Recensione: Steve Pepe - Danza Moderna

Nel suo debutto solista, Manuel Cascone toglie il pavimento alla pista da ballo.
08 giugno 2018, 3:16pm

Ci sono musicisti, producer, agitatori che non hanno bisogno di stare sotto i riflettori per lavorare egregiamente e lanciare bombe musicali: è il caso di Manuel Cascone, conosciuto per le sue ragioni sociali Cascao & Lady Maru e Nastro, ma soprattutto produttore schivo di una buona percentuale di dischi altrui che escono dalla capitale. Questa sua esperienza incrociata "del fare" ha portato finalmente a un disco solista sotto il nome di Steve Pepe, licenziato sotto la prestigiosa etichetta spagnola Hivern Discs.

Ebbene, come da press release, tutte le esperienze di Cascone sono concentrate in questo disco di elettronica minimale ma non vuota, anzi, finanche eccessiva nelle ispirazioni. Che sia la musica per bambini o la folktronica, la dance krauto teutonica o gli effettazzi noise (tutte grandi passioni del nostro), Manuel le tagliuzza in piccole parti, le seziona, sottrae più che aggiungere, e se aggiunge lo fa per solarizzazione, step by step. C'è posto anche per motivi d'avanguardia come la tecnica dello Shepard tone in versione stranamente pop, o per diversivi di flauto che riportano alle suggestioni musicali del nuovo medioevo digitale, più qualche citazione dei grandi classici (Aphex Twin in primis).

L'ambizione è comunque quella di destrutturare la musica da ballo evitandone tutte le connessioni più "comode", che alla lunga diventano solo maniera e noia. Già il titolo, Danza Moderna, è un evidente omaggio a Modern Dance dei Pere Ubu, che delle macerie del postmoderno cantavano le esequie. Cascone nel disco rende invece omaggio alle macerie della pista da ballo, del mate ingerito con le droghe per stare svegli tutta la notte davanti a un DJ, costringendosi forse a stare lì senza in realtà capirci un'acca.

Ma l'operazione è riuscita? Come dice lo stesso Cascone, probabilmente no. La ricerca deve giustamente continuare e, appunto, non serve che si capisca dove vogliamo andare a parare. Ma, ascoltando "Seq. 13", la mina del disco in cui davvero il diavolo sta nei dettagli, forse la chiave di volta l'abbiamo trovata: una musica da ballo che non ha più il pavimento su cui muovere i piedi, solo il sogno.

Danza Moderna è uscito il primo giugno per Hivern Discs.

Ascolta Danza Moderna su YouTube:

TRACKLIST:
1. Ouverture
2. Danza Moderna
3. Baionetta
4. Della Pioggia
5. Diversivio
6. Pora Machina

Segui Noisey su Instagram e su Facebook.

Pubblicità