Pubblicità
Motherboard

Questo plugin impedisce a Facebook di raccogliere i dati degli utenti fuori dal social network

Mozilla, l'azienda dietro il browser Firefox, ha reagito in maniera piuttosto aggressiva allo scandalo che ha coinvolto Facebook nelle ultime settimane.

di Kaleigh Rogers
28 marzo 2018, 9:46am

Immagine: Pexels

Alla luce dello scandalo di Cambridge Analytica, molti utenti stanno realizzando quanto insidiose siano le tecniche di raccolta data che i social network utilizzano. Facebook raccoglie informazioni sui propri utenti anche quando non sono sul sito, e questo è il motivo per cui Mozilla ha creato un nuovo plugin per Firefox che impedisce a Facebook di farlo.

"Il valore che si genera quando colleghi un tuo profilo su un sito al tuo profilo social è enorme, e Facebook ha una rete di tracker su vari siti che," ha scritto Mozilla in un post sul nuovo plugin. "Questo tipo di codici ti tracciano silenziosamente e spesso è impossibile capire dove vengano condivisi questi dati."

Il nuovo plugin, chiamato Facebook Container, blocca questi tracker cancellando i tuoi cookio di Facebook e sloggandoti dal sito. La volta successiva che visiterai Facebook, il plugin aprirà una scheda speciale (o "container") dove potrai loggarti separatamente dal resto del tuo browser. Questo processo serve a limitare le informazioni che Facebook può raccogliere mentre gli utenti navigano su internet, e che vengono utilizzate per rifinire il targeting delle pubblicità. Non impedisce, però, la raccolta dati che avviene su Facebook, ma se non sei ancora pronto a eliminare del tutto il tuo account, questo è un modo per cercare di avere più controllo sulle informazioni che fornisci a Facebook mentre sei online.

Mozilla ha reagito rapidamente allo scandalo di Cambridge Analytica, prima pubblicando una petizione che chiedeva maggiore protezione della privacy su Facebook, e poi annunciando che avrebbe messo in "pausa" la sua pubblicità sul social network. Il nuovo plugin è l'ultimo sforzo dell'a

Mozilla has reacted quickly to the Cambridge Analytica scandal, first releasing a petition calling for better privacy protections on Facebook, then announcing it would “pause” advertising on the site too. The new plugin is the company’s latest effort to bolster its own privacy reputation by building off of Facebook’s publicity nightmare.

Get six of our favorite Motherboard stories every day by signing up for our newsletter .

This article originally appeared on Motherboard US.