Pubblicità
droghe

L'industria della marijuana legale negli USA vola—ma ha un problema con i contanti

Un nuovo rapporto prevede una crescita esponenziale nel 2016 del settore della marijuana negli Stati Uniti, ma le banche non sono ancora disposte a lavorare con i commercianti di erba legale a causa delle restrizioni del governo federale.

di Tess Owen
03 febbraio 2016, 11:45am

Photo de Robert Galbraith/Reuters

Segui VICE News Italia su Facebook per restare aggiornato 

Quello della marijuana legale è il settore con il più alto tasso di crescita negli Stati Uniti, stando a una recente ricerca di mercato.

Sempre secondo il report, lo scorso anno le vendite di erba sono aumentate dell'80 per cento, generando un fatturato di 5 miliardi di dollari. Gran parte di questi acquisti sono stati fatti in contanti.

Mentre il business dell'erba legale continua a crescere - 23 stati e il Distretto di Columbia hanno legalizzato una qualche forma di uso medico della marijuana, mentre quattro stati ne permettono l'uso ricreativo - per le leggi federali la cannabis è ancora illegale. Questo significa che le banche, che devono sottostare alle leggi federali, non posso lavorare con i negozi che vengono marijuana per paura di violare le leggi sul riciclaggio. La situazione complica la vita degli imprenditori della marijuana, i quali devono gestire montagne di contanti. 

Lo scorso luglio, un gruppo di senatori ha introdotto il Marijuana Businesses Access to Banking Act, una legge che mira a superare il divario tra normative statali e federali. 

"Costringere gli imprenditori e le imprenditrici che operano legalmente secondo le leggi dell'Oregon a fare la spola con borsoni pieni di soldi è un invito a commettere crimini e abusi," ha Jeff Markley, un senatore democratico dell'Oregon. "Bisogna permettere alle banche di servire queste imprese legali senza la paura di ritorsioni devastanti da parte del governo federale."

Il senatore del Colorado Cory Gardner ha ribadito queste preoccupazioni, affermando che i continui rifiuti da parte delle banche di garantire i servizi finanziari di base ha "costretto il settore ad adottare un modello di business basato sui contanti che favorisce i crimini violenti e mette a rischio le vite di tutti i cittadini del Colorado."

Leggi anche: Negli Stati Uniti la legalizzazione sta abbassando i prezzi della marijuana

La cooperativa di credito Fourth Corner a Denver sperava di diventare la prima istituzione finanziaria del paese a occuparsi prettamente al settore della marijuana legale, ma i piani della banca sono caduti in frantumi lo scorso anno, quando la Federal Reserve Bank del Kansas, che controlla il distretto finanziario di Denver, non ha concesso i permessi necessari per il funzionamento della Fourth Corner. La cooperativa ha fatto ricorso in tribunale, ma il giudice R. Brooke Jackson ha respinto la causa a gennaio, deliberando che l'operazione "avrebbe favorito le attività criminali."

Il Dipartimento di Giustizia (DOJ) ha emesso delle "linee guida" per le banche che desiderano gestire i soldi della marijuana, nelle quali si afferma che gli ufficiali e i magistrati non indagheranno attivamente le banche che lavorano con il settore della marijuana. Ma le linee guida affermano con chiarezza che "il Dipartimento di Giustizia si riserva il diritto di applicare le leggi federali, tra cui quelle relative alla marijuana, indipendentemente dalle leggi statali," e sottolineano che le banche sono comunque obbligate a riferire "qualsiasi attività sospetta."

Nella sua decisione riguardo al caso della Fourth Corner, Jackson ha detto essenzialmente che le linee guida del DOJ non hanno valore e che le banche devono rispettare la legge evitando il settore della marijuana.

"Questi documenti accennano solo al fatto che i magistrati e gli ufficiali potrebbero 'chiudere un occhio' se le banche decidono d violare la legge," ha detto Jackson. "Una corte federale non può chiudere un occhio."

Nel frattempo, si pensa che sempre più stati legalizzeranno la marijuana—creando sempre più imprese legate all'erba che saranno costrette a lavorare solo con i contanti. Pennsylvania, Florida, Ohio e Missouri approveranno probabilmente leggi che legalizzano la marijuana medica nel 2016, mentre California, Nevada, Arizona, Massachusetts, Maine, Rhode Island e Vermont potrebbero permettere la vendita a scopo ricreativo. 

Il mercato è in continua espansione, e un rapporto pubblicato lunedì dall'ArcView Market Research and New Frontier, un gruppo specializzato nel settore della marijuana,  ha calcolato che il settore della marijuana legale potrebbe generare un fatturato di 6,7 miliardi di dollari nel 2016 - un aumento del 25 per cento rispetto al 2015 - e potrebbe continuare ad aumentare fino a 21,8 miliardi di dollari nel 2020.

Leggi anche: In foto: Come funziona l'industria della marijuana legale in Canada

Non ci sono soluzioni immediate al problema legato alle banche, ma diversi candidati alla presidenza hanno chiesto di rimuovere la marijuana dalla lista di sostanze vietate che include l'eroina, l'LSD e altre droghe che secondo il governo creano una forte dipendenza e non hanno un uso medico riconosciuto. Un cambiamento simile permetterebbe alle banche di aprire le loro casseforti all'industria della cannabis.

E nonostante le restrizioni a livello federale, una manciata di cooperative di credito locali e altre istituzioni patrocinate dagli stati a Washington e nell'Oregon hanno permesso ad alcuni commercianti di erba di aprire un contro. 

Il sito Leafy, specializzato nel settore della marijuana, ha citato dei dati del Financial Crimes Enforcement Network del Dipartimento del Tesoro, che mostrano che 266 istituti finanziati in tutto il paese hanno dei conti aperti da imprese legate alla cannabis. 

Ci sono anche alcuni stratagemmi che permettono ai clienti dei negozi he vendono marijuana legali di usare le carte di credito, ma per il momento gran parte dell'erba venduta continuerà ad essere acquistata con i contanti. 


Segui VICE News Italia su Twitter e su Facebook

Segui Tess Owen su Twitter: @misstessowen

Tagged:
MARIJUANA
Cannabis
COLORADO
VICE News
Oregon
salute
erba
Stati Uniti
Droga
crimine
DOJ
marijuana medica
americhe
business della marijuana
crimine e droghe
dipartimento di giustizia
settore della marijuana