Questo inventore solitario ha costruito un robot che si ubriaca con lui

Drinky è il compagno di bevute solitarie perfetto.
07 gennaio 2016, 10:20am

A chi non è capitato almeno una volta nella vita di ubriacarsi da solo, constatando in prima persona come l'esperienza si trasformi molto in fretta da eccitante a deprimente? Ecco perché Eunchan Park ha costruito Drinky, un piccolo e impertinente robot che scola un bicchiere dopo l'altro in compagnia.

Su YouTube c'è un video che mostra il robot in azione, accompagnato dalle parole di Park:

"A natale 2012, mi sono trovato a bere Soju (un alcolico coreano) da solo perché all'epoca non avevo una fidanzata. Ma la cosa mi stava deprimendo, non potevo andare avanti così. Alla fine, ho messo un altro bicchiere davanti al mio e c'ho versato dentro un po' di Soju. Poi, ho brindato con il bicchiere di Soju, come se ci fosse qualcuno davanti a me. Incredibile a dirsi, ma il sapore era completamente diverso! Ho capito che il gusto segreto di un alcolico dipende dalla presenza di un compagno di bevuta. Ecco perché ho creato questo robot."

Park ha ricevuto un finanziamento dall'Art Center Nabi, un museo d'arte di Seul, per la realizzazione di Drinky. Il robot è dotato di una coordinazione notevole, è in grado di brindare e buttare giù bicchieri senza rovesciare una sola goccia. (Quello che beve Drinky finisce nel suo corpicino di vetro, così si può riutilizzare) Drinky è anche capace di annuire, scuotere la testa o tirare su il pollice, cose che lo rendono il compagno di bevute ideale, che ascolta senza giudicare.

Dulcis in fundo, Drinky regge l'alcool meglio di qualsiasi essere umano, il che significa che non sarà mai necessario buttarlo dentro un taxi sbronzo marcio a fine serata.