FYI.

This story is over 5 years old.

News

Notizie del dopo-sbornia

A Colonia neonazisti e ultras hanno protestato contro l'estremismo islamico, quattro banche italiane non hanno superato gli stress test della BCE e a Torino un sindaco vuole introdurre dei bus separati per i rom.
27.10.14

Estremisti anti-estremisti
I NEONAZISTI TEDESCHI HANNO PROTESTATO CONTRO L'ESTREMISMO ISLAMICO
Circa 2.500 tra neonazisti e ultras hanno partecipato alla manifestazione “Hooligans Against Salafists”

La contro-manifestazione antifascista di Colonia.

(via)

Gruppi ultras ed esponenti dell’estrema destra tedesca si sono scontrati con la polizia nel corso di una manifestazione contro l’estremismo islamico a Colonia.

Pubblicità

Ai circa 2.500 manifestanti, riuniti sotto il nome di “Hooligans Against Salafists” (HAS), si sono opposti circa 500 contro-manifestanti, che reggevano cartelli con messaggi come “Il nazionalismo non è la risposta.” Anche se, se sei un nazionalista, il nazionalismo è effettivamente la risposta.

L’inconciliabilità delle opinioni dei due gruppi può spiegare come mai i manifestanti di HAS siano finiti a tirare bottiglie, biciclette, pietre e altri oggetti contro la polizia.

I poliziotti in assetto anti-sommossa hanno risposto usando spray urticante, cariche e idranti per disperdere la folla. Più tardi, un portavoce del sindacato della polizia ha dichiarato ai media locali che si è avuto a che fare con un fenomeno inedito all’interno del mondo ultrà tedesco e potenzialmente molto pericoloso.

Diritti
A TORINO VOGLIONO INTRODURRE DEI BUS SEPARATI PER I ROM
La proposta viene dal Pd e da Sel

(via)

Claudio Gambini, sindaco di Borgaro (poco fuori Torino) del Pd, vuole costringere la società dei trasporti locali a sdoppiare della linea di bus 69, che da anni è al centro di polemiche, petizioni e proteste per questioni di sicurezza e microcriminalità.

La proposta del primo cittadino, infatti, è quella di introdurre un bus per la gente di Borgaro e un altro per i cittadini rom: quest'ultimo arriverebbe direttamente al campo nomadi senza passare per le altre fermate.

"Così si risolverà il problema senza che ci rimetta nessuno," ha detto il sindaco. Per Luigi Spinelli, assessore ai trasporti di Sel, il bus separato è "la soluzione migliore per tutti."

Pubblicità

Gli amministratori hanno anche respinto le accuse di discriminazione: "Non è razzismo, è soltanto un modo per risolvere un problema che va avanti da troppo tempo."

Banche
QUATTRO BANCHE ITALIANE NON HANNO SUPERATO GLI STRESS TEST DELLA BCE
Ma il risultato è nel complesso positivo

La sede della Banca Centrale Europea a Francoforte. (Foto via Wikimedia Commons)

(via)

Tredici banche europee, di cui quattro italiane, non hanno superato l’esame dei bilanci condotto dalla Banca Centrale Europea negli ultimi 12 mesi. I quattro istituti italiani sono Monte dei Paschi di Siena con una carenza di capitale di 2,11 miliardi di euro, Carige con 810 milioni e, per importi minori, Popolare di Vicenza e Popolare di Milano.

L’esame della BCE mirava a rassicurare i mercati sulla solidità del sistema bancario europeo e sulla sua capacità di fornire i finanziamenti necessari all’economia reale. ad essere analizzate sono state le 25 banche—di cui nove italiane—che al 31 dicembre 2013 non superavano le soglie fissate dalla BCE e avevano carenze di capitale per 25 miliardi di euro totali. Tutti e 25 gli istituti dovranno ora presentare un piano di rientro che dovrà essere approvato dalla Banca Centrale Europea.

Il risultato, secondo il vicepresidente della BCE Vitor Constancio, è nel complesso positivo: “Ora le banche saranno in una posizione più comoda per rispondere alla domanda e sostenere la ripresa,” ha detto presentando i risultati.

Pubblicità

“Questa revisione senza precedenti delle posizioni delle banche più grandi,” ha detto ancora Constancio, “aumenterà la fiducia del pubblico nel settore bancario.”

Aborto
GLI ANTIABORTISTI HANNO SFILATO PER LE STRADE DI MILANO
Insieme ai neofascisti di Forza Nuova

(via)

Questa domenica i cattolici del Comitato No 194 sono scesi in piazza a Milano insieme ai neofascisti di Forza Nuova.

Partito da piazzale Cadorna e giunto a Porta Romana, il corteo è stato contestato dai collettivi femministi e antifascisti. I due gruppi non sono comunque mai venuti a contatto.

L'obiettivo del comitato è ottenere un referendum abrogativo della legge 194, e per fare ciò non si fanno troppi problemi ad andare in giro con certe compagnie politiche. "Non sono filonazisti," ha spiegato il portavoce del comitato No 194 riferendosi a Forza Nuova, "e non creano problemi, al contrario dei loro antagonisti."

Elezioni
IN TUNISIA, UCRAINA E BRASILE È PERIODO DI URNE

Un seggio in Ucraina nelle ultime presidenziali.

(via)

Mentre le presidenziali in Brasile riconfermano Dilma Rousseff, in Tunisia si sono svolte le prime elezioni dall’entrata in vigore della nuova costituzione. Si vota per eleggere un nuovo parlamento, e dai primi exit poll risulta in testa il partito laico Nidaa Tounes, seguito dall'islamista Ennahda.

Indipendentemente dai dati, è probabile che dopo le elezioni i partiti più votati saranno costretti ad allearsi, perché è improbabile che uno dei due riesca a ottenere la maggioranza assoluta.

Pubblicità

Nel frattempo, anche in Ucraina si vota per le elezioni parlamentari, sebbene vaste porzioni dell’est del paese siano di fatto controllate dai separatisti filorussi. Le proiezioni sembrano indicare che ad uscire vincitrice dalle urne saranno le forze politiche filo-occidentali riunite intorno alla figura del magnate del cioccolato Petro Poroshenko.

Fascismo
UN POLITICO HA PROPOSTO DI INTITOLARE UNA PIAZZA A BENITO MUSSOLINI
Succede a Monselice, in provicia di Padova

(via)

L'assessore comunale ai Lavori pubblici di Monselice, Andrea Tasinato, ha proposto di intitolare a Mussolini una nuova piazza del paese in nome delle "tante cose buone da lui fatte per il bene del popolo italiano."

Tasinato ha aggiunto che "Mussolini è stato giudicato dalla Storia ed evidentemente condannato," ma che "passati ormai decenni da quei fatti" è arrivato "il momento di guardare avanti."

I lavori per questa nuova piazza dovrebbero terminare a breve. L'intenzione dell'assessore è quella di inaugurarla entro Natale, invitare Alessandra Mussolini e aprire così "un nuovo capitolo di storia legato a Mussolini."