Per i piloti d'aereo gli incidenti tra droni e velivoli sono “solo questione di tempo”

Nell'arco di sei mesi, nel solo Regno Unito ben 23 ?droni hanno rischiato di colpire aerei in volo. Ora i piloti chiedono misure di sicurezza più restrittive, assicurazioni obbligatorie, registrazioni per i possessori.
3.3.16
Foto via Flickr

Segui VICE News Italia su Facebook per restare aggiornato

Nell'arco di sei mesi, nel solo Regno Unito ben 23 droni hanno rischiato di colpire aerei in volo.

Ora i piloti chiedono misure di sicurezza più restrittive, assicurazioni obbligatorie, registrazioni per i possessori di droni e no-fly zone nelle aree in cui i voli commerciali sono più frequenti — oltre a una ricerca scientifica "urgente" che valuti gli eventuali danni di una collisione aerea tra i due mezzi.

"Dobbiamo agire subito per garantire la sicurezza dei passeggeri e del personale di bordo, in modo da evitare incidenti catastrofici," ha spiegato Steve Landells, esperto di sicurezza della British Airline Pilots Association (Balpa). Se un drone colpisse un aereo, ha aggiunto alla BBC, si potrebbe verificare un danno strutturale come la rottura di una delle finestre della cabina.

La UK Airprox Board ha documentato ben 23 possibili collisioni tra l'11 aprile e il 4 ottobre del 2015. In quattro casi, il rischio è stato valutato come "elevatissimo."

Leggi anche: Qualcuno ha usato un drone per consegnare una pistola in una prigione canadese

Lo scorso 22 settembre, ad esempio, un drone è transitato a meno di 25 metri dal fianco destro di un Boeing 777 appena decollato dall'aeroporto di Heathrow. Il proprietario del drone non è stato identificato, nonostante le indagini della polizia.

Appena una settimana dopo, un quadricottero ha sfiorato un Airbus A319 che stava atterrando in un altro scalo londinese: secondo il pilota, il drone si è trovato a soli sei metri di distanza dall'aereo in altezza, e a 23 metri dalla fiancata sinistra.

In un altro caso, un drone argentato è transitato a pochi metri dall'ala di un BE200 che stava per atterrare all'aeroporto di Southampton. "È stato solo un caso" che l'incidente non si sia verificato, ha spiegato la polizia.

Molti piloti, secondo Richard Wescott della BBC, credono che sia solo questione di tempo prima che un drone colpisca un aereo. "Nessuno, però, sa con esattezza cosa potrebbe succedere se ciò avvenisse."

La Balpa teme che il numero di incidenti rischiati possa salire nei prossimi mesi, "perché le persone faranno volare i loro regali di Natale per la prima volta, quasi sempre con pochissima o nessuna esperienza, né alcuna conoscenza delle regole del traffico aereo," si legge in un comunicato.

Ci vogliono regole più severe, secondo l'agenzia. "I piloti vogliono che siano implementate delle tecnologie in grado di impedire ai droni di volare nelle aree in cui potrebbero incrociare gli aerei, oltre all'inserimento di tracciatori che permettano di rintracciare e denunciare facilmente i trasgressori."

Al momento, le persone che fanno volare i propri droni troppo vicino agli aerei possono essere denunciate per avere messo in pericolo la sicurezza dei velivoli e rischiano cinque anni di prigione — ma solo se vengono identificati.

Leggi anche: L'Italia teme che i droni possano essere usati per portare la droga in carcere


Segui VICE News Italia su Twitter e su Facebook

Segui Miriam Wells su Twitter: @missmbc

Foto via Flickr