FYI.

This story is over 5 years old.

Il festival Manifesto celebra la nuova elettronica ibrida

Il prossimo weekend, al circolo Monk di Roma, saliranno sul palco nomi del calibro di Com Truise, Ash Koosha e Clap! Clap! nel nome dell'incontro tra sonorità futuristiche e tradizioni folk.

Il prossimo weekend a Roma si svolgerà la seconda edizione del festival Manifesto, l'iniziativa del club Monk rivolta alla musica elettronica. Quest'anno la lineup è una perfetta sintesi di quello che sta succedendo nelle aree più estreme dell'elettronica internazionale, dove i ritmi della tradizione incontrano i suoni sintetici, dove il calore dei tropici incontra il freddo del dancefloor.

Nel corso delle due serate, venerdì 10 e sabato 11 marzo, si alterneranno sul palco: le imponenti architetture synthwave di Com Truise, l'afrobeat digitalizzato di Clap! Clap con la sua band, la psichedelia andina dei peruviani Dengue Dengue Dengue, i microsuoni cosmici di Ash Koosha, le narrazioni elettro-veterocomuniste del duo Spartiti, il futurismo precolombiano di Barrio Lindo, l'R&B pan-europeo di Cleo T. e il sampling selvaggio di Filoq.

Potete acquistare l'abbonamento per l'intero weekend a questo link o quelli per le singole serate a quest'altro link. Inoltre, qua sotto abbiamo una playlist creata dagli organizzatori del festival apposta per alleviare la sofferenza dell'attesa in questi giorni.

Segui Noisey su Twitter e Facebook.