FYI.

This story is over 5 years old.

Saint Heron

La compilation della nuova etichetta di Solange Knowles ci ha fatto rabbrividire di gioia.
18.11.13

Il nuovo progetto di Jhené Aiko, Sail Out, è in streaming da oggi, da un po' è in giro il video di “The Worst.” Ma oggi avete la possibilità di ascoltare dell’altra R&B, perché la Saint Records di Solange ha buttato fuori una compilation intitolata Saint Heron, con alcuni dei migliori e più promettenti artisti visionari di R&B che ci sono in giro al momento.

Ricordate la conversazione Twitter di Solange #DeepBrandyAlbumCuts, in cui ha polemizzato sostenendo che i giornalisti che scrivono di R&B, in realtà, non hanno alcuna familiarità con il passato del genere? (Specialmente dal momento che tutta la musica sperimentale che ha travolto il mercato negli ultimi due anni non è niente di particolarmente nuovo.) Ha quindi dato via al trend #DeepBrandyAlbumCuts, per fortuna, ma sembra anche che Solange abbia indirizzato molta della sua frustrazione nell’impegno con cui ha curato questo album da 12 tracce, che mette in mostra 11 diversi artisti.

Il progetto comincia con i BC Kingdom, un duo di Los Angeles, che mischia pop, R&B e atmosfere elettroniche in “Lock Up.” La canzone “Jaded” dell’emergente Jade de LaFleur, uscita a settembre, si presenta in tutta la sua lussuria, con parti vocali stratificate sotto una produzione molto semplice, ed è seguita da Kelela, che con Cut 4 Me, e alcune performance ipnotiche al CMJ di quest’anno, si è catapultata sotto i riflettori.

Jhené Aiko e Cassie—che hanno fatto uscire progetti straordinari durante l’ultimo anno, rispettivamente Sail Out e RockaBye Baby, sono due delle collaborazioni più mainstream, entrambe contribuiscono al mix con canzoni nuovissime. Altri nomi includono Sampha, che ha recentemente fatto uscire “Too Much,” che senza l’ingombrante Drake mostra quanto la sua musica sia una bomba dal punto di vista vocale—anche per chi non abbia familiarità con il suo EP Dual, che include “Beneath The Tree.” Il cantante/compositore/produttore Iman Omari mostra il suo eclettismo in “Energy” e trova spazio anche “Relax” di Starchild, col suo pop ad effetto stordente. Il produttore Yannick Illunga (Petite Noir) porta nel progetto la sua “Noirse (Pivotal Remix)” e India Shawn rivisita “I’m Alive,” tratta dal lavoro con cui ha debuttato, Origin.

“Cash In” di Solange completa il tutto. Potete ascoltare questa raccolta su Spotify, e pregare che ora il mondo possa essere libero dalla parola PBR&B.