Pubblicità
Questo articolo è stato pubblicato più di cinque anni fa.
Stuff

Non è colpa dello Slender Man se una bambina è stata accoltellata

L'aspetto più strano del caso delle dodicenni che hanno accoltellato una compagna nel Wisconsin è il coinvolgimento dello Slender Man, un fenomeno online la cui comparsa ha costretto i giornalisti di mezzo mondo ad affannarsi su Google con risultati...

di Martin Robbins
06 giugno 2014, 12:14pm


Un disegno dello Slender Man. Foto via Wikimedia Commons

Circa una settimana fa le dodicenni Anissa Weier e Morgan Geyser hanno trascinato una compagna di scuola in un bosco vicino alle loro case di Waukesha, in Wisconsin, e l'hanno accoltellata 19 volte. La lama del coltello da cucina che hanno utilizzato è penetrata nel fegato, nel pancreas e nello stomaco della vittima, che è riuscita a sopravvivere ed è stata trovata da un passante mentre si trascinava fuori dal bosco, coperta di sangue. Al momento è ricoverata in ospedale. 

Il caso è finito sui giornali di mezzo mondo, in parte anche perché i dettagli sono spaventosamente surreali. Interrogata dagli investigatori, Geyser non ha mostrato segni di pentimento, etichettando come "probabilmente sbagliato" il suo atto e "ingenua" la vittima. Il suo avvocato ha dichiarato alla ABC che la cliente potrebbe avere dei non meglio precisati "problemi mentali," cosa che in questo momento sembra più una una dichiarazione a scopi legali che una diagnosi medica. 

Ma l'aspetto più strano del caso, per ora, è il coinvolgimento dello Slender Man, un fenomeno di Internet la cui comparsa ha costretto i giornalisti di tutto il mondo ad affannarsi su Google (con risultati discutibili). Le due dodicenni hanno infatti raccontato alla polizia di voler sacrifricare la vittima a Slender Man per poi diventare sue "agenti". Geyser aveva convinto l'amica che l'unico modo per raggiungere lo scopo stava nell'uccidere dei bambini e andare in una vicina villa, dove credevano abitasse Slender Man. Stando a quanto riportato dal Chicago Tribune, "Geyser diceva che Slender Man l'avrebbe osservata. [Secondo lei, Slender Man] è in grado di leggere nella mente, di teletrasportarsi e di emettere radiazioni che fanno ammalare gli uomini, e non usa i computer perché ne impedisce il funzionamento." 

La stampa ha descritto lo Slender Man come un "meme" che avrebbe "ispirato" la tragedia (anche se una testata ha dato la colpa agli iPad). Il termine "meme", però, non rende giustizia alla complessità del fenomeno di Internet per cui le dodicenni avrebbero sviluppato un'ossessione. 

Il personaggio di Slender Man, collegato all'immaginario dei CreepyPasta, è apparso sui forum di Something Awful nel 2009, nell'ambito di un'inquietante competizione di Photoshop: una figura alta e magra, vestita di nero, che osservava dall'ombra sullo sfondo di fotografie scattate su varie scene del crimine, con tentacoli neri dietro la schiena e un volto bianco privo di lineamenti. Una creazione, quella dello Slender Man, dimostratasi così convincente da aver ispirato la creazione di un intero universo immaginario, con centinaia di persone che hanno prodotto foto, video e racconti, nonché "articoli" in grado di costruire una complessa cronologia immaginaria. 


Slender Man sullo sfondo di una vecchia foto. Foto via.

Col passare del tempo, l'universo di Slender Man è andato oltre il meme, trasformandosi in quello che la Slender Man Wiki descrive come un "Gioco di realtà alternativa" (ARG). Se la maggior parte dei giochi, dei film e dei romanzi portano lo spettatore in un altro mondo, l'ARG porta l'elemento fantastico nella realtà, creando un universo che è solo un passo più in là di quello in cui vivono i partecipanti. I principali punti d'accesso a queste esperienze sono determinati blog e canali YouTube, ma capita che vengano usati anche l'email, i live-stream e Twitter

La cosa più importante, però, è che ogni volta che interagiscono tra loro le persone che giocano all'ARG di Slender Man trattano la finzione come realtà. I più mostrano di ignorare completamente la consapevolezza che Internet e la cultura pop hanno di Slender Man. Per molti giocatori lo Slender Man è semplicemente "Quell'uomo" o "Quella cosa." Pochi lo conoscevano prima di iniziare a giocare. 

L'idea degli "agenti" di cui sopra sembra arrivare dall'ARG DarkHarvest00, una serie in cui compare un personaggio, Kind Von Der Ritter, che adora Slender Man e vuole diventare un suo agente. Come riporta la Slender Man Wiki, "Secondo questa teoria gli Agenti sarebbero entità o persone che sono sotto l'influenza o il controllo dello Slender Man (o della stessa forza che influenza Slender Man), che agiscono sulla base del suo volere e delle sue necessità. Di conseguenza , gli Agenti sarebbero gli intermediari dello Slender Man. Si sospetta siano coloro che fanno il lavoro sporco, chi manipola oggetti, chi copre e lascia le tracce, chi crea i video, risponde su Twitter e influenza le vittime." 

Gli ARG sono una novità—esperienze multimediali complesse molto diverse dal semplice meme o dalle storie di fantasmi che ci si raccontava l'un l'latro prima dell'avvento di Internet. Sapendo tutto questo, è forte la tentazione di trarne una conclusione semplice: due ragazzine vulnerabili sono andate su Internet, sono rimaste invischiate in qualcosa che i loro cervelli non erano in grado di comprendere e il risultato di questa influenza negativa è che hanno cercato di uccidere un'altra bambina.

Naturalmente, i genitori e le autorità scolastiche hanno risposto in modo aggressivo. Il Milwaukee Journal Sentinel ha criticato pesantemente la scuola e ha evidenziato il fatto che essa abbia fornito degli iPad agli studenti: "Quando hanno fornito gli iPad all'inizio dell'anno, le autorità scolastiche avevano promesso che li avrebbero controllati periodicamente, eppure non l'hanno mai fatto." A quanto pare, tali dispositivi sono stati confiscati. Il Journal Sentinel va avanti, affermando che "secondo gli psicologi, il controllo dei genitori sugli apparecchi elettronici è essenziale per la sicurezza dei bambini. I genitori hanno il diritto di sapere cosa vedono i flgli, così da poterne discutere con loro." 

Fox6Now.com riferisce che molte scuole hanno reso irraggiungibile il sito del CreepyPasta, ma secondo il sovrintendente scolastico del distretto Todd Gray in tali siti non ci sarebbe niente che avrebbe destato preoccupazione prima del tentato omicidio. Gray aggiunge, "Possiamo scrivere tutti i regolamenti che vogliamo, ma il problema è che non abbiamo alcun controllo sugli studenti quando sono fuori dalle mura scolastiche." 

Il problema di tutte queste reazioni è che nessuna centra il punto. I video più popolari su Slender Man hanno centinaia di migliaia di visualizzazioni, eppure non ci sono centinaia di bambini che ne accoltellano altri nei boschi... o almeno non fuori dalla fervida immaginazione del Daily Mail. Qualsiasi cosa sia accaduta a queste due bambine, una cosa così grave da farne delle assassine, deve derivare dalle loro circostanze particolari. 

Non è stato qualcosa che c'è su questi siti a dire loro di uccidere una bambina; l'hanno deciso loro, e la verità è che non abbiamo alcuna idea del perché. Potremmo non saperlo mai, e questo è il mistero più difficile da risolvere.

Segui Martin su Twitter: @mjrobbins

Tagged:
Vice Blog
Slender Man