FYI.

This story is over 5 years old.

New York - Cavallo Love

12.3.10

A quanto pare tutto ciò che ti serve per fare un documentario degno di aprire il Sundance Film Festival è un cazzo di cavallo e un colon sfondato. Il film di Robinson Devor, Zoo, è un'investigazione su un uomo che amava i cavalli. Li amava molto. Anzi, li amava così tanto da finirci morto: e la sua morte ha portato a galla un mondo depravato fatto di fattorie, perversioni, e sesso con cavalli a pagamento…

Tutto ciò dalla penna di un tizio i cui ultimi due film sono stati una parodia del noir su un venditore di auto usate ossessionato da Hollywood, e un documentario sulla vita di un poliziotto senegalese a Seattle.

Quindi, giusto per chiarificare… un ingegnere della Boeing di 45 anni muore per via del suo amore per un cavallo chiamato "Bullseye," e questo sarebbe il film che dovremmo tutti far finta di prendere sul serio? Il ragazzo di Sundance ha trovato una crepa che potrebbe aiutarlo a buttar giù tutto il muro, per così dire. Mentre la maggior parte di noi preferirebbe vedere i filmati delle decapitazioni degli occidentali in Iraq, se proprio volete, e vi considerate abbastanza forti, date una occhiata qui per vedere esattamente cosa ha portato il tizio in questione alla morte—ma per favore assicuratevi di avere lo stomaco vuoto. Dopo di questa, l'anno prossima ci aspettiamo un documentario di due ore pieno di scene grafiche sulla mutilazione femminile in Africa, grazie.