Il film sulla guerra nucleare che ha traumatizzato una generazione è tornato

"Una delle cose più spaventose che io abbia mai visto su uno schermo."
23.1.18

Nel 1984 è stata lanciata una bomba sulla televisione britannica.

Quella bomba era Threads, un film ben fatto sulla guerra nucleare. A differenza di tanti altri film, libri e programmi televisivi sul tema, Threads mostrava cosa significasse vivere per le persone normali che si trovavano ad avere a che fare con la guerra nucleare. Una delle cose più spaventose che io abbia mai visto su uno schermo.

Threads ha traumatizzato un'intera generazione britannica. La BBC l'ha trasmesso soltanto due volte — una nel 1984 e poi nel 1985, per il quarantesimo anniversario del lancio della bomba atomica sul Giappone. Poi lo ha lasciato in cantina per vent'anni. Quando la TBS lo ha trasmesso negli Stati Uniti nel 1985, il magnate dei media Ted Turner lo ha introdotto personalmente. “Più sappiamo quello che potrebbe accadere, meno ci sono possibilità che accada,” ha detto il milionario agli americani prima di trasmetterlo.

Nonostante la sua forza e la sua durevole rilevanza, Threads è sempre stato difficile da trovare fuori dal Regno Unito. Ma qualcosa sta per cambiare. Dal 30 gennaio sarà disponibile una versione restaurata in Blu-ray e DVD, con tanto di contenuti speciali.

"La Severin ha cercato di ottenere la licenza per una decina d'anni, ammiravamo molto il film e i suoi effetti potenti," mi ha detto Josh Johnson, della casa di distribuzione Severin Films, via email. "Detto questo, sta tornando con un tempismo perfetto, perché ci troviamo di nuovo minacciati da un potenziale conflitto nucleare."

Pubblicità

Threads è ambientato nella città di Sheffield nel 1984, e racconta la storia di una guerra nucleare vista dagli abitanti della città. Non c'è una grossa presenza militare, eroi o morali nella storia. Le ragioni geopolitiche della guerra sono sullo sfondo, e non contano molto dopo che un ordigno da un milione di tonnellate viene lanciato sulla città.

Nei momenti successivi allo schianto, le persone sono morte in maniere orribili. Uno dei grandi equivoci della guerra nucleare è che finisce in un istante. C'è un lampo di luce, e chi vi scompare dentro è fortunato. Ma molti sopravvivono all'esplosione iniziale soltanto per perire a causa delle radiazioni e soffocare tra le macerie, o per sentire la loro carne sciogliersi sotto il calore crescente.

Threads non è un film sull'abilità degli esseri umani di soffrire o sopravvivere. Non ci sono messaggi di speranza e le persone non fanno squadra per cavarsela. Non si tratta di I Am Legend o di Armageddon, dove il sacrificio di una sola persona può salvare la situazione.

Invece, la società si deflagra. La polizia locale usa il suo potere per abusare dei cittadini di Sheffield, uccidere gli sciacalli e radunare malati e infermi. Milioni di persone muoiono e il Regno Unito entra in una fase di oscura regressione.

Si tratta di un film importante. Il recente falso allarme alle Hawaii è stato un segnale del fatto che siamo ancora terrorizzati dalla guerra nucleare, ma raramente consideriamo in dettaglio cosa vorrebbe dire ritrovarcisi. Threads osa mostrare alla sua audience ciò che questa non vuole vedere — che quanto accade dopo un conflitto nucleare è molto peggio di quanto accade in un flash.

La versione 2K esce il Blu-Ray il 30 gennaio.