Le app sul digiuno intermittente sono ovunque sui social e potrebbero essere pericolose

Donne e teenagers sono bombardati da pubblicità, su Instagram e TikTok, di applicazioni che vogliono aiutarti a smettere di mangiare a tratti.
10 luglio 2020, 9:15am
App per digiuno intermittente

Il digiuno intermittente è la pratica di restringere le ore in cui mangi, fissando delle precise finestre ogni giorno

Durante il lockdown, nel mezzo della notte, ho guardato ore di video su TikTok che includevano: un cane che si lamenta come un uomo; una macchina Rube Goldberg fatta di biscotti al bourbon; un uomo di mezza età che cercava di smettere di bere bibite gassate. Poi ho notato una certa pubblicità che stava comparendo tra i video molto di frequente: una donna magra e attraente che parlava alla telecamera su come di recente avesse guadagnato peso dallo "stare a casa", ma poi l'avesse perso di nuovo grazie a una app di digiuno intermittente chiamata Simple.

Ho realizzato che mi arrivavano pubblicità simili di altre app, anche su Instagram e Twitter. Ho chiesto ad alcuni amici, e anche ad alcuni sconosciuti, e ho realizzato che un grande numero di persone—spesso ma non sempre donne—durante il lockdown avevano i feed di social media bombardati di pubblicità simile.

È profondamente disturbante vedere pubblicizzato qualcosa che aiuta e incoraggia a rovinare la tua relazione con il cibo

Il digiuno intermittente, ovvero la pratica di restringere le ore in cui mangi, fissando delle precise finestre ogni giorno, è diventata una delle pratiche salutistiche preferite dalla Silicon Valley—parte della moda del "biohacking", ovvero migliorare le performance del corpo umano come se fosse una macchina—e dalle celebrità. Ma nel corso dell'ultimo anno diverse compagnie hanno cominciato a proporre delle app per aiutare la gente a digiunare e a promuoverle massicciamente sui social media.

Non mi è piaciuto vedere quelle pubblicità. La mia ossessione per la restrizione calorica girava intorno a queste pubblicità che mi permettevano di monitorare il mio introito e queste abitudini ci hanno messo—ci stanno mettendo—anni a rompersi. Quando ho chiesto alle altre persone come si sentivano riguardo a queste pubblicità ho ricevuto alcune risposte forti: "È profondamente disturbante," mi ha detto una donna, "vedere pubblicizzato qualcosa che aiuta e incoraggia a rovinare la tua relazione con il cibo." Molte altre persone, con o senza storie di disturbi alimentari, hanno parlato della rabbia nel vedere quelle pubblicità—incluse persone di 15 anni.

L'estetica delle pubblicità varia: da personaggi animati che ti invitano a scaricare la app, a illustrazioni di diversi tipi di grasso addominale che una donna dovrebbe perdere, fino alla variante più inquietante: il primo piano di qualcuno che ti spiega perché una certa app di digiuno gli ha cambiato la vita. Sono spesso donne con clavicole e ossa del bacino sporgenti, che, ha sottolineato una studentessa con cui ho parlato, ricordano molto il modello "thinspiration" e "proana". "Quello era il linguaggio visivo delle comunità online dedicate ai disturbi alimentari quando ero adolescente io," ha detto.

È stato documentato che Instagram e TikTok, in particolare, hanno problemi con i contenuti pro-anoressia generati dagli utenti, ma le pubblicità pagate sono tutta un'altra faccenda. "Sappiamo che discorsi come questo sono dannosi e possono innescare reazioni estreme nelle persone," ha detto Ysabel Gerrard, ricercatrice che studia le politiche di moderazione contenuti sui social media.

Ho intervistato uno dei co-fondatori di Fastic, Phil Watman, e il fondatore di Simple Alex Ilinski. "Mi dispiace se innervosiscono qualcuno: non diciamo che gli utenti dovrebbero perdere peso," dice Ilinski. Anche Wayman si è difeso—ma fino a un certo punto: "Al giorno d'oggi sui social media subisci delle shit-storm per tutto. Noi siamo completamente contro il denutrirsi. Diamo solo finestre in cui mangiare."

È facile trovare siti e account pro-anoressia che raccomandano queste app esplicitamente per ottenere perdite di peso irrealistiche.

Molte di queste app hanno il limite di età sopra i 16 anni, ma puoi inserire liberamente la tua data di compleanno. Ognuna di queste segnala che dovresti parlare con un dottore prima di cambiare dieta, ma puoi fissare il peso che vuoi raggiungere, partendo dal tuo livello attuale, a livelli pericolosamente bassi. È facile trovare siti e account pro-anoressia che le raccomandano esplicitamente per ottenere perdite di peso irrealistiche.

Il digiuno intermittente non è intrinsecamente negativo. Il digiuno per ragioni religiose è praticato largamente e in maniera sicura in tutto il mondo. Sia Wayman che Ilinski hanno parlato a lungo dei presunti benefici di salute del digiuno intermittente, come una maggiore consapevolezza ed energia e la perdita di peso, e hanno detto che cercano continuamente il supporto di nutrizionisti. “Vogliamo che i nostri utenti siano consapevoli di come si nutrono, sia che significhi digiunare che significhi bilanciare la loro dieta finché non trovano ciò che è meglio per il loro corpo e la loro mente," ha detto Ilinski. Suona abbastanza sano, forse un po' ossessivo nel tono—non sono sicura del perché qualcuno dovrebbe raggiungere "piena consapevolezza" di ciò che mangia. Ma i benefici del digiuno non sono affatto certi da un punto di vista medico.

Ma queste app hanno la possibilità di vendersi come piattaforme per la salute e commercializzare pretese mediche poco verificate. Una pubblicità per Fastic su TikTok afferma che il caffè previene l'Alzheimer. Ilinski mi ha detto che la pubblicità di Simple incoraggia solo periodi con durate "responsabili" di digiuno. "Non ti diciamo di digiunare per 24 ore, due giorni, tre giorni." Quando gli ho fatto notare che il loro Instagram ha postato con ammirazione su come uno dei loro utenti abbia digiunato per oltre tre giorni e mezzo, ha ammesso che "forse" potrebbe incoraggiare comportamenti poco sani.

Fastic app advert on TikTok.

Ci sono molte persone per cui le app del digiuno sono strumenti utili per seguire uno stile di vita che non è pericoloso di per sé. Fastic ha raggiunto i 4 mlioni di download. Queste app si prestano facilmente a venire pubblicizzate in posti irresponsabili, con un messaggio irresponsabile, a persone che probabilmente le utilizzeranno male.

Forse queste app non promuovono un comportamento pericoloso, ma di sicuro contribuiscono ai sentimenti che lo creano.

Forse dovremmo segnalare quelle pubblicità e andare oltre con le nostre vite. Ma il problema, specialmente per coloro che hanno relazioni problematiche con il cibo, è che una parte di te si incuriosisce. Vedo queste pubblicità e una vocina nella mia testa mi dice "Forse dovresti usare una app per il digiuno". Forse queste app non promuovono un comportamento pericoloso, ma di sicuro contribuiscono ai sentimenti che lo creano.