FYI.

This story is over 5 years old.

Attualità

Le superfici frastagliate dei semi che potrebbero salvare il mondo

Prima che arrivino alla Banca Mondiale del Seme, Katilyn Schwalije ha regalato a questi piccoli semi il loro momento macro.
20.1.15
Seed of Beta vulgaris (beet) © Kaitlyn Schwalje 2014

In una silenziosa isola della Norvegia, una struttura che emerge dal permafrost, sono contenuti circa 770.00 semi di piante provenienti da tutto il globo, in caso ci sia un improvviso “giorno del giudizio” o un'apocalisse. E questa è la Svalbard Global Seed Vault, da cui l'artista Kaitlyn Schwalje ha tratto i soggetti per la sua serie di macrofotografia Seeds Under Microscope.

“La serie vuole dare una faccia a questo archivio, che per la maggior parte non possiede una faccia, scoprendo la bellezza dei semi per esaminarne da vicino i poteri vitali che contengono,” ha detto Schwalje a The Creators Project. Per creare la serie l'artista ha ripreso delle immagini della superficie di semi di carote, porri e barbabietole nella banca dei semi che si trova in Svezia, utilizzando un microscopio elettrico. Dopodiché i suoi minuscoli soggetti sono stati riportati nella cripta.

Pubblicità

“Lavoro partendo dal presupposto che una singola immagine attraente può fare molto per rendere interessante un argomento altrimenti inaccessibile. È una forma di packaging,” ha spiegato l'artista, il cui background è nell'ambito della fisica e del design. “Dietro l'immagine di un seme c'è una storia ricca e senza tempo, che parla del futuro dell'agricoltura e del cambiamento climatico; una storia che attraversa secoli e interi continenti. Qualsiasi indagine svela nuove conoscenze.”

Seme di Allium Porrum (leek) © Kaitlyn Schwalje 2014

Seme di Daucus carota (carota selvatica), © Kaitlyn Schwalje 2014

Fiore di Allium Porrum © Kaitlyn Schwalje 2014