamo ancora il suo meraviglioso blog giovanile KanyeUniverseCity.Com —che ora è diventato un tristissimo messaggio di errore, ma un tempo era il luogo dell'Internet in cui Yeezy si raccontava ai fan a cuore aperto, con frasi tipo: "YOOOO WHY WON'T YOU LET ME BE GREAT!!!" e "LOOK HOW FRESH MY SUIT IS" (tutto vero).

La cosa migliore del video è la parola "Hopefully", che da allora è stata completamente rimossa dal vocabolario di Yeezy, e ci ricorda ancora le sue umili origini e le speranze che nutriva quando ancora era un pulcino e non un pavone pieno di sé. Queste sue parole ancora timide, tuttavia, ci ricordano che quando uno crede in se stesso non c'è niente che possa fermare il suo cammino, e che con poca, anche pochissima, umiltà, si può arrivare al punto in cui con l'umiltà ti ci pulisci il culo.

Crediamo che questo prezioso documento possa ora essere inserito tra i cimeli profetici della Chiesa dello Yeezianesimo, intanto impariamo la prima lezione di questo video: se metti una maglia con il tuo nome stampato sopra, hai già la strada spianata verso il successo.