FYI.

This story is over 5 years old.

AA.VV. - From Northern Italy, While On Our Way To Social Collapse

Una compilation dal titolo pessimistico, ma piena di nuovi artisti che fanno ben sperare per il futuro
28.11.13

Haunter Records è un'etichetta neonata e ancora abbastanza minuscola, sviluppatasi tipo muffa in qualche lurido appartamente di Milano. Siccome va di moda non avere una lira, e comprare gli album solo come elemosina per quei morti di fame degli artisti, hanno deciso di stampare le loro produzioni in cassetta, un po' come tante di quelle label altrettanto minuscole e altrettanto squattrinate che buttano fuori uscite piene di strani rumori esotici.

Pubblicità

Quello che mancava in Italia era, però, che una di queste label tentasse di spostare dichiaratemente i riflettori sullo scenario, piuttosto vasto parrebbe, di gente autoctona che fa musica assemblando blocchi di techno, sperimentazione e rumore, al livello delle cose più interessanti che si trovano in giro oggi nell'underground europeo. Senza musoni o seghe mentali, i progetti contenuti nella compilation che fa da prima "vera" uscita di Haunter, hanno tutti un che di oscuro, di tribale, di sexy e violento. Una botta verso l'astrazione e una verso lo smuovere il culo tocca più o meno a tutti. Alcuni di questi nomi li potreste avere già sentiti (il biellese Morkeblå, e quell'OOBE di cui vi abbiamo parlato giusto ieri, oppure Petit Singe, resident del Club Adriatico di Ravenna), quasi tutti altri sono alla loro prima uscita in assoluto. Difficile dire se spaccheranno o meno, di sicuro sappiamo che qualcosa si sta muovendo e questo basterebbe a ben sperare per il futuro, non fosse che il titolo della compilation sta proprio lì a ricordarci per quanti versi invece il nostro paese stia colando a picco.

Esce oggi ed è in cassetta, ma potete comprarla anche solo in mp3