Come risolvere il problema di sync dei Joy-Con di Switch

La soluzione esiste, ma bisogna sapere dove mettere le mani.
08 marzo 2017, 10:32am

Quelli di Spawn Wave hanno attaccato un piccolo cavo tra l'antenna del Joy-Con sinistro e il sotto del controller, aiutando così la ricezione, che viene spostata lontano dallo scudo di metallo e dalla mano del giocatore. Problema risolto.

I meandri interni del Joy-Con non sono particolarmente interessanti. Il motivo per cui questa soluzione lo è, però, è che dopo poche ore dalla scoperta di un problema nella Switch, la comunità DIY aveva già trovato un modo per risolverlo. Nel frattempo, la raccomandazione offerta al momento da Switch è di non giocare vicino a un acquario o nei paraggi di dispositivi wireless.

Situazioni come questa rappresentano l'esatto motivo per cui è importante ricordarsi chi detta legge sui nostri apparecchi elettronici. Negli ultimi anni, le aziende produttrici hanno cercato di sfruttare termini di utilizzo, blocchi software, leggi sul copyright, proprietary screw e adesivi che se rimossi rendono nulla la garanzia — del tutto illegali — per impedire ai consumatori di riparare e sistemare i propri gadget. Queste misure anti-riparazione sono il motivo per cui un gruppo di aziende di riparazioni indipendenti hanno iniziato a spingere per la messa a punto di leggi a favore del "diritto a riparare" in otto stati americani, che dovrebbero impedire alle aziende di creare blocchi artificiali contro la riparazione indipendente.

In difesa di Nintendo, la Switch sembra essere piuttosto facile da riparare e si è già guadagnata un punteggio di 8/10 da iFixit. Ma la Entertainment Software Association — un trade group che include anche Nintendo — sta facendo muro contro le normative che renderebbero più facile per i negozi di riparazioni indipendenti e per i consumatori aggiustare i propri dispositivi.

Nintendo potrebbe distribuire una soluzione software via etere per i problemi del Joy-Con della Switch, ma chiunque si senta a proprio agio con un cacciavite e una piccola saldatrice in mano, può vedersela assolutamente da solo. Se alla fine il problema fosse solo un difetto ingegneristico che richiede una soluzione hardware, Nintendo potrebbe evitarsi un bel mal di testa, dando ai negozi di terze parti il potere di riparare i suoi prodotti.