FYI.

This story is over 5 years old.

Stuff

Una lettera aperta al museo più "sbagliato" del mondo

Caro Museo del Guinness dei Primati, di recente ho visitato la vostra sede di Los Angeles. E come per il Museo delle Cere di Hollywood, non sono rimasto granché impressionato da quanto offrite.
15.11.13

Caro Museo del Guinness dei Primati,

di recente ho visitato la vostra sede di Los Angeles. Come per il Museo delle Cere di Hollywood, non sono rimasto granché impressionato da quanto offrite.

Al di là del fatto che il vostro museo era tenuto male, c’era un problema ben peggiore.

Camminando per il museo mi sono imbattuto in numerosi “record del mondo” che sapevo essere sbagliati. Mi riferisco, per esempio, l’affermazione secondo cui Titanic sarebbe il film con più incassi, e che Lance Armstrong avrebbe vinto più Tour de France di tutti.

Tornato a casa ho controllato un po’ di cose. La quantità di informazioni scorrette che esibite non si limita ai casi già citati.

Questa non intende essere una lista esauriente di tutti gli errori del museo. E non fraintendetemi: so bene che c'è stato un momento storico in cui le informazioni che riportate corrispondevano al vero. Ma se siete un museo dei Guinnes dovete proporre dei guinnes. Non dei non-più-guinness. O forse dovreste cambiare nome. O capire che sarebbe stato meglio pensarci prima:

- Dite che Bad di Michael Jackson sia il secondo album più venduto di sempre. In realtà, è il decimo.

Pubblicità

- Dite che Hillary Duff sia la bambina più pagata della TV. In realtà, è Angus T. Jones.

- Dite che i baffi più lunghi mai esistiti misurassero 3,10 metri. Stando al Guinness dei Primati (il vostro libro) in realtà erano lunghi 4,2 metri.

- Dite che Dustin Hoffman detenga il record di Oscar come migliore attore, avendone vinti due. Daniel Day Lewis ne ha tre.

- Dite che Jurassic Park sia il film con il budget più alto. Sbagliato. È Avatar.

- Dite che George Burns sia l’uomo più anziano ad aver vinto l’Oscar, a 79 anni. Christopher Plummer ne ha vinto uno a 82.

- Dite che la Lira Turca sia la valuta più debole del mondo. Non è più così dal 2005.

Ecco, mi fermo un attimo. Non perché la lista si concluda qui, ma per prendere un bel po' di fiato.

Dite che la Statua della Libertà sia la statua più alta del mondo. In realtà, è la 37esima.

- Dite che il Golden Gate Bridge sia il ponte più lungo del mondo. Il più lungo, in realtà, è il Danyang-Kunshan in Cina. Il Golden Gate non rientra nemmeno nei primi 40.

- Dite che Hearst Castle sia l'abitazione più costosa del mondo. In realtà è Antilia a Mumbai.

- Dite che il palazzo John Hancock sia il più alto complesso residenziale del mondo. Il più alto, in realtà, è la Princess Tower di Dubai. John Hancock non rientra nemmeno nei primi 40.

- Dite che il cimitero Ohlsdorf ad Amburgo sia il più grande del mondo. In realtà, è il cimitero di Wadi al-Salam in Iraq.

Pubblicità

- Dite che la cantina più grande del mondo sia quella dell’enoteca KWV in Sudafrica. In realtà è a Milestii Mici, in Moldavia.

- Dite che lo stadio di calcio più grande del mondo sia il Maracana a Rio de Janeiro, in Brasile. In realtà, è il Rungnado May Day Stadium in Corea del Nord.

- Dite che l’aereo più veloce di sempre sia l’SR-71 della Lockheed. In realtà è l’X-43 della NASA.

-Dite che la diga in cemento più grande del mondo sia la Grand Coulee Dam nello Stato di Washington. In realtà è la Diga delle Tre Gole, in Cina.

- Dite che l'uomo più vecchio del mondo è Shigechiyo Izumi. Poco dopo la sua morte si è scoperto che l'uomo aveva mentito sulla sua età, morendo di fatto a 105 anni.

- Dite che russando nessuno abbia mai superato i 90 decibel. Nel 2009, una signore inglese di nome Jenny Chapman ha toccato i 111.

- Dite che la donna più pesante del mondo sia Flora May Jackson. In realtà il primato spetta a Carol Yager.

- Dite che la cifra più alta a cui sia mai stata venduta una bottiglia di vino è 157.000 dollari. Ma nel frattempo ne hanno venduta una per 500.000.

- Dite che gli abitanti di Belgio e Lussemburgo introducono il maggior numero di calorie giornaliere. Sorprendentemente, invece, il primato appartiene agli Stati Uniti.

Forse, mentre scrivo qualcuno di questi record è già stato superato. O magari io stesso non ho tenuto conto di cambiamenti recenti. Se fosse così, mi scuso. Sono solo un tizio (nemmeno giornalista, per quello che vale) con un computer. Ma voi siete il museo dei record, o sbaglio?

Ora, non so quanto costerebbe cambiare tutto l'allestimento. Capisco che chi visita il museo nel 2013 potrebbe anche essere mosso dalla nostalgia. Ma la maggior parte delle informazioni presentate dal vostro museo sono esposte su poster appese ai muri. Come questo cartello—che è tenuto insieme con del cavolo di nastro adesivo—che dice che Cats è in procinto di diventare lo spettacolo di Broadway più longevo della storia.

Quel cartello non è esatto dal 1997. Quando può costare stamparne uno nuovo? Lo chiedo perché l'ingresso intero al vostro museo costa 16.99 dollari.

Non solo: un sacco delle vostre informazioni sono presentate su questi schermi touchscreen di ultima generazione.  Su cui, probabilmente, sarebbe gratuito cambiare i contenuti. Anche questo è amore per il vintage? Il West Edmondo Mall in Alberta, in Canada, non è più il “centro commerciale più grande” del mondo dal 2004.

Sembra che a un certo punto abbiate raggiunto una certa consapevolezza del vostro problema, e all’inizio del 2000 avete iniziato a inventarvi record di nicchia, che non hanno speranza di essere battuti. Tipo “numero più alto di piedi di lattice fatti per un film.”

Non sono un grande esperto di giurisprudenza, ma ho l’impressione che qualcuno potrebbe definirla una truffa, no? Pubblicità ingannevole, che so. Non potete chiamarvi il “Museo dei Record” e poi esporre cose che non sono più (o non sono mai state) record del mondo.

Forse potreste diventare un museo di storia vivente, no? Un museo che insegna com’era la vita all’interno di una trappola per turisti della metà degli anni Novanta. Oppure potreste appiccare un incendio e pigliarvi i soldi dell’assicurazione? Non so. Sto facendo domande a caso.

Ah, e la vostra fontanella non funzionava.

Grazie,

Pubblicità

Jamie Taete

Tutto questo lavoro di fact checking, e mi sono dimenticato di controllare se a qualcuno frega qualcosa di tutto ciò.

Leggi anche:

Una lettera aperta al museo delle cere peggiore del mondo

Questo zoo impagliato vi farà piangere