Pubblicità
Questo articolo è stato pubblicato più di cinque anni fa.
LGBT

Giovani e gay nella Russia di Putin

Nella seconda parte del documentario incontriamo Nikita, un attivista LGBT che insegna ai giovani gay come proteggersi online alla luce della nuova ondata di attacchi omofobi.

di Milene Larsson
24 gennaio 2014, 9:18am

Quando a luglio dello scorso anno Putin ha firmato la norma contro la "propaganda" gay, la comunità LGBT russa, da gruppo stigmatizzato che era, è diventata a tutti gli effetti un nemico dello stato. I comportamenti omofobi sono aumentati, portando ad aggressioni e uccisioni. 

Lo scopo principale della legge, che nella pratica vieta ogni manifestazione pubblica di omosessualità, è impedire ai giovani di avere l'impressione che l'omosessualità sia normale. E questo significa che, se sei giovane e gay nella Russia di Putin, vieni ostracizzato ed escluso da ogni forma di supporto.

Siamo stati a Mosca per indagare sugli effetti della normativa. 

Per maggiori informazioni, visitate www.stonewall.org.uk/international.

Altro dalla Russia:

Ritratto di un oligarca russo