Stuff

Qual è il modo migliore di confessare un tradimento?

Sempre che tu voglia farlo, ovviamente.
27 settembre 2017, 4:00am
Foto via Unsplash.

Tradire non è mai una cosa bella da fare. Ti senti in colpa, triste e hai rovinato o compromesso per sempre la tua relazione.

Ma per quanto confessare possa sembrarti una cosa insormontabile, è molto meglio farlo piuttosto che aspettare che il tuo partner lo scopra, o che lo venga a sapere da un amico o trovi qualche messaggio sospetto. Ma ci sono modi migliori di altri per ammetterlo, o è un atto tremendo in tutte le declinazioni?

L'abbiamo chiesto a tre esperti di relazioni.

TOMAS SVITORKA

Tomas Svitorka è un life coach londinese.

Penso che l'onestà e l'integrità siano valori importanti a cui attenersi, e siano le fondamenta di una relazione stabile e duratura. Tradire è un affronto serio alla fiducia del partner. Sicuramente entreranno in gioco il senso di colpa e l'istinto di sopravvivenza, e ti attraverserà il cervello il pensiero di non dirglielo, ma confessare è la cosa migliore da fare. Vuota il sacco, affronta il discorso e le sue conseguenze, che siano stare insieme o di lasciarsi. Quanto male la prende il tuo partner dipenderà da quanto tu sei pronto a prenderti le responsabilità di quello che hai fatto. Nel momento in cui confessi, parla di quello che hai fatto e non degli altri problemi della relazione. Spiegalo come un avvenimento isolato, e non tirare in ballo altri fattori. Parlare in quel momento degli elementi che possono averti condotto a farlo verrà solo interpretato come cercare scuse. Se rimarrete insieme, ci sarà un momento più adatto a quella parte di discorso—per esempio la terapia di coppia. Se vi lascerete, non c'è bisogno di tirar fuori tutto il resto.

Essere sincero su quello che hai fatto non ti risparmierà il dolore. Il dolore è lì. Quello che fa il dolore, però, è spianare la strada alla guarigione, insieme al partner o da soli.

HELENA MIA HARRIS

Helen Mia Harris è terapeuta relazionale e di coppia, specializzata in co-dipendenze e relazioni con una componente ossessiva.

L'infedeltà in una relazione seria è uno shock, ribalta il mondo dalle fondamenta. Il legame di cui eri certo, sicuro e su cui facevi affidamento diventa un punto interrogativo, e tutte le sicurezze si disintegrano. L'impatto di un tradimento è spesso tale da portare al termine una relazione. Il partner tradito è spesso colto di sorpresa, e finisce solo, devastato, abbandonato, deluso, confuso e sofferente.

E se tu sei il traditore e vuoi o devi confessare? È paradossale, ma se le persone fossero in grado di "parlare" del fatto che hanno tradito o che provano attrazione per un'altra persona, allora l'intera idea di segretezza cadrebbe. Mi spingerò fino a dire che spesso il tradimento avviene in coppie i cui membri hanno perso il senso di apprezzamento reciproco, ma la persona tradita non vede possibili scuse, perché il trauma emotivo è troppo potente.

Spesso una persona vorrà confessare il tradimento un po' perché soverchiata da senso di colpa e ansia, e un po' perché vivere una doppia vita è una cosa difficilissima. Cominciare a parlarne è la cosa migliore per liberarsi di disonestà, segretezza e menzogne. Non c'è un modo "migliore" per confessare un tradimento, perché stai potenzialmente distruggendo il senso di fiducia necessario per creare la sicurezza alla base di una relazione di reciproco amore.

JO HEMMINGS

Jo Hemmings è psicologa comportamentale e dating coach.

Ci sono casi in cui è meglio non dire al partner che l'hai tradito. Se è stata una sciocchezza—una cosa momentanea di cui poi ti senti mortificato—non serve a niente se non a sentirti meno in colpa.

Ma poniamo caso che tu abbia deciso di dirglielo. La cosa più importante, prima di farlo, è capire i motivi per cui vuoi farlo. Ti senti in colpa e vuoi liberarti da questo fardello? Pensi di aver fatto un errore senza malizia, pensi che la situazione ti abbia fatto comportare in un modo che non ti appartiene? Vuoi essere perdonato? Vuoi stare insieme a quella persona? O magari pensi sia solo un modo di testare i suoi sentimenti e i tuoi, lasciando aperta l'opzione "fine della relazione"? Non sarai in grado di prevedere la reazione dell'altra persona al 100 percento, ma prima di dirglielo devi sapere cosa preferiresti tu.

Dovrai anche essere in grado di fornire delle risposte su un sacco di fronti, e "non lo so" non è mai una buona risposta.

Ponendo che il tuo partner non sospetti ancora niente, dovrai pianificare la conversazione. Non affidarti alla spontaneità, non iniziarla prima di uscire, fuori o prima che arrivino ospiti. Scegli un momento libero da pressioni, ma non organizzare cose speciali come una cena, semplicemente assicurati che sia tutto uguale a sempre. Siediti sul divano con il partner e digli con calma che hai bisogno di parlargli. Sii diretto, dì che l'hai tradito. Se ti viene da piangere o altro—potrebbe succedere—lascia scorrere quelle emozioni.

Puoi dire che ti senti una merda—non aspettarti compassione—ma una volta che hai confessato, non battere in ritirata. Lascia che il partner reagisca, e preparati a qualunque cosa: da urla, a pianti, a fughe, a vaffanculo, a sbigottito silenzio, o, nel caso la relazione non sia in gran forma, o dal tuo comportamento avesse pensato a malattie o cose simili, anche parole o reazioni di sollievo.

Segui Kyle su Twitter: @kylemmusic