Pubblicità
Attualità

I 48 film che devi guardarti quest'estate

Perché sappiamo benissimo che in questo preciso istante ti stai annoiando a morte.

di Federico Nejrotti
06 agosto 2018, 10:27am

Screenshot di Take Your Pills via Youtube. 

Sabato con la newsletter settimanale di VICE è uscita la nostra lista di film e documentari per svoltarti il mese di agosto, perché sappiamo benissimo che in questo preciso istante ti stai annoiando a morte. Fa caldissimo, non sai cosa fare—in realtà qualcosa da fare ce l'hai anche, soprattutto se la roba da fare è andare al lavoro, ma non hai la forza per farla. Netflix? Sì, però cosa guardo? Fa pure troppo caldo per l'impegno richiesto dalle serie TV.

Ecco, siamo qui apposta. Qui sotto trovi i 48 (QUARANTOTTO) film che ti devi guardare quest'estate, in ordine sparso. Li trovi anche tutti insieme in un bel PDF qui.

TOKYO GA (DOCUMENTARIO, 1985)

È un documentario che Wim Wenders ha girato mentre si trovava in Giappone per un altro lavoro e in cui racconta la storia di un regista giapponese. C’è gente che gioca al Pachinko e c’è pure Werner Herzog.

SMOKE (DRAMMATICO, 1995)

Film indipendente del 1995 diretto da Wayne Wan basato su un racconto di Paul Auster. Diverse storie si intrecciano nel film, con Harvey Keitel che ci dà un interessante spaccato su Brooklyn.

GHOST DOG - IL CODICE DEL SAMURAI (AZIONE, 1999)

Film del 1999 diretto da Jim Jarmush, racconta la storia di un moderno samurai al servizio della mafia italoamericana in New Jersey. Colonna sonora curata da RZA del Wu-Tang Clan!

NOLLYWOOD BABYLON (DOCUMENTARIO, 2009)

È il documentario definitivo perché oltre a essere molto interessante ti apre anche tutto il mondo della sconfinata cinematografia nigeriana, quindi puoi pisciare via tutta l’estate su YouTube a guardare film dei registi intervistati nel doc.

JIRO DREAMS OF SUSHI (DOCUMENTARIO, 2011)

Hanno provato a tradurlo in italiano come Jiro e l'arte del sushi, ma è molto più evocativo il titolo originale. Basti dire che il regista David Gelb considera la sua serie Netflix Chef’s Table uno spin off di questo documentario dedicato al sushi-master 93enne Jiro Ono e al suo ristorante 3-stelle-Michelin. Poesia pura.

RUSHMORE (COMMEDIA, 2008)

1998. Wes Anderson. Perfetto esempio di amore e wittiness. Max Fisher, 15 anni, tanto scarso da un punto di vista accademico quanto devoto al suo Liceo Rushmore e alle sue molteplici attività extracurriculari. Battute geniali.

LEÒN (AZIONE, 1994)

Natalie Portman, 12 anni, si innamora platonicamente di un sicario solitario, Jean Rèno. Inverosimile storia d’amore, carica di cinismo. L’improbabilità di credere a una storia d’amore del genere e ritrovarsi a piangere disperati alla fine del film.

I SOLITI SOSPETTI (AZIONE, 1995)

I colpi di scena di questo film hanno cambiato il modo di fare cinema. Keyser Söze.

BLUE PLANET (DOCUMENTARIO, 2001)

Dal 2001 all’infinito. BBC. Quando hai fumato e vuoi solo vedere cose belle e perché no delle immagini incredibili e perché no imparare. La serie docu da stoner perfetta.

MONSTER (DRAMMATICO, 2003)

Charlize Theron interpreta magistralmente la storia di una serial killer donna, raccontandone al meglio l’umanità. Comunque ha vinto l’Oscar per questo film.

SIGHTSEERS - KILLER IN VIAGGIO (COMMEDIA, 2013)

Film indipendente inglese, dark comedy. La coppia meno cool del Regno Unito affronta un viaggio romantico in camper e ben presto un’escalation di eventi splatter esilaranti ribalta completamente la trama. Colonna sonora incredibile.

IN THE MOOD FOR LOVE (DRAMMATICO, 2000)

Che bello lo slow-motion prima che diventasse egemonia esclusiva della scena trap. Questo film non è solo una bellissima storia d’amore, questo film è un’opera d’arte. Punto.

LA VENERE NERA (DRAMMATICO, 2010)

Il controverso regista de La Vie d’Adele racconta la storia di una ragazza ottentotta che all’inizio del secolo veniva messa in mostra come oggetto esotico d’intrattenimento per i ricchi borghesi bianchi europei. Inutile dire quanto sia capace di intrattenere e far riflettere.

IL GRANDE LEBOWSKI (COMMEDIA, 1998)

Se non l’hai mai visto, comunque l’hai sentito nominare. Guardalo, è un cazzo di capolavoro. Già ai titoli di testa ti gasi.

ELEPHANT (DRAMMATICO, 2003)

È il film che racconta la prima e più nota strage nei licei americani, quella della Columbine.La veridicità con cui racconta il contesto della società americana ti porta a "comprendere" le motivazioni che hanno i spinto i due ragazzi fino a quel punto.

TABLOID (DOCUMENTARIO, 2010)

Inspiegabilmente questo film non ha una pagina Wikipedia. Sostanzialmente se i documentari di Netflix avessero un papà, quello sarebbe Errol Morris: divertentissimo E inquietantissimo. Direzione della fotografia ciao.

GOING CLEAR (DOCUMENTARIO, 2015)

Tutti odiamo Scientology, tutti odiamo Tom Cruise ma nessuno prima di questo documentario aveva ben capito cosa succedesse dentro la Chiesa di Scientology. Finito di vederlo svilupperai una addiction per questo tema. Ciao.

M.I.A. (DOCUMENTARIO, 2018)

È la storia della cantante M.I.A.: il tuo nuovo documentario preferito. Ok, sapevo che era cool e mi piaceva la sua musica. Non sapevo quello che c’era dietro. Wow.

GET OUT (THRILLER, 2017)

Se non l’hai neanche sentito nominare, allora o sei un leghista o non hai la connessione (meglio la seconda). Bellissimo horror/thriller a sfondo razziale. Sceneggiatura incredibile. Un underdog totale.

WOLFPACK (DOCUMENTARIO, 2015)

Questa è la storia vera di un padre a New York che costringe tutti e cinque i suoi figli a vivere in casa e non uscire mai. L’unico sfogo è il cinema. I ragazzi non fanno altro che guardarsi film e rimettere in scena ogni battuta, con tanto di costumi e scenografie. Commovente.

ICARUS (DOCUMENTARIO, 2017)

Un regista appassionato di ciclismo decide di provare a doparsi per vedere quanto le sue performance possano migliorare. Velocemente la situazione gli sfugge di mano e da una storia casalinga, il regista/protagonista si ritrova all’interno di un complotto internazionale tra Russia e Stati Uniti. Super.

BLACKFISH (DOCUMENTARIO, 2013)

Questa è la storia dell’Orca Tilikum che al parco acquatico SeaWorld di Orlando, Florida, durante uno show ha uccisola sua istruttrice davanti a centinaia di spettatori. Da lì, il documentario indaga il mondo dell’intrattenimento animale. Super creepy.

DEEP WEB (DOCUMENTARIO, 2015)

È un documentario che spiega come l’FBI sia riuscita a catturare Ross Ulbricht, il gestore del sito di vendite sul dark web più grande e famoso di sempre: Silk Road. C’è dimezzo di tutto: bitcoin, dark web, rete Tor, indagini sotto copertura e delitti.

HUNGER (DRAMMATICO, 2008)

In questi tempi di opposizione politica e resistenza, questo film parla dello sciopero della fame indetto nelle carceri da parte di alcuni membri dell’Irish Republican Army negli anni Ottanta per richiedere che venisse riconosciuto il loro status di soggetti politici.

GET ME ROGER STONE (DOCUMENTARIO, 2017)

Roger Stone è un personaggio della storia politica americana. Fan devoto di Nixon, al punto di tatuarsi la sua faccia sulla schiena, negli ultimi anni è diventato l’uomo dietro alla campagna di Trump. Satana. (?)

GRIZZLY MAN (DOCUMENTARIO, 2005)

Herzog. Into the Wild je fa na pippa. Se vuoi piangere guarda questo.

OLD BOY (DOCUMENTARIO, 2003)

Secondo capito della Trilogia della Vendetta di Park Chan-wook, è tanto un incubo splatter quanto una mazzata emotiva dritta al cuore. Piace un sacco a Quentin Tarantino.

FUOCOAMMARE (DOCUMENTARIO, 2016)

A volte non servono dialoghi serrati e una mitragliata di battute per farti entrare in una storia. Specialmente se è una storia delicata come quella di Lampedusa, degli sbarchi dei migranti e del soccorso marittimo.

LA VERSIONE DI BARNEY (FILM TRATTO DALL'OMONIMO LIBRO, 2010)

Uno dei pochi casi in cui il film non ti delude se hai già letto il libro. E se ancora non l’hai letto è comunque molto ok guardarsi prima il film perché è fatto bene e non tradisce l’anima del romanzo. Assurdo e totalmente reale allo stesso tempo.

L'IGNOTO SPAZIO PROFONDO (MOCKUMENTARY, 2005)

La cosa più poetica mai girata. C’è un alieno che ti racconta la storia del suo pianeta, che la sua specie ha dovuto abbandonare dopo averlo reso inabitabile. Le immagini del pianeta sono della NASA. Indovina di quale pianeta si parla in realtà.

BRAZIL (DISTOPICO, 1985)

Satira distopica su una società iper-burocratica. Effetti speciali tutti analogici e comparsata di Robert De Niro che fa lo specialista di aria condizionata convertito a militante armato anti-governo. Lascia stare se non sei ottimista.

ADAPTATION (METAFILM, 2002)

C’è Nicholas Cage che interpreta uno sceneggiatore frustrato che è lo sceneggiatore stesso del film, frustrato perché non sa come adattare un libro senza renderlo un film di merda. È la cosa più meta di sempre, ma anche onesto capolavoro.

NON ESSERE CATTIVO (ITALIANO DRAMMATICO, 2015)

L’ultimo film di Claudio Caligari. Con Luca Marinelli. Sulla carta potrebbe annoiarti, in realtà è una bomba atomica.

FEATHERED COCAINE: ON THE TRAIL OF OSAMA BIN LADEN (DOCUMENTARIO, 2010)

Il Documentario di Örn Marino Arnarson e Thorkell S. Hardarson. Storia assurda di come la cattura e la morte di Osama Bin Laden abbiano a che fare in primis con il contrabbando di falchi.

IL SORPASSO (COMMEDIA, 1962)

IL cult che celebra il fascino di Roma degli anni Sessanta.

NON CI RESTA CHE PIANGERE (COMMEDIA, 1984)

“Ricordati che devi morire,” e questo non puoi non averlo visto.

STRANGE DAYS (DRAMMATICO, 1995)

Ambientato in una Los Angeles di fine anni Novanta, in cui un pazzo spaccia una nuova droga che anticipa tutto il peggio che potrebbe uscire dalla realtà virtuale nel prossimo futuro.

LO SCOPONE SCIENTIFICO (COMMEDIA, 1972)

Capolavoro di Luigi Comencini in cui Sordi e Bette Davis farebbero di tutto pur di vincere quella partita a carte.

TOURNÉE (DRAMMATICO, 2010)

Un misterioso produttore francese espatriato in America torna in Francia per portare in tour una crew di ballerine di burlesque.

WÙLU (DRAMMATICO, 2016)

Una versione di Scarface ambientata in Mali.

C'ERAVAMO TANTO AMATI (COMMEDIA, 1974)

Le vicissitudini di tre amici innamorati della stessa donna attraversano trent’anni di storia italiana. Il cast perfetto è la ciliegina sulla torta di uno dei film-simbolo della commedia all’italiana, vero capolavoro di Ettore Scola.

DRAMMA DELLA GELOSIA (TUTTI I PARTICOLARI IN CRONACA) (COMMEDIA, 1970)

“È il mio tormento, devo uscire da questo bivio angoscioso, da queste sturbe psichiche. Dottore, ma di che natura è il mio male? Ho avuto un trauma? Sono sotto shock? È un disturbo neurovegetativo? O è perché sono mignotta?”

HAPPINESS (DRAMMATICO, 1998)

Una banale famiglia americana è l’espediente per esplicitare i lati più oscuri e le psicosi più profonde dell’essere umano. Recitato in maniera magistrale, contiene una delle scene più moralmente disturbanti che vedrete mai su uno schermo.

TODO MODO (DRAMMATICO, 1976)

Gli uomini di potere della Democrazia Cristiana dell’epoca vengono ritratti in un’ambientazione claustrofobica e postmoderna. Uno dei grandi film nati dal sodalizio Elio Petri - Gian Maria Volontè.

VISITOR Q (DRAMMATICO, 2001)

Si può raccontare in maniera esteticamente sublime una famiglia disfunzionale dedita a (tra le altre cose) incesto e necrofilia? Sì, se sei Takashi Miike.

BUFFALO '66 (DRAMMATICO, 1998)

Vincent Gallo e Christina Ricci sono i protagonisti bellissimi, stralunati, nevrotici e poetici di Buffalo ‘66, un film che per quasi due ore ti accarezza con la sua realtà a tratti brutale, a tratti onirica.

DIVINES (DRAMMATICO, 2014)

Premiato a Cannes come opera prima, ha rivelato al mondo il talento della regista francese Houda Benyamina. Parla di ghetto, droga, talento, successo, disagio. C’è su Netflix.

TRILOGIA DEI COLORI (ART MOVIE, 1970)

Capolavoro in tre film del regista polacco Krzysztof Kieslowski. Il Film Blu, Film Bianco, Film Rosso parlano di libertà, uguaglianza, fraternità e sentimenti.

PARIS IS BURNING (DOCUMENTARIO, 1990)

Documentario sulla comunità LGBT Drag di New York City degli anni Ottanta.

WHAT'S LOVE GOT TO DO WITH IT (BIOGRAFIA, 1993)

Bio-film sulla storia di una grande star: Tina Turner.

ONCE UPON A TIME IN NORWAY (DOCUMENTARIO, 1990)

Durante i primi anni Novanta il cosiddetto Black MetalInner Circle ha sconvolto la Norvegia compiendo crimini come l’incendio di 52 chiese, e una serie di omicidi efferati. Il caso più celebre di tutti è l’assassinio del musicista Euronymous da parte di Burzum.

TAKE YOUR PILLS (DOCUMENTARIO, 2018)

Come te la vivresti se sapessi che non ti basta essere sveglio, quando le persone intorno a te sono sempre un passo avanti? L’epidemia statunitense di Adderall, nato come cura all’ADHD e divenuto il doping della nostra generazione.

PI - IL TEOREMA DEL DELIRIO (DRAMMATICO, 1999)

Tutti siamo ossessionati da qualcosa, il protagonista di questo film da una costante matematica, il pi greco. La sua ricerca di pattern nel mondo fisico e psicologico, però, finisce direttamente per trascinarlo nel misticismo più oscuro e sfiorare il baratro della paranoia.

PORNOCRACY (DOCUMENTARIO, 2017)

Documentario d’inchiesta del 2017 che racconta lo sfruttamento, le richieste sempre più estreme alle attrici e i giochi di potere dietro i siti di streaming porno gratuiti.

LA STORIES (DOCUMENTARIO, 2014)

Louis Theroux è l’inventore del documentario in prima persona come lo intendiamo oggi. Dal 1998 autore e presentatore di punta della BBC, in questa serie del 2014 incontra proprietari di cani, malati terminali e sex offender di Los Angeles.

PINK FLAMINGOS (GROTTESCO, 1972)

“Filth is my life!” Film tanto camp quanto cult, Pink Flamingos celebra l’osceno in un susseguirsi di eventi paradossali, disturbanti e inevitabilmente comici. Da vedere, almeno una volta.

"I 48 film che devi guardarti quest'estate" è un contenuto originale della newsletter di VICE Italia. Lo trovi qui in PDF, e per avere accesso ad altri contenuti esclusivi iscriviti alla nostra newsletter settimanale qui (ma attenzione, la newsletter è in vacanza fino a ferragosto, quindi questo sabato non la riceverai).