Pubblicità
Stuff

Tre interviste a donne a cui piace fare sesso con ragazzi vergini

"In generale preferisco gli uomini più giovani: li ho sempre trovati interessanti. E mi piace farli godere." Ho parlato con tre donne che hanno abitualmente rapporti con uomini verfgini per capire cosa ci trovano.

di Sophie Saint Thomas
15 dicembre 2015, 5:31am

Foto via Flickr. Questo post è tratto da Broadly.

Al liceo conoscevo un ragazzo che sulla testiera del letto aveva inciso un discreto numero di tacche. Non stavano per le ragazze con cui era andato a letto, ma per quelle che avevano perso la verginità con lui. E in un certo senso, lo stereotipo dell'uomo "nave scuola per vergini" è ancora molto diffuso.

Ma non solo tra gli uomini. Ci sono anche donne che hanno un certo interesse in questo campo—è solo più improbabile che decidano di rovinare una testiera per ricordarlo. Personalmente, dopo una volta al liceo, ho giurato di non farlo mai più: il ragazzo in questione era cattolico e mi aveva rovesciato addosso una valanga di senso di colpa che mi ha perseguitato per molto tempo. Ho quindi deciso di parlare con tre donne che ne hanno fatto un'ossessione.

VICE: Con quanti ragazzi vergini hai fatto sesso?
Catie* (45 anni): Quattro—o almeno così mi hanno detto. Lo specifico perché penso che alcuni potrebbero averla usata come scusa per fare sesso o per farlo senza preservativo: "Sono vergine, non so cosa fare," o " Ma certo che non ho malattie, sono vergine."

Mi racconti alcune delle tue esperienze di questo tipo?
La prima l'ho avuta da adolescente, quando però io non ero più vergine. Aveva 16 anni, era molto carino e aveva avuto qualche approccio sessuale, ma non aveva mai fatto sesso penetrativo. Era una persona divertente. Non mi ero accorta che era vergine se non dopo che l'abbiamo fatto, perciò non era pianificato. Lo abbiamo rifatto mesi dopo, e in sostanza non era cambiato nulla.

Poi l'ho fatto con un 26enne che sosteneva di essere vergine, e credo lo fosse. Era timido e un po' in imbarazzo per il fatto di doversi spogliare—ha voluto tenere la camicia addosso. Per tutto il tempo aveva negli occhi qualcosa di simile allo stupore—quando mi toccava sgranava gli occhi. Mi ha detto che era molto inesperto, che aveva solo pomiciato e che non era mai stato nudo con una donna. Anche se il tutto è durato ore non è mai venuto. Diceva che probabilmente era il preservativo, o forse il fatto che il sesso non era simile alle sue tecniche di masturbazione solite. C'era un'atmosfera scientifica, niente di particolarmente emotivo o passionale.

Solo con uno è stato davvero tremendo. È rimasto lì con un'erezione enorme senza avere la minima idea di cosa fare. Aveva 19 anni. Sembrava nel pallone più totale.

Cosa ti eccita degli uomini vergini?
In generale preferisco gli uomini più giovani: li ho sempre trovati interessanti. E mi piace farli godere.

Qualcuno dopo ti è stato addosso?
No, ma un 19enne mi ha chiesto ripetutamente di dargli un'altra possibilità dopo che aveva acquisito un po' di esperienza, per dimostrarmi di essere migliorato.

Che consiglio daresti a una donna interessata ai ragazzi vergini?
Porta i preservati e non avere paura di essere tu a prendere il controllo. E non fingere un orgasmo solo per farli sentire come se avessero fatto il loro dovere: li devi preparare al fallimento.

VICE: Mi racconti un po' di te?
Kelly (22): Sono un'istruttrice di danza e di nuoto. Ho una vita abbastanza normale. Ho un piccolo gruppo di amici, molti dei quali sanno tutto delle mie perversioni.

Tre ragazzi hanno perso la verginità con te. Come è successo?
Ogni volta è stato molto diverso. La prima volta era con un ragazzo eccessivamente sicuro di sé: pensava di aver visto abbastanza porno da sapere come muoversi, perciò l'ho lasciato fare. Non aveva idea di dove metterlo, e quando finalmente con il mio aiuto ce l'ha fatta, è venuto subito. Faceva tutto lo spavaldo—almeno fino a quando non mi ha chiesto com'era stato. Gli ho detto che doveva fare pratica. Mi ha tenuto il broncio un po' di giorni, ma poi ogni volta che facevamo sesso ci si metteva d'impegno. Voleva imparare passo passo, sembrava gli ci volessero le istruzioni.

Il mio preferito è stato il secondo, era così timido che non riusciva nemmeno a dire la parola sesso. Ci siamo dati appuntamento a casa sua; entrambi sapevamo che sarebbe successo. Lui ha provato a creare l'atmosfera: mettere un film per poi farlo. Ha iniziato a toccarmi la pancia, a scostarmi la maglia, e io mi sono girata e l'ho baciato. Penso di averlo preso alla sprovvista. Ma a quel punto mi sono tolta i vestiti e ho cominciato a spogliarlo. È saltato sotto le coperte perché non vedessi nulla. Era così nervoso che ho deciso di prendere io il controllo. Mi piaceva portarlo al limite e fermarmi un attimo prima che venisse. Quando abbiamo finito, è scappato dritto sotto la doccia. Dopo quella volta non mi ha più parlato e ha sempre negato che tra noi fosse successo qualcosa.

La terza volta il ragazzo cercava proprio una donna che lo sverginasse. Avevamo passato un mese intero a discutere delle sue aspettative e di cosa gli sarebbe piaciuto sperimentare. Quando è arrivato il momento eravamo molto in confidenza e lui sapeva che poteva dirmi liberamente tutto; per lui era più una lezione che un'esperienza passionale. Poi ho risposto a tutte le domande che potevo, e solo allora lui ha avuto il coraggio di fare sesso con la sua ragazza.

Cosa ti eccita degli uomini vergini?
Mi piace farli innervosire. Perdere la verginità è una delle grandi esperienze della vita: tutti ricordano il momento in cui hanno perso la verginità e con chi. Credo che mi piaccia l'idea di essere ricordata. Penso che oggi i ragazzi non abbiano vita semplice, è facile che perdano la fiducia in se stessi. Mi piace pensare che in qualche modo io possa aiutarli a diventare più sicuri di sé.

VICE: Dimmi chi sei e cosa fai.
Rachel* (44 anni): Sono una donna che ha scoperto questo lato piuttosto perverso di sé. Sono single, sono stata sposata in passato, e mi piace essere una dominatrice. Ho una laurea e un bel lavoro. Mi piacciono gli uomini. Mi piace il sesso. Lo faccio solo in modo sicuro. E sono molto, molto paziente. Non tutti vogliono avere a che fare coi vergini, ma io sono disposta a essere gentile e paziente.

Quindi hai avuto a che fare con uomini vergini?
Sì, ma con la loro verginità anale.

Anale? Di quanti?
Di sette uomini. Io non costringo nessuno, mii trovano loro.

Nello specifico cosa ti eccita?
Cosa mi eccita? Procedere passo passo, dall'inizio fino al vero atto, osservare le emozioni di qualcuno, e scrutare le vibrazioni del corpo di un uomo in attesa.

Qualcuno è mai diventato ossessionato da te?
Oddio, ossessionato? No. Ma una delle ragioni potrebbe essere il fatto che sono molto selettiva. Non voglio farlo finché non mi sento a mio agio con una persona, e ci potrebbe volere un po'. Di solito sono sempre in buoni rapporti con i miei toy boy.

Che consiglio daresti a una donna che vorrebbe andare a letto con un uomo vergine?
Non ho nessun consiglio. Le persone fanno quello che vogliono, quando vogliono.

Segui la nuova pagina Facebook di VICE Italia: