Pubblicità
Food by VICE

Uno studio ha rivelato che l'agricoltura bio potrebbe uccidere la Terra

Dei ricercatori svedesi sostengono che l'agricoltura biologica produca molta più CO2 di quella "tradizionale".

di Andrea Strafile
20 dicembre 2018, 4:05pm

Foto via Unsplash

E se l'agricoltura biologica stesse facendo molti più danni di quanti non ne faccia quella a base di fertilizzanti? Se il fatto di comprare biologico implicasse un maggiore benessere del corpo, ma anche un'inarrestabile distruzione della Terra?

È quanto sostiene uno studio svedese appena pubblicato sulla rivista scientifica Nature. Lo studio, condotto dalla Chalmers University of Technology di Göteborg, afferma che l'agricoltura biologica produca più CO2. Insomma, che quindi inquini di più, molto di più, di quella "convenzionale".

Per sostenere la loro tesi i ricercatori dell'università svedese, il cui portavoce per Nature è stato Stefan Wirsenius, hanno applicato gli stessi dati di un paio di coltivazioni biologiche presenti in Svezia a tutte le coltivazioni e allevamenti organici. "I piselli biologici coltivati in Svezia hanno un impatto sul clima del 50% in più. Per alcuni alimenti la differenza è ancora maggiore. Per il grano biologico svedese arriva al 70%", dice il dottor Wirsenius nell'articolo. Quello che hanno dimostrato (in piccolo, va detto) è che un'agricoltura biologica ha una resa minore rispetto a quella fatta con fertilizzanti vari. Perciò per produrre lo stesso quantitativo serve, banalmente, più terreno.

“Il maggiore uso di terreni nelle coltivazioni biologiche porta indirettamente a maggiori emissioni di anidride carbonica, per via della deforestazione. La produzione di cibo nel mondo è regolata dal commercio internazionale. Quindi il modo in cui coltiviamo in Svezia influisce indirettamente sulla deforestazione nei Tropici”. Ecco, Stefan l'ha spiegato con queste esatte parole.

Naturalmente se l'agricoltura bio produce più CO2, figuriamoci l'allevamento: se ci sono mucche che mangiano solo biologico allora serve produrre anche alimenti biologici per loro. Inquinando ancora di più. Attenzione, però: secondo i ricercatori la soluzione migliore è comunque quella di mangiare animali allevati in modo biologico, perché quello che si mangiano per la nostra salute, ma di scegliere quella di polli, agnelli, maiali. Che sono più piccoli e mangiano meno di una mucca, ecco.

Quindi, cosa dobbiamo fare? Comprare robaccia piena diserbanti chimici? Metà biologica e metà non? Dobbiamo salvare noi stessi o il pianeta? Il mio cervello ci va in tilt.

La soluzione per salvare noi stessi forse è sempre quella, la più semplice e la più scontata: pensare in modo locale. La carne dell'allevatore vicino casa, il contadino che non ha bisogno di fare grandi numeri e di deforestare, le verdure di quello affianco o addirittura del proprio orto. Senza fare troppi allarmismi.

Segui Andrea su Instagram.
Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali? Iscriviti alla nostra newsletter settimanale.