Kobane

Dentro la devastazione di Kobane

Nonostante gli attacchi dello Stato Islamico e le minacce del presidente Assad, più di 100.000 curdi siriani sono tornati a casa loro, a Kobane: Giacomo Sini li ha fotografati per VICE.
17.5.16

Nel corso dell'assedio iniziato nel 2014 e durato dieci mesi, lo Stato Islamico (IS) ha distrutto il 70 per cento degli edifici di Kobane, il capoluogo della regione siriana di Rojava.

Dopo la cacciata del gruppo da parte dell'esercito curdo, Kobane e le altre città del Rojava sono state trasformate dalle autorità curde in "regioni federali" a statuto autonomo. Una decisione che il ministero degli Esteri siriano ha definito "incostituzionale e nulla."

Pubblicità

Nonostante gli incessanti attacchi da parte di IS e le continue minacce del presidente Bashar al-Assad, più di 100.000 curdi siriani sono tornati in città. Tra di loro anche le tre madri - ritratte nell'immagine di copertina - e i loro figli, che hanno passato cinque mesi in un campo profughi turco prima di poter far ritorno a casa.

Le immagini che seguono, scattate dal foto italiano Giacomo Sini, sono apparse sull'edizione di aprile del magazine di VICE.

Segui VICE News Italia_ su Twitter, su Telegram e _su Facebook