Pubblicità
Music by VICE

"Coma Lover" cambierà la carriera di Young Signorino

Il Signorino si è addentrato rischiosamente in un tema serissimo come la depressione e sta cercando di cambiare il modo in cui pensiamo a lui e alla sua musica.

di Elia Alovisi
27 agosto 2018, 11:20am

Tutte le immagini sono screenshot dal video di "Coma Lover".

Tutti abbiamo avuto un momento in cui ci siamo resi conto che Young Signorino era esondato dagli argini che lo contenevano. Agli inizi era un rivolo assurdo, una voce rauca che pubblicava "trappate" ipnotiche su YouTube per pochi eletti. Poi, tramite amici e collaboratori, si trovò con un manager e con "Dolce droga" diventò un ruscello a cui si abbeverava l'intera comunità rap italiana. Era acqua che alcuni bevevano a gran sorsi e altri schifavano, ma intanto. E poi arrivò "Mmh ha ha ha ha", la tempesta che lo ha ingrossato fino a farlo diventare un fiume in piena.

Nessuno in Italia, prima di Signorino, si era approcciato alla materia rap in maniera così stravagante e potenzialmente controversa. A pioggia finita e a fiume rientrato negli argini, sulla terraferma erano nati tanti nuovi fiori: articoli iper-commentati che lo spiegavano come sottrazione estrema di contenuto, approfondimenti sulla salute mentale, filtri per la fotocamera del telefono, apparizioni in televisione (Striscia La Notizia! Chiambretti!), critiche da parte di esponenti politici e controversie legate alla qualità delle sue esibizioni dal vivo.

Intanto era uscita "La danza dell'ambulanza", prodotta da Big Fish, un grande vecchio della scena rap nazionale trasformatosi in producer-da-major: Signorino era ormai considerato come un prodotto vendibile, così come confermò una sua Instagram Story registrata nella sede di Universal Italia. Poi una pausa, il cui inizio venne annunciato da un comunicato stampa battagliero in cui si usava il concetto di "punk" per spiegare Signorino, la sua musica e il suo approccio dissacrante.

A interromperla un mese fa è stata "Vestito nudo", un brano in linea con quanto il Signorino aveva proposto fino a quel momento: un testo giocosamente inquietante, incoerenze varie, un beat tanto duttile quanto instabile a cura di Low Kidd. E ora è arrivata "Coma Lover", un brano che segna una svolta nella produzione del suo autore, presentato per la prima volta come un essere umano e non un burattino satanico modaiolo impazzito.

Il beat di "Coma Lover" salpa dalle rive dell'emo rap statunitense, al ritmo placido di un riffettino di chitarra campionato. Signorino, seguendo la lezione di Lil Peep, lo usa per spiattellarci sopra tetre immagini di stasi fisico-emotiva. Nel testo e nel video compaiono molte figure ricorrenti del genere: lo Xanax, l'insonnia, la noia e l'apatia, l'uso dei social come panacea di tutti i mali, il crogiolarsi nella tristezza. La descrizione del video su YouTube non lascia spazio a fraintendimenti rispetto al tema del pezzo e al significato che Signorino e il suo team vogliono dargli:

Signorini/e, questo pezzo/video esprime qualcosa che io, come molti altri, ho conosciuto bene: la DEPRESSIONE. È un viaggio che si discosta da tutto quello che ho fatto fin'ora. Essere COMALOVER non è un difetto ma un tratto della personalità che può comparire ad un adolescente o ad un adulto in un certo periodo. Non spaventatevi, il Signorino è sempre lo stesso ma come tutti può passare un periodo COMALOVER

"Signorino sa anche prendersi sul serio", sembra dire questo paragrafo, "È una persona che ha sofferto e si mette a nudo di fronte al suo pubblico". La voce, registrata come se fosse una bozza da SoundCloud, acuisce il senso di franchezza che le parole di Signorino vogliono esprimere. Il pazzo gracchiante con la faccia tatuata è, improvvisamente, solo un ragazzo di vent'anni che si riconosce imperfetto e cerca di dire a chi lo ascolta che è ok esserlo, imperfetti. Assolutamente nulla di nuovo, se non per la bocca da cui proviene.

"Mmmh ha ha ha" ha scolpito l'effige del Signorino sul marmo della coscienza collettiva come una gag di cui prendersi gioco, un fantoccio divertente: identità con cui lui ha giocato, conscio di quanto bene avrebbe potuto fare alla caratura del suo personaggio, come dimostra il tono delle interviste che ha rilasciato. Da allora, però, qualcosa è cambiato. Il Signorino e il suo team hanno cominciato a lavorare per far sì che tutta questa operazione non venisse ricordata come una one hit wonder, per dirla all'inglese, e "Coma Lover" sembra essere l'inizio ufficiale di una ristrutturazione del personaggio-Signorino. I fan se ne sono già accorti, e c'è chi ha già pensato a una teoria per cui tutti i brani pubblicati finora dal Signorino abbiano un preciso scopo autobiografico.

Un pubblico che si era abituato a insultare Signorino per la sua supposta idiozia, ignorando qualsiasi tema legato alla salute mentale, si trova ora di fronte a una candida ammissione: "Io sono stato depresso, ogni tanto mi sento depresso". Niente di rivoluzionario, in un contesto culturale in cui la tristezza è diventata una tecnica espressiva dominante con tutto il campionario di "e se allora la stiamo elevando a feticcio?", "non rendiamola una moda è un problema serio" eccetera. E in effetti con la sua definizione il Signorino va a semplificare un tema estremamente complesso.

Dire che la depressione non sia "un difetto" è affermare una generica opinione ottimista, ma definirla solo "un tratto della personalità" è un errore. La depressione, che si manifesta come un calo del tono dell'umore e un'assenza di motivazione, ha basi biologiche. Esistono predisposizioni a questo stato, e vari fattori esterni possono far sì che si manifesti in modo più o meno intenso fino a poter essere definita "depressione maggiore", cioè una malattia psichiatrica che se non curata può portare al suicidio. Il Signorino sta invece parlando del tratto depressivo, un tratto di personalità proprio di chi è predisposto a sviluppare la depressione patologica e che vive normalmente tratti depressivi come fasi di vita.

Non ci si può chiaramente aspettare che il Signorino scriva un trattato sulla depressione e soprattutto che debba analizzare la questione in maniera così dettagliata nello spazio di un brano. La mia non è una critica quanto una precisazione e un invito, a lui come ai suoi colleghi, a parlare di depressione con cautela, considerandola in tutte le sue sfaccettature. È solo un bene che giovani rapper italiani noti per testi più simili a narrazioni di eccessi che a confessionali comincino a inspessire il loro campionario tematico, come ha dimostrato la toccante "Medicine" di Side.

Allo stesso modo, "Coma Lover" tocca corde ancora non percosse dal martelletto del piano di Young Signorino. Quella che esce è una melodia strana, atonale, che sorprende l'orecchio abituato a sentirlo snocciolare brag esagerati e schizzi di lingua. Cambierà la carriera del Signorino, questo pezzo, indipendentemente dal risultato finale che questa otterrà. Dovesse spegnersi, resterà un momento di quasi-chiarezza in un arco temporale costruito su mattoni di astrusità. Dovesse accendersi definitivamente, verrà ricordata come l'occasione in cui il Signorino ha provato per la prima volta a diventare un bambino di carne e ossa, e non un legnoso Pinocchio dai mocassini satanici.

Elia è su Instagram.

Segui Noisey su Instagram e Facebook.