Cultura

Che effetti ha la cocaina sul tuo pene e il tuo sperma

Fatti abbastanza cocaina e ti ritroverai con il priapismo, un'erezione continua e molto dolorosa.
02 novembre 2018, 5:00am
collegamento tra cocaina e disfunzioni sessuali
A sinistra, immagine via Pshere / CC0; a destra, immagine via Indiapicture / Alamy Stock Photo.

I peni non danno il massimo sotto l'effetto di droga. Ne abbiamo già parlato, ma per una serie di motivi—soprattutto perché stimolanti come l'MDMA e la cocaina sono vasocostrittori, ovvero riducono l'afflusso di sangue—è abbastanza normale che ti facciano "rimpicciolire" un bel po' il pene.

Se sei un uomo e hai mai fatto uso di queste droghe lo saprai, perché l'avrai vissuto sulla tua pelle. Il problema è che la cocaina rende molte persone—tra cui gli uomini—arrapate. Che se ci pensi non è il massimo, né risulta fattibile da mettere in pratica, visto che a quel punto il tuo pene ha le dimensioni di una nocciolina.

"Uno studio recente ha rilevato che, negli esseri umani, la somministrazione di cocaina incrementa il desiderio sessuale ma riduce l'uso di profilattici," spiega la dottoressa Mary Samplaski, direttrice del dipartimento di fertilità maschile dell'Istituto di Urologia della University of Southern California. "E se è vero che ogni uomo è diverso, per molti la cocaina porta a disfunzioni sessuali."

Come?

"La cocaina può causare difficoltà nell'eiaculazione o la riduzione del numero degli spermatozoi," mi dice Many Tozer, direttrice scientifica di CARE Fertility London. "L'uso cronico di cocaina può portare al priapismo, un'erezione persistente e dolorosa per cui spesso è necessario rivolgersi a un medico—il pene può esserne danneggiato in modo permanente."

Per riassumere: la cocaina ti fa venire una voglia ingestibile di fare sesso; ma non ci riesci, perché non riesci a farlo salire; se alla fine riesci a fare sesso è meno probabile che usi il preservativo (quindi aumenta il rischio di malattie sessualmente trasmissibili); e poi, beffa, finisci per andare avanti all'infinito perché non vieni mai. Bonus: se ti fai abbastanza coca potresti avere un durello così solido e persistente da farti finire in ospedale. Ciliegina sulla torta: diventi meno fertile.

La dottoressa Tozer dice che è dimostrato che l'uso di cocaina è più comune tra gli uomini con meno spermatozoi, e che può essere proprio l'uso cronico di cocaina a causarlo. Se a questo aggiungi il fatto che la cocaina è spesso consumata insieme ad alcol e sigarette, entrambi pessimi per lo sperma, il quadro si completa.

Samplaski aggiunge che, "uno studio che prendeva in considerazione gli effetti della cocaina sull'istologia e il funzionamento dei testicoli ha rilevato che la cocaina causa un'improvvisa riduzione nella produzione di sperma, fino alla metà. L'assunzione di cocaina, inoltre, abbasserebbe i livelli di testosterone, e aumenterebbe il rischio di mortalità degli spermatozoi, un effetto dovuto probabilmente alla costrizione dei vasi sanguigni."

Immaginiamo che a 35 anni io voglia avere dei figli. E mettiamo anche che per caso io riesca a concepire, cosa succederebbe allora?

"Non abbiamo ancora dati sufficienti riguardo alle eventuali malattie congenite del feto a cui l'uso di cocaina nel padre potrebbe portare," dice la Dr Tozer. "Ma è stato dimostrato che, nei topi, lo sperma potrebbe trasportare la cocaina nell'ovulo."

Ecco, fermiamoci per un attimo a riflettere su questo concetto, lo sperma potrebbe potenzialmente trasportare la cocaina dentro l'ovulo.

Decisamente non bello, soprattutto se consideriamo che, come ci ricorda Samplaski, altri studi hanno già dimostrato che "i bambini le cui madri fanno uso di cocaina in gravidanza nascono con gravi patologie neurologiche e disfunzioni di sviluppo." A un anno di età, aggiunge, gli stessi bambini hanno capacità cognitive e motorie inferiori rispetto alla media. Quindi, sebbene manchino prove scientifiche certe a riguardo—in parte perché il padre ha spesso paura di rivelare di farne uso perché è illegale—sembra comunque che la cocaina possa essere trasportata dallo spermatozoo dentro l'ovulo, e quindi avere conseguenze sulla salute del feto.

Ok, ora sono abbastanza terrorizzato, e forse lo sarete anche voi. Se prendiamo l'esempio del Regno Unito, dove esiste un costante monitoraggio dei dati a riguardo, i ricoveri per abuso di cocaina sono in aumento, insieme al numero di morti legate al consumo. Anche la purezza delle sostanze in circolazione sembra in ascesa, così come l'uso della stessa, forse anche perché—per circa un consumatore su cinque—ottenere una busta di coca è più rapido che ordinare una pizza. Per quanto riguarda gli effetti che tutto questo avrà sulla salute della prossima generazione e sulla fertilità della popolazione, non ci resta che aspettare e stare a vedere.

Segui @tom_usher_ su Twitter.