FYI.

This story is over 5 years old.

News

Sì, quest'uomo si è davvero fatto una foto con il dirottatore dell'aereo EgyptAir

Mentre ieri mattina il mondo si interrogava sulla sorte dei passeggeri dell'aereo egiziano dirottato da Seif Eldin Mustafa, il 26enne inglese Ben Innes ha deciso di immortalare quelli che potevano essere i suoi ultimi istanti, insieme al dirottatore.
30.3.16

Ieri mattina Seif Eldin Mustafa ha dirottato un aereo EgyptAir poco dopo il decollo da Alessandria. Ha mostrato una cintura esplosiva solo più tardi rivelatasi falsa e costretto il pilota a cambiare la rotta e dirigersi verso l'aeroporto di Larnaca, a Cipro.

Durante un imprecisato momento del sequestro il 26enne di Leeds Ben Innes ha deciso di farsi fare una foto con Mustafa e di inviarla su WhatsApp al suo coinquilino Chris Tundogan. "You know your boy doesn't fuck about!" si vede nello screenshot che il coinquilino ha inviato al Daily Mail.

Pubblicità

Tundongan è rimasto piuttosto scioccato. "WTF?" ha risposto. "È una bomba quella che ha attaccata addosso? Stai bene? Fatti vivo quando scendi dall'aereo."

"Non ho la minima idea del motivo per cui l'abbia fatto, ma posso immaginarmi che sia stata una sua iniziativa perché è uno che non si tira mai indietro," ha dichiarato Tungodan al Daily Mail. "Per me è assurdo, ma Ben è così—non c'è molto da dire."

Entrambi gli uomini nella foto sembrano rilassati e a loro agio. Forse è stata scattata nel momento in cui l'aereo si trovava già fermo sulla pista d'atterraggio di Larnaka, e e gli ostaggi stavano per essere liberati. Mustafa porta la falsa cintura esplosiva che secondo il ministro degli Esteri cipriota Ioannis Kasoulides era fatta da custodie per il telefono.

Quando l'aereo è atterrato a Larnaca, Mustafa, secondo quanto è stato riferito, ha buttato una lettera scritta in arabo sulla pista e ha chiesto esplicitamente che venisse consegnata alla sua ex moglie.

In seguito all'inizio delle negoziazioni tra le autorità e il dirottatore, 74 degli 81 passeggeri sono stati liberati immediatamente. Tre passeggeri e quattro membri dell'equipaggio sono invece rimasti all'interno dell'aereo. Innes, secondo le ricostruzioni, sarebbe stato tra gli ultimi a essere rilasciati. Alla fine Mustafa si è arreso e nessuno è rimasto ferito.

Kasoulides ha dichiarato che, prima di arrendersi, Mustafa minacciava di farsi esplodere se l'aereo non fosse stato rifornito di carburante e fatto ripartire per Istanbul. "Ma credo che a un certo punto si sia reso conto che le sue richieste non sarebbero state soddisfatte. Quando ha concesso la libertà agli ultimi due ostaggi, entrambi inglesi," ha detto Kasoulides, "è stato arrestato."

Il volo MS181 era partito ieri mattina dall'aeroporto di Burg Al-Arab ad Alessandria ed era diretto al Cairo. Il pilota, Omar al-Gammal, ha detto alle autorità che Mustafa sembrava indossare una cintura esplosiva e lo ha costretto ad atterrare a Larnaca.

Nonostante l'accaduto non sia in alcun modo legato al terrorismo, è comunque preoccupante il fatto che Mustafa sia riuscito a salire su un aereo e provocare tutto questo. È dell'autunno scorso l'atto terroristico che costò la vita alle 224 persone a bordo dell'Airbus russo partito da Sharm el-Sheikh e precipitato nel Sinai.

Segui la nuova pagina Facebook di VICE Italia: