Pubblicità
Food by VICE

Questa distilleria olandese trasforma i bulbi di tulipani in pregiatissima vodka

Una bottiglia di vodka "Pure" contiene circa 350 bulbi, e costa 295 euro. Però non produce scarti ed è una bomba.

di Stephanie Vermillion
26 settembre 2018, 11:14am

Nel 2014, Joris Putman, giovane attore prodigio poi diventato regista, ha mollato tutto per inseguire il suo vero sogno di business: inventare qualcosa, un prodotto. A 30 anni, il giovane olandese non aveva la minima idea di cosa avrebbe creato, né da dove cominciare. Ma una cosa era già decisa: questo fantomatico prodotto avrebbe dovuto in qualche modo contenere l'iconico tulipano, simbolo del suo paese d'origine.

Quattro anni più tardi, la vodka di tulipani olandesi di Putman—un distillato da 40 gradi fatto esclusivamente con due ingredienti, acqua e tulipani—sta facendo perdere la testa agli esperti e ai curiosi di tutto il mondo.

Una volta trovata l'idea, a Putman sono bastati cinque minuti per definire l'intero processo.

"I miei amici mi avevano suggerito di produrre un distillato partendo da un cereale, ma non mi sembrava molto interessante, avrei semplicemente fatto la stessa cosa che avevano già fatto in tanti," dice. "Ma il suggerimento mi ha aiutato a unire i puntini. Ho subito immaginato i tulipani, il liquore e la vodka, e poi in pochi minuti avevo in testa il metodo e mi sono dato da fare per iniziare la fase di test."

Anche se la "vodka ai tulipani" potrebbe sembrare una trovata geniale per attirare i turisti, il legame tra Putman e il fiore iconico risale al 1637, l'anno della storica esplosione del mercato dei tulipani. Il prezzo dei bulbi si impennò per la prima volta, e poi calò drasticamente durante il secolo d'oro olandese, portando a una situazione di caos totale di acquisto di semi, nota come Mania dei Tulipani. Gli antenati di Putman cavalcarono quest'onda e si inserirono sul mercato, acquistando semi e iniziando la coltivazione dei propri campi.

La famiglia coltivò tulipani per secoli, e nonostante i primi tentativi e i primi fallimenti, Putman era sicuro che avrebbe potuto portare avanti con successo questa tradizione secolare, reinterpretandola a modo suo.

"Il tulipano ha una texture forte che rende il processo di distillazione piuttosto complesso, ma quando finalmente ha funzionato, è stato un momento indimenticabile," dice Putman. "Il gusto non era il massimo all'inizio, ma il mix di sapori era complesso e intrigante. Appurato quale fosse il metodo giusto, abbiamo iniziato con dei test di distillazione a lungo termine, per cercare di azzeccare i sapori giusti."

Da allora, Putman ha passato più di due anni a perfezionare le fasi di distillazione e fermentazione all'interno delle sue stesse distillerie Clusius Craft Distillers (dal nome del botanico olandese che portò i tulipani nel paese). Putman custodì la sua invenzione per sé, la famiglia e pochi amici prima di mettere a punto la ricetta perfetta: la Dutch Tulip Vodka fu presentata al mondo intero solo nel dicembre 2017.

Secondo Putman, la vodka viene distillata tre volte, ma si tratta di un processo molto diverso da quello praticato nelle normali distillerie. Lui, infatti, ha un distillatore personalizzato prodotto da un fornitore olandese che gli permette di avere controllo totale sui sapori.

Putman, a sinistra, con il suo socio in affari e cugino Brad Bouter, a destra.

"Il nostro sistema di distillazione in colonna ci permette di ottenere la massima precisione," dice. "Durante il processo, catturo e custodisco separatamente tutti i sapori, così alla fine, quando ottengo la vodka purissima, posso aggiungere i sapori originali per creare il bouquet finale, che rievoca l'esperienza soave e sfaccettata del profumo di un vero tulipano."

Sebbene Putman abbia sviluppato un processo impeccabile di fermentazione e distillazione della vodka, un'intera produzione potrebbe rivelarsi imbevibile se i bulbi dovessero essere contaminati—un problema a cui fa particolarmente attenzione visto che ogni ciclo di produzione dura tre mesi. Per questo, acquista i bulbi dei tulipani da un produttore locale e biologico, che li coltiva nel nord dell'Olanda. Qui i tulipani sono bagnati dall'acqua piovana e raccolti in grandi vasche di raffreddamento, in attesa di iniziare la fermentazione. Durante la fase di produzione, il suo team processa circa 2180 chili di tulipani al giorno.

Dall'acquisto dei bulbi al riciclo degli elementi di scarto, il processo di Putman non produce alcun tipo di rifiuto, un successo di cui è particolarmente fiero.

"Acquistiamo bulbi di tulipani biologici da un produttore locale, e una volta conclusa la distillazione, portiamo i resti della lavorazione dei tulipani a un'azienda di prodotti caseari qui vicino, dove vengono utilizzati come cibo per il bestiame," mi spiega. "Le mucche adorano i bulbi di tulipano, per loro è un regalo speciale!"

Un'altra cosa di cui Putman è molto fiero è il fatto che la sua vodka di tulipani—e la distilleria Clusius Craft Distillers collegata—sia un'attività a conduzione familiare. Il suo socio in affari, Bart Bouter, 36 anni, è suo cugino. E il giorno dell'imbottigliamento, tutta la famiglia si riunisce in distilleria per la festa.

"Quando dobbiamo imbottigliare, abbiamo una splendida catena di montaggio. Mio padre riempie e sigilla le bottiglie, mio zio fissa i tappi mentre mia zia e mia madre mettono le etichette a mano su ogni singola bottiglia," dice. "Mio padre ha persino disegnato la grafica sulla bottiglia."

Questo speciale tocco familiare e l'attenzione al dettaglio è quello che distingue la vodka al tulipano olandese da tutti i distillati al tulipano che potrete trovare nei gift shop di Amsterdam. La vodka di Putman è un prodotto di altissima qualità, e non è assolutamente pensato per i turisti.

Fin da subito, infatti, Putman si è dato da fare per fare breccia nei cuori dei migliori chef stellati con il suo prodotto unico. Nonostante all'inizio la presentazione non fosse il massimo—una semplice bottiglia d'acqua con un adesivo—gli chef hanno iniziato ad apprezzarne il gusto e la fattura raffinata. Oggi, è disponibile nei ristoranti più rinomati in Polonia e in Spagna, e in due esclusivi ristoranti stellanti nei Paesi Bassi.

Il prezzo della vodka al tulipano di Putman è all'altezza della sua reputazione. La versione “Pure”—fatta solamente con acqua e tulipani—costa 295 euro a bottiglia. Pensate che ogni bottiglia contiene l'estratto di circa 350 bulbi di tulipani.

La versione “Premium,” più accessibile, fatta con tulipani, acqua e alcol è venduta a 48 euro a bottiglia, e si trova anche nei cocktail bar. In questo caso, ogni bottiglia contiene circa 40 bulbi.

In futuro, Putman sta pensando di ampliare la sua distribuzione. Per quanto sia soddisfatto del risultato della sua distilleria (e del fatto che fino ad oggi abbiano processato oltre 4 milioni di bulbi), vuole puntare ancora più in alto. Putman e Bouter vogliono crescere a livello internazionale e sperano di passare dalle 40mila bottiglie prodotte quest'anno, fino a 100mila e oltre il prossimo anno.

Detto questo, probabilmente i suoi familiari si staranno facendo una domanda fondamentale: ma chi etichetterà a mano tutte quelle bottiglie?

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram


Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali di VICE? Iscriviti alla nostra newsletter settimanale.

Tagged:
Amsterdam
Munchies
Food
vodka
olanda
Paesi Bassi
tulipani