Una conversazione Fetish a 360 gradi

Un video interattivo stereoscopico a 360 gradi per affrontare gli argomenti più intimi in realtà aumentata.

|
apr 7 2017, 12:37pm

Dopo il successo dell'esperienza in realtà virtuale di cui vi avevamo parlato l'anno scorsoGol Goatha ProjectDennison Bertram è tornato negli spazi di Sbodio 32 in occasione della Design Week 2017 di Milano per presentare il suo nuovo lavoro: A Fetish Conversation.

Mettendo al centro del dialogo il concetto di fetish e l'infinità di modi in cui è declinabile, A Fetish Conversation è un dialogo intimo in realtà virtuale in cui lo spettatore è invitato a indossare un visore e a scegliere tra sei persone con cui interagire. Ognuna di loro ha una storia da raccontare, che riguarda il suo rapporto con il feticismo e con il sesso: episodi, confessioni, riflessioni sulla difficoltà di definire cosa sia davvero fetish e cosa no.

"Il fetish è un tema complicato: influenzato, distorto, interpretato e alterato dalla nostra interazione con la società. Grazie a rappresentanti di diverse età, generi, provenienze e orientamenti sessuali, questo lavoro scavalca le tipiche barriere che si sovrappongono al discorso sincero creando uno spazio virtuale unico," scrive Dannison nel comunicato stampa. "Ho usato un video interattivo stereoscopico a 360 gradi per portare lo spettatore in uno spazio intimo, fuori dalla sua realtà soggettiva e lontano dai preconcetti."

Visitate il sito di SBODIO32 per saperne di più sulle sue iniziative di VR, moda e design.

Altro da VICE
Vice Channels