Attualità

Se sei bianco e assalti il Congresso, la polizia si fa i selfie con te

Nelle immagini surreali dell'assalto al Congresso, l'atteggiamento della polizia non è passato inosservato.
Katie Way
Brooklyn, US
7.1.21
Security forces block the entrance after the US President Donald Trumps supporters breached the US Capitol security in Washington D.C., United States on January 06, 2021
Photo by FAnadolu Agency via Getty Images

Nell’incredibile assalto al Congresso di ieri, quando gruppi di sostenitori di Trump hanno fatto irruzione interrompendo la ratifica della vittoria di Biden, si sono viste scene di ogni tipo: uomini che urlano, sfondano vetrate e porte, sventolano bandiere degli Stati Confederati, impugnano armi e si mettono in posa nel Senato e negli uffici dei parlamentari.

In tutto ciò, uno degli aspetti sottolineati da molti è l’atteggiamento delle forze dell’ordine. Decine di video riprendono agenti in numero nettamente ridotto rispetto agli assaltatori, o, come mostrato in un filmato pubblicato originariamente su TikTok, farsi da parte, lasciando praticamente passare la folla attraverso le barriere che avrebbero dovuto proteggere il Campidoglio.

In un altro video derivato da un livestream, un uomo mascherato si scatta addirittura un selfie con un poliziotto:

Un’immagine del genere stride parecchio se confrontata con quello che si era visto durante le manifestazioni di Black Lives Matter—una foto che ha circolato moltissimo, per esempio, è quella di giugno, del Lincoln Memorial di Washington zeppo di agenti in tenuta antisommossa e armati fino ai denti per impedire l’avvicinamento ai cortei BLM. 

Non è la prima volta che le forze dell’ordine hanno un atteggiamento diverso quando a fronteggiarli sono sostenitori di Trump—e alcuni studi sostengono che la polizia tenda a reagire più violentemente quando le proteste riguardano proprio i suoi abusi.

Questo ovviamente non vuol dire che gli agenti avrebbero dovuto sparare più lacrimogeni o manganellare più gente per difendere il Campidoglio. Alla fine, il bilancio è stato comunque pesantissimo: parliamo di quattro morti, decine di feriti tra golpisti e poliziotti, e più di 50 arresti.

Tuttavia, mai come ieri si è visto come la polizia abbia il potere di decidere come e quando reagire.

L’articolo è stato pubblicato in versione ridotta. Segui Katie Way su Twitter.