Matrimorte

Perché al giorno d'oggi le donne non dovrebbero più sposarsi, tantomeno prendere il cognome del marito.

|
10 dicembre 2012, 10:03am

All'inferno c'è un posto speciale riservato agli uomini che fanno proposte di matrimonio in pubblico.

Si tratta della peggior trappola che si possa tendere a una donna, perché se dice no, una folla di idioti le fischierà contro, e se dice sì, fosse anche solo per evitare di mettere in imbarazzo il cretino che l'ha trascinata a una partita di hockey—o qualunque altro sport segua l'equivalente italiano dei redneck—a cui non lei non voleva nemmeno andare, quegli idioti la faranno sentire come un contadino che riceve la benedizione del re. Ma solo perché lui è stato abbastanza fastidioso da pagare qualcuno per proiettare le foto dell'anniversario su un mega schermo durante l'intervallo, solo perché ha avuto una mancanza di tatto tale da trascinarvi in campo e obbligarvi a prendere una decisione importantissima mentre degli sconosciuti vi osservano con trepidazione alcolica, solo perché è stato così "originale" da inginocchiarsi e mostrare l'anello comprato col contributo della carta di credito di papà, non significa che valga la pena trascorrere tutta la vita al suo fianco! In realtà, significa che dovreste semplicemente correre nella direzione opposta senza guardarvi mai più indietro! Secondo me, fare proposte di matrimonio in pubblico è un po' come comprare macchine sportive. Gli uomini lo fanno solo nella speranza di compensare qualcosa—nell'ultimo caso un uccello piccolo, e nel primo, una psicosi.

Ogni volta che vedo una donna incinta provo dispiacere nei suoi confronti. So che avere dei figli è un bel modo per vedervi in qualcun altro che un giorno sarà costretto a prendersi cura di voi, so che il cervello di una donna la induce a pensare che impiegare l'utero in qualcosa che vada oltre la scusa per strafogarsi di cioccolato una volta al mese sia una buona idea, so che a volte le gravidanze arrivano e basta, per questo compiango la Donna Incinta. Ma le donne che si sposano, quelle mi fanno arrabbiare. E quando prendono il cognome del marito, vomito un po' nella mia stessa bocca.

In settimana ho letto un articolo a proposito di una nuova ricerca che svela come questa generazione, gli utenti di Instagram e i lettori di hipsterrunoff nostri "moderni" coetanei, credano in massa che dovrebbero essere ancora gli uomini a fare la proposta, e che successivamente, la donna dovrebbe prenderne il cognome. Per essere precisi, il 94 percento delle centinaia di intervistati (donne incluse) era concorde nell'affermare che prendere il cognome del marito sia l'unica alternativa. "È tradizione," ha spiegato una donna. Sapete cos'altro era "tradizione"? Il sacrificio di vergini, le spose bambine, la schiavitù e il lavarsi una volta l'anno. Il fatto che qualcosa appartenga alla "tradizione" non significa che sia lecito. Anzi, spesso è tutto il contrario.

Donne, sapete cosa significa assumere il cognome di vostro marito? Che siete delle idiote. Significa che vi state simbolicamente sottomettendo all'idea che siete di sua proprietà. Accettate il fatto che d'ora in poi la vostra identità sarà direttamente collegata alla sua. Ragazze! Non possiamo continuare ad aspettarci l'uguaglianza di genere se non iniziamo a comportarci come se la desiderassimo realmente. Non possiamo continuare a cantare “Who runs the world? Girls!” e poi “if you liked it then you should have put a ring on it.” Davvero, amo le donne (e Beyoncé), ma a volte mi fate proprio incazzare. Sapevate che la settimana scorsa Katy Perry ha vinto il premio Donna dell'Anno e che il suo discorso di ringraziamento diceva: "Non sono una femminista, ma credo nel potere delle donne"? Che cavolo vuol dire? Se dici di non essere femminista, Katy, fa' andare un po' meno la lingua, smetti di votare (o di promuovere i politici durante i tuoi concerti), chiudi il tuo conto in banca, prendi su un aspirapolvere e taci. Perché per ogni donna di successo che dichiara di non essere femminista, ogni mamma che lascia il lavoro per dedicarsi esclusivamente ai figli, ogni ragazza che prende il cognome del fidanzato per farlo felice, tutte le altre ci rimettono.

Mia cugina ha preso il cognome di suo marito. Un noiosissimo cognome americano. E io ho perso il rispetto per lei (lo sa, posso dirlo liberamente, e ad ogni modo non mi ha nemmeno chiesto di farle da damigella). Vlahovic è il cognome di mia madre, e per mia fortuna lei ha deciso di tenerlo e passarlo a me, perché l'altro giorno qualcuno mi ha chiamata "Tea Pompinovic"—e senza quel cognome non sarebbe stato possibile, tanto che ora me lo farò tatuare su una chiappa.

So che una volta il matrimonio aveva senso. Il matrimonio offriva alle donne la sicurezza di avere qualcuno che desse loro una casa e del cibo [da pulire e cucinare], poiché non potevano farlo da sé. Al tempo stesso, dava agli uomini un coinquilino con cui fare sesso. Lo capisco. Ma oggi il matrimonio è completamente inutile, a meno che non serva a ottenere un passaporto! Ho l'impressione che tutti ne siano consapevoli, eppure la cosa non sembra accennare a fermarsi. A questo punto, già che è stupida, perché non renderla ancora più stupida? 

Faccio una proposta (ahah, capito?): nuove opzioni per il cambio di nome della sposa. Invece del cognome, optate per il nome! In questo modo potrete diventare le Sig.ra Marta Francesco. Oppure, perché no, cambiate anche il nome. Ora siete le Sig.ra Francesco Francesco. E no, non creerebbe confusione durante le conversazioni alle feste o nelle uscite a quattro, perché dovreste sempre supporre che l'interlocutore si stia rivolgendo a vostro marito. Siete una sua estensione, ricordate? Come un braccio, e le braccia non possono parlare. Altra opzione: prendete il cognome di vostro marito e cambiate il nome con quello di un animale. Tipo un nome da gatto. Fluffy, diciamo. Perché è questo che siete, solo i gatti sono più indipendenti. Poi, se siete persone creative (non dovreste, in quanto donne), potreste optare per un mix in stile Hollywood! Brangelina! Essendo in Italia, c'è anche l'eventualità di qualcosa di speciale come Mozzarella + Focaccia = Mozzacaccia, o quel che è.

Sul serio, non capisco. Nella società sono cambiate tante cose, abbiamo fatto tanti progressi (l'iPhone per il sexting! Craigslist per la coprofilia! Tumblr per le foto di ragazzini nudi!), eppure molti si tengono stretti a queste stronzate d'altri tempi. So che volete rendere felici i vostri mariti—ed è fantastico! Fategli più pompini, allora! Ma tenetevi il vostro cazzo di cognome e passatelo alle persone che usciranno dalle vostre vagine. O lasciate che decidano da sé. Permettere ai propri figli di scegliersi il nome potrebbe essere divertente! La prossima generazione potrebbe avere nomi in stile "Elmo Batman" o "Nutella Cacca".

Oh, dimenticavo. C'è una sola eccezione. L'unico caso in cui una donna dovrebbe veramente e seriamente prendere il cognome del marito è quando la combinazione risulta divertente. Tipo, se Whoopi Goldberg sposasse Kevin Bacon diventerebbe Whoopi Bacon. Fantastico.


Segui Tea su Twitter: @TeaHacic

Settimana scorsa: Approcci professionali